L'intrigo che ha caratterizzato il dietro le quinte di The Man in the High Castle non ha ricevuto neanche una menzione durante il panel dedicato alla serie di Amazon al San Diego Comic-Con.

Nel mese di maggio, lo showrunner Frank Spotnitz ha lasciato bruscamente la serie, dichiarando di aver avuto uno scambio di opinioni differenti con Amazon riguardo il suo coinvolgimento nella seconda stagione. Lo show, girato a Vancouver, è andato presto in pausa, con il conseguente rimescolamento degli altri membri della produzione per sopperire ai doveri del produttore esecutivo.

Il panel al Comic-Con di San Diego ha rappresentato la prima volta – a parte alcuni brevi commenti positivi fatti da Spotnitz riguardo lo show all'evento degli Emmy For Your Consideration, presenziato ad Hollywood nel mese di maggio – in cui il cast e il team di produzione hanno avuto l'opportunità di parlare di ciò che è accaduto. Ma l'argomento non è venuto fuori.

Il resoconto del panel


Comunque, i produttori esecutivi Isa Dick Hackett, David Zucker e Dan Percival, così come i membri del cast Alexa Davalos, Rupert Evans, Luke Kleintank, DJ Qualls, Bella Heathcote, Cary-Hiroyuki Tagawa e Rufus Sewell hanno preso parte alla discussione che ha anticipato qualcosa sulla seconda stagione della serie. Vi riportiamo i punti salienti.

  • La serie continuerà ad usare il romanzo di Philip K. Dick come "guida spirituale", ha detto Dick, ed alcuni contenuti che non sono stati trattati nel corso della prima stagione faranno la loro comparsa nei nuovi episodi. Inoltre, "Posso dire che incontreremo l'Uomo nell'Alto Castello in questa stagione", ha dichiarato.
  • Si sta girando il settimo episodio (di dieci) a Vancouver.
  • Quando le è stato chiesto un aggiornamento su dove il suo personaggio, Juliana Crain, sia in questo istante delle riprese, Davalos ha detto: "Deve essere un camaleonte per sopravvivere". Stuzzicata, l'attrice ha detto che la ribelle, riluttante, si ritroverà in "circostanze seriamente compromettenti" e ha aggiunto che "È in un posto davvero sorprendente al momento... si è arrivati a un punto di svolta".
  • Uno sneak peek dei prossimi episodi mostra Juliana scappare dal bagagliaio di un veicolo in movimento, schivando proiettili per cercare di salvarsi.
  • E che cosa possiamo dire riguardo alla scena di fine stagione in cui Tagomi è apparso per trasferirsi nella timeline che conosciamo? "Troverà risposta in maniera più esplicativa nella seconda stagione", ha promesso Tagawa. E, nel caso abbiate bisogno di più chiarezza, Hackett ha aggiunto: "Tagomi non ha avuto un sogno alla fine dell'ultimo episodio".
  • Una domanda abbastanza comune riguardo la prima stagione dello show sarà affrontata nella seconda stagione, ma solo in parte. Percival ha constatato come l'azione si sposterà a Berlino, dove incontreremo il personaggio interpretato da Heathcote; un piano per esplorare la storyline del Nord Africa è stato bocciato, in quanto i produttori esecutivi vogliono essere più "metodici" con il ritmo della narrazione, come da loro stessi dichiarato, e prendere più tempo nell'ambientazione attuale del drama.
  • Heathcote ha descritto Nicole, il suo personaggio, come "un po' insolente, una nazista civettuola", definizione che non si deve per forza sposare con i principi dei suoi genitori.
Vi lasciamo con il teaser della seconda stagione di The Man in the High Castle.
 
 
Fonte:
TVLine