NEGLI EPISODI PRECEDENTI DI ARROW

Figlio illegittimo di una delle vittime dell'Incapucciato, Prometheus ha trascorso gli ultimi cinque anni a studiare il suo avversario per distruggerlo sotto ogni punto di vista: dopo aver fatto cadere Quentin nel baratro dell'alcolismo, aver portato Artemis dalla sua parte, fatto separare Curtis da suo marito ed aver ingannato Green Arrow a far uccidere Billy, il fidanzato di Felicity, quale sarà la prossima mossa che sferrerà contro Oliver?
 

La regia delle inquadrature in questa puntata è molto violenta, per questo il rating è stato portato a TV-14 LV

TRAMA ED ANALISI DELLA PUNTATA
Prendi e spara, la terrificante realtà americana

Questo episodio di Arrow è diverso da tutti gli altri andati in onda sino ad oggi, ed in generale è diverso da tutte le altre serie DC Comics in onda su The CW. Ci sembrava giusto onorare questa diversità impostando anche la recensione in modo differente, per questo trama ed analisi s'intrecceranno a più riprese.

Il Team Arrow sta finalmente godendosi un momento di pace e tranquillità: Quentin fresco di riabilitazione riprende il ruolo di vicesindaco, Thea torna a Star City, ed il gruppo ha una nuova Black Canary. Se però abbiamo imparato una cosa è che situazioni così pacifiche di norma rappresentano la quiete prima della tempesta, ed infatti un uomo armato fino ai denti fa irruzione nel municipio crivellando di colpi buona parte degli impiegati, per poi dileguarsi. Nell'attacco restano uccise e gravemente ferite diverse persone, tra cui anche il procuratore Adrian Chase (che in questa puntata scopriamo sposato). Ha così inizio la caccia all'uomo, che per quanto si presenti incappucciato alla mattanza, Quentin riesce ad identificare perché incrociato in ascensore prima di dar via alla carneficina. È proprio durante le indagini che lo spettatore ha modo di capire che non ci si trovi di fronte ad un episodio come tutti gli altri: i membri del team iniziano a discutere in maniera piuttosto accesa ed animata tra di loro proprio come è già successo in precedenza, ma stavolta le dinamiche cambiano completamente. Non si tratta infatti di rancori personali, fantasmi dal passato et simili, ma dei rispettivi punti di vista su un argomento estremamente reale ed importante ancora oggi, la detenzione e l'uso di armi da fuoco. Proprio come faceva la storica serie a fumetti Lanterna Verde / Freccia Verde che posizionava al centro del dualismo supereroistico made in green storie popolari e temi scottanti, per la prima volta The CW colloca all'interno della fiction una minaccia così reale da colpirci in pieno volto. Il colpo diventa ancora più forte man mano che ci addentriamo all'interno della storia: l'uomo responsabile della sparatoria nel municipio non è un supervillain, non è un big bad proveniente dai fumetti, bensì un uomo comune, James Edlund, in passato forte sostenitore del RASC (il Registro delle Armi da Fuoco di Star City), che dopo la bocciatura del suo decreto di regolamentazione delle armi da fuoco ha perso moglie e figlie nel corso di una sparatoria in un centro commerciale. Era quindi intenzionato a vendicarsi uccidendo tutti i politici chehanno respinto la sua proposta rovinandogli la vita.

Parallelamente a questa situazione abbandoniamo il passato in Russia di Oliver temporaneamente per focalizzarci su altri flashback, quelli che riguardano il passato di René: prima di diventare Wild Dog, scopriamo che l'uomo era marito e padre di famiglia. Con una moglie (la guest star Samaire Armstrong, l'indimenticata Hannah di The O.C.) dipendente da droghe e con una sua "dipendenza" personale, quella dellle armi da fuoco nascoste in casa, ereditata da quando viveva nei bassifondi del Glades. Di ritorno da una partita con la figlia, René trova il pusher della moglie armato di pistola, e nel tentativo di salvargli la vita con la sua, la donna finisce coinvolta e resta uccisa dallo spacciatore. Successivamente i servizi sociali toglieranno a René la custodia di Zoe, sua figlia, per lasciarla in una casa famiglia, considerata un ambiente più sicuro dove far crescere la bambina. Questa storia non solo giustifica pienamente l'attitudine spigolosa, schiva e violenta di René, ma contribuisce a donare maggior spessore al suo personaggio da sempre accusato di essere una macchietta stereotipata.
 
L'attimo in cui la vita di René è cambiata per sempre

Da sempre diciamo che a differenza delle produzioni Marvel, dalle serie DC Comics non ci si possa aspettare una scrittura profonda e ramificata perché vincolata nei toni e nei linguaggi dal principale target di riferimento del network, gli adolescenti. Ecco perché una puntata che punta il dito contro un problema importantissimo negli Stati Uniti quali il crescente numero di omicidi causati da armi da fuoco gioca un ruolo fondamentale, ai giovani viene parlato con il cuore in mano, ma senza prendere una netta posizione al riguardo: intelligente è da parte degli autori mostrare parte dei personaggi favorevoli all'uso delle armi (René, Vigilante, Dinah) e parti invece no (Oliver, Quentin, Curtis), mostrando le ragioni e i dubbi di ambe le parti e facendo capire come forse la soluzione più giusta -che non può essere certo quella italiana visto che viene tirato in ballo tra le altre cose, il diritto alla detenzione di un'arma da fuoco del II Emendamento della Costituzione Americana- possa essere la mediazione previo una regolamentazione controllata (scelta politica per non indispettire nessuno ai pianti alti? Probabile), cosa che Oliver riesce ad ottenere sul finale proprio grazie agli sforzi congiunti con René stesso. Ma prima di arrivare a questo, c'è spazio al grande momento dell'episodio, quella che forse possiamo considerare la migliore interpretazione di Stephen Amell dal lancio della serie: la scena in cui in ospedale, deve impedire a James di concludere il lavoro. Ed è importante perché non vediamo Green Arrow impugnare arco e frecce per combattere il big bad di turno, ma il Sindaco Oliver Queen camminare verso un uomo disperato a metà tra il voler uccidere coloro che gli hanno strappato la famiglia ed il voler suicidarsi per raggiungerli. È essenziale abbandonare il lato supereroistico dell'Arciere di Smeraldo e mostrare anche l'uomo che alla luce del sole ha fatto voto di proteggere ed ispirare la sua città, per non vanificare lo splendido percorso evolutivo del personaggio.

Una storia vivida, appassionante e attuale come non mai quella propinatoci questa settimana in Arrow, che non solo continua il trend positivo di questa quinta stagione in alcuni frangenti superiore alla prima (se riusciamo a soprassedere sulla pessima gestione del personaggio di Laurel), ma che punta i riflettori su temi prepotentemente maturi e realistici quali droghe, armi, discriminazione (c'è spazio anche al movimento dei Black Live Matters) e persino il senso d'appartenenza, nella storia collaterale di Dinah, che grazie a Diggle decide di prendere finalmente casa ed arruoalrsi nel Dipartimento di Polizia di Star City.
 
Il Sindaco Queen salverà la situazione?


Ed ora passiamo a viziarci con easter egg, rimandi e citazioni che mandano noi appassionati di comics e cultura pop in brodo di giuggiole!

  • Il titolo dell'episodio, Spectre of The Gun, è un omaggio indiretto all'omonimo episodio di Star Trek;
  • la puntata è andata in onda in America lo stesso giorno in cui il Senato ha votato per l'abrogazione della legge che vietava la vendita di armi da fuoco a soggetti con precedenti di disturbi e/o patologie psichiche;
  • l'episodio s'ispira alla storia a fumetti "Cosa può fare un uomo da solo?"
 

CONCLUSIONE

Una delle puntate migliori della serie che fa confrontare i personaggi su temi realistici ed attuali e li interroga sul fatto che violenza possa generare violenza. Quando la sceneggiatura raggiunge questi livelli, la qualità tocca vette molto altre offrendo un episodio godibile sotto tutti i punti di vista, al punto che per buona parte del minutaggio questi eroi risultano così veri da non necessitare neanche un costume.

Salutiamo gli amici della pagina Facebook Justice Of Shield Italia.

Arrow 13

Titolo italiano:  N.D.
Titolo Originale: Spectre of the Gun

Data italiana: N.D.
Data in patria: 15/02/2017
Durata: 0 minuti

Totale voti:   2   0   0 


NicO_Ola

Episodio coraggioso e adulto che porta in alto il livello della serie

 18/02/2017

Kouga

Crudo, cupo, realistico. Un episodio straordinario che porta il Team Arrow in un'altra America, la nostra, dove le armi da fuoco fanno sempre più paura. Puntata fenomenale, chapeau agli autori.

 17/02/2017