Torna Supergirl, una delle serie supereroistiche più discusse dell'ultima stagione, dal target specificatamente femminile e teen/young adult, ma che riesce a tirar fuori delle perle piacevolissime anche per gli appassionati di fumetto. Supergirl deve riuscire a convivere con il nuovo equilibrio della sua vita e con le nuove relazioni che si sono venute a creare. Riuscirà Kara a far convivere la sua triplice natura - umana, aliena e supereroistica - con la sua esistenza sempre più impegnativa? 

SUPERGIRL: TRAMA E CAST

Dopo dodici anni in cui è vissuta sulla Terra tenendo celata la sua vera identità, Kara Zor-El decide di iniziare ad usare i suoi poteri per proteggere i cittadini della sua città, National City. Entra quindi a far parte della segreta organizzazione guidata da Hank Henshaw, per la quale già lavora la sorella, provando a coniugare la normale vita quotidiana con la sua nuova identità da eroina.

Melissa Benoist (Kara / Supergirl); Mehcad Brooks (Jimmy Olsen); Calista Flockhart (Cat Grant); David Harewood (Hank Hanshaw/J'onn J'onnz); Chyler Leigh (Alex Danvers); Jeremy Jordan (Winn Schott).

Supergirl e Mon-El

SUPERGIRL: ANALISI TRAMA EPISODIO

Finalmente è arrivato per Mon-El il momento di scendere in campo: l'allenamento con Supergirl ha dato i suoi frutti e la ragazza ha deciso di fidarsi di lui. Non poteva verificarsi coincidenza migliore: proprio nelle stesse ore una nostra vecchia conoscenza riesce, apparentemente aiutata, a evadere di prigione: Livewire è di nuovo a piede libero. La nostra elettrica rockettara non perde tempo per farsi notare, attaccando una stazione di polizia. Sembra però non essere sola: a lei si è unito un secondo scagnozzo a quanto pare dotato degli stessi poteri. Supergirl interviene assieme al compagno Mon-El e, mentre lei si occupa dei metaumani, lascia al ragazzo il compito di proteggere gli agenti. Improvvisamente, interviene anche Guardiano, deciso a dimostrare all'amica il suo valore: nel pieno dell'azione, però, Mon-El si lascia trasportare dai suoi sentimenti e abbandona i civili per aiutare Kara, provocando il ferimento di Guardiano e la fuga dei nemici. Supergirl, approfittando del fatto che il nuovo vigilante è svenuto, lo smaschera scoprendone l'identità segreta. Viene così a conoscenza del lavoro che James svolge con Winn per proteggere la città, capendo finalmente l'ardore degli amici su certi argomenti. Ciononostante, si oppone fermamente a loro: James è privo di poteri e rischia troppo ogni volta che lavora come Guardiano, mentre Mon-El non può avere la sua fiducia se non obbedisce ai suoi ordini.

Livewire è nuovamente a piede libero

Intanto, grazie a un filmato di sicurezza, il gruppo scopre che in realtà Livewire è stata rapita: non si tratta quindi di un carnefice ma di una vittima. Winn riesce a tracciarne la posizione, ma lo tiene nascosto al resto della squadra per passare l'informazione a James, in modo da poter dimostrare a Kara quanto si sbagli sul Guardiano. Mon-El ascolta per caso la conversazione e, raggiunto Guardiano dove Livewire viene tenuta prigioniera da un misterioso scienziato che ne sta assorbendo i poteri per potenziare artificialmente altri esseri umani, si unisce alla battaglia - solo per venire sconfitto assieme all'amico. Winn si trova costretto a chiamare Supergirl, che mettendo da parte la rabbia parte al salvataggio. 

Liberati gli amici e Livewire, Kara scopre che anche in Leslie è rimasto un briciolo di umanità quando riesce a convincerla non solo a collaborare, ma a risparmiare il suo rapitore. Decide così di concederle la fuga, nella speranza che riesca a trovare sé stessa. Confrontandosi con Winn e James, spiega loro a chiare lettere che non fermerà la loro crociata, ma che non intende neanche supportarli apertamente. Mon-El, infine, le rivela che alla stazione di polizia ha scelto di aiutarla perché tiene a lei in un modo che a quanto pare non è ricambiato.

J'onn, parallelamente, riesce a salvare M'gann da un inspiegabile stato comatoso decidendo, spinto da Alex e con grande spirito di sacrificio e altruismo, di effettuare con lei il Legame. Così scopre che la ragazza, pur essendo un marziano bianco, ha un animo nobile e generoso: decide così di perdonarla e di concederle di andare avanti con la sua vita, in amicizia. M'gann, risvegliatasi, rivela di aver subito un attacco psichico dai suoi ex compagni: i marziani bianchi stanno arrivando sulla Terra.

SUPERGIRL: RECENSIONE EPISODIO

Jimmy vuole dimostrare a Kara quanto vale

Devo essere sincero e denunciare una certa sensazione di trito e ritrito che in alcuni momenti mi ha preso durante la visione. Alle volte, quello che si avverte è di aver già visto la scena, già assistito a quel battibecco, o almeno che quei temi tornino e ritornino come onde. Però, di contro, lo show mette in campo delle cose comunque interessanti: Livewire dopo il debole esordio ha preso spessore sia nel crossover con Flash dello scorso anno che in questa puntata, avviandosi verso la figura di antieroe più che di semplice cattivo. Questo è sicuramente interessante e apre a scenari narrativi che mi incuriosiscono, così come l'oscura profezia di M'gann sull'arrivo dei marziani bianchi. Sappiamo già che in uno dei prossimi episodi J'onn e Supergirl saranno coinvolti in uno scontro con questi ultimi, e non vedo l'ora di vedere nuovamente in azione il mio adorato Martian Manhunter. Tra l'altro, notevolissima come sempre la performance di David Harewood, che ha davvero compreso questo personaggio e lo sta mettendo in scena con tutta la sua gamma di complesse emozioni e contraddizioni. Il rimpianto peggiore è non poterlo vedere interagire con Batman - cosa per cui veramente potrei impazzire -, ma a quanto pare già aver avuto Superman è un dono non da poco.

Non mi sta convincendo invece la nascente romance tra Mon-El e Kara. Ho il timore, ben fondato visti i precedenti, che ancora una volta si metta al centro dello show una storia d'amore rispetto alla trama e allo sviluppo dei personaggi. Questa cosa è costata una bella fetta di pubblico ad Arrow, e potrebbe costarne altrettanta a Supergirl - benché il target di riferimento sia completamente diverso, e potrebbe invece trasformarsi in un aspetto positivo. Ma preferirei sinceramente che si dia risalto alla storia tra Alex e Maggie, molto più interessante.
 
In generale, questa settimana l'episodio di Supergirl è rimasto nella media, senza infamia e senza lode. Buono lo sviluppo dei personaggi, sia singolarmente che nelle loro relazioni. Palma d'oro ad Harewood che con Chyler Leigh/Alex sa sempre farmi emozionare.

Salutiamo gli amici della pagina Facebook Justice Of Shield Italia.

Supergirl 10

Titolo italiano:  Possiamo essere eroi
Titolo Originale: We Can Be Heroes

Data italiana: 07/03/2017
Data in patria: 30/01/2017
Durata: 0 minuti

Totale voti:   5   0   0 


Arikitarukika

Episodio top! Personaggi ben caratterizzati e relazioni quasi consolidate. Un team affiatato ma separato, che peccato! Sviluppi che preannuciano arrivi inattesi.

 04/01/2018

Kentel

Episodio senza infamia e senza lode. Buono lo sviluppo dei personaggi, sia singolarmente che nelle loro relazioni. Palma d'oro ad Harewood e al suo Martian Manhunter.

 01/02/2017


Altri Voti