Ritorna in pompa magna una delle serie più apprezzate della scorsa stagione televisiva: Ash vs Evil Dead, che doveva essere di soli dieci episodi, con Sam Raimi alla regia e prodotta da Robert Tapert e Bruce Campbell, partita come un puro esperimento da parte della rete Starz si è invece ritrovata a cavalcare un fenomeno di culto assoluto come La Casa, con una fanbase rocciosa e sempre più numerosa e un riscontro di pubblico eccellente; tutti elementi che ci hanno gloriosamente portato oggi alla seconda stagione, ancora tutte le domeniche sera sulla stessa rete.

Vai Ashy Slashy, facci sognare!

Ci vedo doppio o è solo un paradosso temporale?

ASH VS EVIL DEAD: TRAMA E CAST

La miniserie è ambientata 30 anni dopo gli eventi di The Evil Dead. Ash è ormai diventato un lupo solitario, con un'esistenza noiosa e ancora scosso dagli eventi di quella dannatissima casa. Ma quando un'invasione di Semimorti minaccia di distruggere l'umanità, Ash è costretto a rimettere al braccio la motosega e affrontare i suoi demoni, facendo finalmente i conti con il suo tormentato passato.

In questa seconda stagione, Ash sembra aver trovato tutto ciò che cerca, ma la tregua con Ruby cessa rovinosamente e con essa il suo sogno. Ancora una volta, la salvezza dell'umanità è nella motosega del nostro sorridente Ash Williams!

Bruce Campbell (Ash Williams); Jill Marie Jones (Amanda Fisher); Ray Santiago (Pablo Simon Bolivar); Danny Delorenzo (Kelly Maxwell); Lucy Lawless (Ruby Knowby).

ASH VS EVIL DEAD: ANALISI TRAMA EPISODIO

Ash è rimasto rinchiuso nel seminterrato della Casa assieme al terribile demone che ha posseduto Henrietta e all'assistente del professor Knowby, il quale se l'è data a gambe col Necronomicon. Inutile dire che la situazione si scalda presto: il demone uccide la donna e si dedica interamente ad Ash, che, però - dopo non poche difficoltà - riesce ad avere la meglio decapitandolo con la fida motosega.

Riemerso dalla botola, il nostro eroe resta di stucco davanti allo spettacolo di una doppia Ruby che gli si para davanti: quella del presente, che insieme a Kelly ha raggiunto la casa nel tentativo di aiutare Ash, e quella ancora malvagia del passato, lì giunta per recuperare il Libro e portare a compimento il suo piano con Baal. Nella colluttazione che ne segue, la Ruby-passata pugnala a morte Ruby-presente con il pugnale kandariano; quest'ultima riesce però a trattenerla il tempo necessario affinché Ash e Kelly possano fuggire.

Il demone collolungo come ne La Casa 2!

Tornati alla Delta, Ash scopre con stupore che gli è ricresciuta la mano: in qualche modo, le loro azioni sono effettivamente servite a cambiare il futuro! E infatti anche il cadavere di Pablo, rinchiuso nel bagagliaio dell'auto, torna in vita. Ma nelle mentite spoglie del ragazzo si cela in realtà Baal, che con un astuto stratagemma è riuscito a nascondersi nel corpo di Pablo un attimo prima che questi lo esiliasse, morendo nel tentativo. Le azioni di Ash ne hanno si riportato in vita il corpo, ma allo stesso tempo hanno ripristinato l'avatar del demone che ha potuto nuovamente manifestarsi sul nostro piano di esistenza. Con l'aiuto della Ruby-passata, Baal cattura Ash e Kelly e, di nuovo alla casa, riforma la famiglia da incubo che i nostri ammazzademoni avevano distrutto nelle precedenti puntate. Ruby, in questa linea temporale, non ha mai avuto una storia con Ash e non ha mai quindi tradito Baal: questo consentirà al demone di costruire il suo inferno sulla Terra con ben trent'anni d'anticipo.

Colto alla sprovvista, Ash decide di improvvisare: sfida Baal in una lotta ad armi pari, con in palio la salvezza del mondo - se riuscirà a sconfiggere il demone, questi sarà bandito dalla nostra dimensione assieme a Ruby e ai loro figli, mentre Pablo tornerà in vita. In caso contrario, il Male avrà via libera nel portare l'Apocalisse sulla Terra. Vincolandosi al potere del Necronomicon, Baal accetta; ma così facendo lascia intendere a Ruby quanto poco questi l'abbia a cuore, scatenando nella strega un moto d'orgoglio che la porterà a modificare di nascosto i termini dell'accordo, mentre Ash e Baal combattono.

Giuramento di sangue come i ragazzetti. 'sti demoni...

Il demone, contravvenendo alla clausola di non usare i suoi poteri, tenta di confondere la mente di Ash usandogli contro i suoi amici e famigliari uccisi: Chet, che gli taglia nuovamente la mano, Cheryl e il padre. Lo scontro è durissimo e Baal alla fine ha la meglio: ma Ash, con un astuto colpo di mano, sconfigge il demone trafiggendolo col suo stesso artiglio, vincendo la battaglia ed esiliandolo nuovamente assieme ai Bambini d'Ombra, al Necronomicon e a Ruby. La Casa viene avvolta tra le fiamme dell'Inferno e distrutta. Dalle sue ceneri, nell'incredulità generale, salta fuori Pablo nuovamente vivo e vegeto.

Tornati al presente, i nostri eroi vengono degnamente celebrati ad Elk Groove, dove Ash decide di prendere dimora stabile. Ma, tra il pubblico che lo acclama, c'è anche Ruby - nella sua versione bionda e malvagia. Come avrà modificato l'accordo la strega, e come ha fatto a salvarsi dall'esilio dimensionale? 

ASH VS EVIL DEAD: RECENSIONE SECONDA STAGIONE

C'è un motivo per cui lo chiamano Demone dell'Inganno...

Insomma, siamo arrivati alla fine. Una corsa di dieci episodi ancora più adrenalinici, ancora più splatter, ancora più angoscianti e per certi versi ancora più dolorosi della prima tornata. L'impressione netta che ho avuto dalla visione di questa seconda stagione è stata quella di un continuo gioco al rilancio da parte di Raimi e dell'intero cast: la continua ricerca di un limite che, quando si avvicinava, veniva semplicemente spostato un po' più avanti. Siamo di fronte a una serie che ha, come ho più volte ribadito, sputato in faccia a tutti i canoni del genere per dimostrare quanto si possa davvero fare qualcosa di diverso dal solito drammone, con i soliti colpi di scena, i soliti momenti da salto sulla sedia, che alla fine però non dice niente di davvero nuovo. La stagione televisiva è stata ricca di esempi eccellenti in tal senso (mi viene in mente la bellissima sorpresa di Westworld, recensita qui dal collega eltorito) e di sicuro Ash vs Evil Dead stagione due si piazza tra le serie top dell'autunno 2016.

Questo decimo episodio in particolare completa il dittico ideale con il nono, quelli più legati alle radici cinematografiche della trama e che più degli altri hanno saputo omaggiare, raccogliere le fila e chiudere i cerchi e i buchi rimasti in sospeso. Tornare agli anni ottanta consente a Raimi e agli sceneggiatori di giocare col loro stesso prodotto, rimaneggiandolo e rinarrandolo fino ad annullare ciò che è stato per preparare il terreno a nuove storie e avventure. Dopotutto, quando crei un universo narrativo in cui puoi usare magia, demoni, non-morti, viaggi nel tempo e quant'altro può capitare che le linee di trama si ingarbuglino un po' troppo: l'operazione di retcon in perfetto stile The Flash attuata in questo finale permette però anche ai fan di vecchia data di inquadrare tutto per bene e di capire il quadro complessivo che Raimi ha voluto dipingerci davanti. Ed è un affresco splendido, che mostra un progetto e un lavoro che procedono fin dagli anni ottanta e che ora, ben trent'anni dopo, ancora riesce a stupire e mostrarci quanto le belle storie, in realtà, non muoiano mai.

Ash vs Evil Dead, nell'arco dei suoi ormai venti episodi, rappresenta il completamento di un progetto e di una visione che accompagnano Raimi da ormai trent'anni; l'autore è stato in grado di costruire e realizzare un universo coeso, con le sue regole, i suoi personaggi e palpitante di vita sua propria, il tutto nel fulgore di una realizzazione tecnica d'eccellenza, un cast che non ci stancheremo mai di definire eccelso e con la sua cifra stilistica chiara - una vera rarità, nell'epoca dell'omologazione più totale. 
 

Ash vs Evil Dead 10

Titolo italiano:  Secondo avvento
Titolo Originale: Second Coming

Data italiana: 12/12/2016
Data in patria: 11/12/2016
Durata: 0 minuti

Totale voti:   4   0   0 


sggk

bellissimo! nel suo (miscuglio di) genere chiaramente il top. chi ha un minimo di background horror anni 80-90 ne fara' una vera e propria bibbia, gli altri grideranno solo al capolavoro.

 15/12/2016

Kentel

Seconda stagione da top 10 autunno 2016. Un prodotto con la sua cifra stilistica ben definita: è già questo è tutto dire, nell'epoca dell'omologazione più totale.

 13/12/2016


Altri Voti