"Questo è un fatto vero:
Secondo Wikipedia, l'essere umano medio condivide la data di nascita con altri 18 milioni di esseri umani. Non ci sono prove che condividere la data di nascita crei un qualche tipo di legame comportamentale tra quelle persone.

Se ce n'è uno... Wikipedia non l'ha ancora scoperto."
 
Ci sono storie capaci di scaldare il cuore e far leva sulle emozioni sepolte nel nostro io più profondo restituendoci un po' di speranza in un contesto storico sensibilmente complesso e difficile come quello che stiamo vivendo. Nel primo episodio di This Is Us, sembrerebbe proprio che NBC sia riuscita a presentarci questo tipo di storia, capace di regalarci un racconto di ordinaria quotidianità scandita però da quello che siete liberi di chiamare destino o casualità, ma che è capace di ricordarci che nonostante tutto le cose buone possono ancora succedere.

Rebecca e Jack
 

TRAMA

La vite di diverse persone, tutte nate nello stesso giorno in posti diversi, si intrecciano le une con le altre nel giorno del loro 36esimo compleanno. Protagonisti saranno Rebecca e Jack, una giovane coppia di sposi che sta per vivere un complicato parto plurigemellare, Randall, marito e genitore di due figlie che va alla ricerca del proprio padre naturale da cui era stato abbandonato ancora in fasce ad una caserma dei pompieri; Kevin, un celebre attore che inizia a non essere pienamente soddisfatto della sua vita mondana, e la sorella Kate, che cerca invano di controllare il suo peso.

Quello che è chiaro sin dalle prime battute dell'episodio, è di come ci sia una sorta di connessione tra tutti i personaggi. Le loro storie, i loro errori, le loro paure ed i loro desideri sono in un qualche modo retaggio di un filo rosso del destino che connette gli uni agli altri in un modo tutt'altro che convenzionale. I personaggi immediatamente irresistibili e la sensibilità dei dialoghi che riesce a trasportare lo spettatore nel vivo delle situazioni empatizzando con tutti in modo dinamico, fresco e scorrevole.

Randall e Beth

SVILUPPO ED ANALISI


La serie ripropone una formula molto usata tanto nel ramo televisivo quanto quello cinematografico: la narrazione frammentaria ad intreccio consona a raccontare le storie di diversi personaggi volte a non intersecarsi tra di loro.

E allora, cosa c'è di diverso? Il modo in cui la storia viene raccontata.
This Is Us si presenta come un dramedy intenzionato ad affrontare temi di una certa importanza con estrema sensibilità, tatto e leggerezza. Nei momenti più dolci e drammatici non si sfora mai nello smielato e nel pesante, la sceneggiatura in quel momento compie un salto di qualità che ha lo scopo di tutelare l'interesse dello spettatore ponendo al suo climax un'ironia delicata capace di spezzare gli eccessi senza minarne il ritmo e di conseguenza la visione. La dinamicità della regia esalta questa scelta passando da un personaggio all'altro con estrema naturalezza, mescolando dialoghi frizzanti e vivaci a colori caldi ed una colonna sonora mai invadente. Che ci crediate o meno, il meglio deve ancora arrivare: il vero colpo di genio alla base di This Is Us è insito negli ultimi cinque minuti del primo episodio che con maestria NBC ha scelto di non rivelare da subito nei trailer e nella sinossi originale della serie, ma scoprirlo significherebbe farvi un grosso SPOILER. Se non volete rovinarvi la sorpresa quindi, ignorate le righe che seguono e passate subito al paragrafo successivo; viceversa preparatevi a restare con la mascella spalancata leggendo quanto segue all'interno del box rosso.
 
Alla fine dell'episodio pilota scopriamo che Rebecca avrà una femmina ed un maschio, ma che perderà il terzo bimbo, soffocato dal cordone ombelicale. Jack alla nursery s'imbatte in un vigile del fuoco che ha portato lì un orfano abbandonato alla caserma dei pompieri, ed interpretandolo come un segno del destino decide di adottarlo in quanto terzo figlio. Scopriamo così che la storia di Rebecca e Jack si ambienta nel 1979, e che quelle di Kevin, Kate e Randall, i loro tre figli, si svolgeranno invece ai giorni nostri, ed ecco perché tutti i protagonisti sono legati dai 36 anni e festeggiano il compleanno lo stesso giorno. La serie adotterà quindi una narrazione parallela binaria: una storyline si svolgerà nel passato mentre le restanti tre nel presente.

Kate e Kevin

CONCLUSIONE

 
This Is Us è una storia pregna di emozioni e sentimenti forti, personaggi carismatici e realistici, drammi di ordinaria quotidianità con cui tutti possiamo misurarci e rivederci. Scritto con intelligenza, tatto e sensibilità, forte del suo cast (Milo Ventimiglia e Sterling K. Brown su tutti), di una regia frizzante, scorrevole e calda, nonché una sceneggiatura capace di regalare al pubblico momenti di grande impatto emotivo e non poche sorprese. La prima puntata vince e convince mantenendo tutte le promesse fatte dal trailer e regalando cinquanta minuti di grande spessore narrativo e personaggi credibili e ottimamente caratterizzati, con una premessa simile come quella regalata nelle battute finali dell'episodio è difficile capire se riuscirà a mantenere alte le aspettative fino alla fine o se si rivelerà essere un progetto troppo ambizioso, ma ad oggi riteniamo questo debutto uno dei più convincenti di quelli in onda sulle reti nazionali americane. L'asticella della qualità è stata innalzata ulteriormente, preparatevi reti via cavo.


This Is Us 01

Titolo italiano:  Il gioco della vita
Titolo Originale: Pilot

Data italiana: 21/11/2016
Data in patria: 20/09/2016
Durata: 45 minuti

Totale voti:   5   0   0 


Mikoto

Mica me l'aspettavo quel colpo di scena sul finale! Mi ha conquistata, è dolcissima e tenera, senza dimenticarsi di mostrare la vita vera, la adoro già

 01/11/2018

Kouga

Storia di ordinaria quotidianità farcita di realismo, tatto e sensibilità. Ottimo mix di dramma e risate, personaggi memorabili, plot twist finale incredibile. Grandissimo debutto ed alte aspettative.

 22/09/2016


Altri Voti