Sono passati 20 anni, ma tutti noi proviamo ancora un brivido di eccitazione se riascoltiamo l'energica e incalzante sigla di Buffy l'ammazzavampiri, composta da Slayer e Cradle of Filth. Non importa quali sequenze si siano susseguite su queste note, quante ne siano cambiate nel corso di sette stagioni, quanti nomi si siano susseguiti su questo pezzo, appena parte tutti noi ci ritroviamo catapultati a 20 anni fa, quando l'avventura della Cacciatrice aveva inizio. Anniversario, questo, non passato assolutamente inosservato, bensì celebrato con tutti i dovuti rituali dagli attori protagonisti, dal creatore della serie e da Entertainment Weekly.

Ma, prima di tuffarci in un mare di foto, dichiarazioni e rivelazioni, direi sia il caso di creare un minimo di atmosfera, e come farlo se non con la sigla sopra citata?
 

 

Tutti insieme appassionatamente

 
In ogni generazione, nasce una Cacciatrice, e con lei una serie TV che riesce a forare la cultura pop come un paletto nel cuore. Dopo la sua corsa di sette stagioni, Buffy l'ammazzavampiri è riuscita a guadagnarsi uno dei fandom più fedeli nella storia della televisione, grazie alla sua improbabile ma stranamente continua miscela di generi (horror! comedy! teen soap! tragedy! musical?!?), presentando una delle eroine più uniche mai viste sullo schermo.

La serie segue le vicende dell'ammazzavampiri Buffy Summers mentre si destreggia tra gli orrori della sua scuola, la Sunnydale High, sia reali (essere la nuova arrivata, trovare un accompagnatore per il ballo), sia soprannaturali (mostri serpente ed ogni genere di creatura spaventosa e strana che la vostra mente possa partorire). "È la metafora definitiva: gli orrori adolescenziali che si manifestano sotto forma di mostri reali," ha detto l'interprete protagonista Sarah Michelle Gellar. "È il periodo più difficile della vita."

Ha aggiunto David Boreanaz, che ha dato il volto ad Angel, l'amante vampiro di Buffy: "Quando vai incontro ad una parte terrificante della tua vita, come può essere il periodo adolescenziale, ti senti solo. E Buffy era un modo per dire al pubblico che non era solo." Emma Caulfield, che ha interpretato l'ex demone terrorizzato dai conigli Anya, ha fatto eco alla dichiarazione di Boreanaz: "Tocca le emozioni umane più basilari, come se fosse una cianografia umana. 'Non ho amici. Mi sento isolato.' Questa sorta di nucleo delle emozioni umane."

In onore della reunion per celebrare il 20esimo anniversario della serie, anche Joss Whedon si è lasciato andare ai ricordi e ha detto la sua: "È surreale. Per la maggior parte, sembra di essere ad un ritrovo di ex compagni di liceo, ma decisamente peggio perché loro sono tutti in perfetta forma. Speravo qualcuno si fosse spompato un po', ma ciò non si è avverato."

E, come in ogni ritrovo di ex compagni di liceo che si rispetti, per i membri del cast è stato come guardarsi allo specchio e ripercorrere la strada percorsa finora. "È stato il ruolo di una vita," ha dichiarato Alyson Hannigan, che ha prestato il volto all'iconica Willow Rosenberg. "Ho incontrato l'amore della mia vita [il collega Alexis Denisof, che ha interpretato il timido Watcher Wesley]. E andare al lavoro tutti i giorni e avere Joss al mio fianco come se mi allenasse - non ho mai vissuto un'esperienza migliore di questa."

Ma è stata la Gellar, che ha interpretato il ruolo cardine della serie dal 1997 al 2003, ad affrontare il discorso che tutti stavano aspettando: "Sono incredibilmente orgogliosa di ciò che abbiamo creato. Certe volte hai bisogno di allontanarti per percepirne la solennità. Ho apprezzato tutto di quel lavoro. Quando sei un attore, tutto ciò che vuoi fare è lasciare la tua impronta - fare qualcosa che tocchi la gente."

E, per quelli che hanno creato Buffy e l'hanno amata così tanto, questa serie è diventata molto più che un semplice show televisivo. "La cosa più importante per me era quella di avere persone che venivano da me per dirmi che lo show li aveva fatti sentire diversi riguardo il modo in potessero essere, riguardo ciò che potessero fare, riguardo a come rispondevano ai problemi, riguardo all'essere un leader donna," ha detto Whedon. "La gente ha ricavato forza dai miei piccoli terrori... Non c'è eredità migliore di questa."
 

 

A proposito di futuro... possibilità di un revival?

 
Inutile negarlo, la moda del revival sta spopolando negli ultimi tempi: Una mamma per amica, Will & Grace, Prison Break, e chi più ne ha più ne metta.

E per quanto riguarda Buffy? Se chiedete ai membri del cast, troverete opinioni discordanti.

Alyson Hannigan: "Penso dovremmo fare il cartone animato di Buffy."

James Marsters: "Penso che se Joss ne fosse a capo, allora sì, diamine. Se non ci fosse lui, assolutamente no."

Charisma Carpenter: "Penso che i fan impazzirebbero se si facesse effettivamente qualcosa del genere. Renderebbe felici molte persone."

Sarah Michelle Gellar: "Arrivati ad un certo punto, quando le cose sono magiche, non vuoi tornare indietro e fargli fare la stessa fine de Il Padrino - Parte III, no?" ha scherzato l'attrice. "Sono sicura del fatto che i fan siano incredibilmente interdetti da questa risposta, ma credo dovrebbero infastidirsi di più nel caso creassimo qualcosa che non regge l'aspettativa, considerando che è davvero molto alta. Amo il fatto che possa continuare a vivere nei fumetti e nelle graphic novel. Ci sono molti mondi in cui può continuare a vivere."  

Ma non perdete totalmente le speranze, perché il creatore Joss Whedon  pensa ci sia ancora del potenziale per la storia.

"Qualunque cosa trova la strada per tornare indietro da qualche parte. Ho cercato deliberatamente di andare avanti e fare qualcosa di leggermente diverso. Ma la cosa bella è che sono tutti davvero in forma, e l'altra cosa bella è che lo show parla proprio di crescita. Se lo facessimo con questo cast, rispecchierebbe più o meno l'età che i personaggi dovrebbero avere adesso. Dovrebbero interpretare probabilmente personaggi più giovani perché ne sono in grado. Ma, sì, vedresti qualcuno andare avanti in una diversa tappa della propria vita. Non sarebbe qualcosa del tipo 'Non posso credere che siamo ancora al liceo! Indosso i pannolini!'" 
 

 

Il grande assente

 
Purtroppo, come già molti di voi avranno notato, un membro fondamentale del cast non ha potuto presenziare al ritrovo, ma Anthony Stewart, il caro vecchio Rupert Giles, è stato presente con lo spirito.

"Sono molto dispiaciuto di non poter essere intervenuto alla reunion - non perché non ci abbia provato -, letteralmente coincidente con le prove di Love In Idleness. Che peccato."
 

Il messaggio è arrivato tramite il tweet dell'interprete dell'iconico mentore della Cacciatrice, il quale ha aggiunto in seguito: "EW ha lavorato duramente affinché la mia presenza si sentisse - tramite un ritratto posto sul set e un'intervista. Un brindisi a questi 20 anni e a questo magnifico gruppo di persone."
 

La scelta del secolo: Angel o Spike?

 
In questo excursus non poteva mancare un riferimento al dibattito che ha afflitto e diviso il fandom di Buffy in due per anni: Angel o Spike?

A dissipare la matassa, questa volta è stata proprio Sarah Michelle Gellar, puntualizzando chi avrebbe rappresentato un grande NO per la nostra Buffy Summers. 

"La gente mi chiede chi credo fosse il top per Buffy e mi sono beccata un sacco di odio e di minacce di morte - sul serio - per questo motivo," ha dichiarato la Gellar. "C'era qualcosa di veramente speciale per me riguardo la storia di Buffy ed Angel. Penso che Spike abbia compreso una parte diversa di chi fosse Buffy e penso che anche lei avesse bisogno di capirla e scoprirla. Ma, per me, in qualità di Buffy, la scelta ricade su Angel."

Lo stesso Joss Whedon ha dichiarato di avere problemi nella scelta del "vincitore": "Sono diviso esattamente a metà perché in termini di relazione a lungo termine Spike è l'uomo perfetto, visto che si è letteralmente procurato un'anima per lei, ma [quella di Angel e Buffy] è la più grande storia d'amore che abbia mai raccontato. Non si può discutere su questo."
 
 

Gioie e dolori di Willow e Tara 

 
Certo, il triangolo amoroso tra Buffy, Angel e Spike è stato importante per i fan della serie, ma c'è stata un'altra storia d'amore che ha rivestito un importante ruolo nel cuore degli appassionati dello show, portando gioie e dolori che non hanno nulla da invidiare ai grandi amori della Cacciatrice: stiamo parlando ovviamente di Willow e Tara (Amber Benson).

Willow aveva precedentemente avuto una relazione con il lupo mannaro Oz (Seth Green) - senza dimenticarci della cotta stratosferica che aveva per Xander -, ma in seguito ha incontrato Tara al collage. Joss Whedon ha dato la notizia alla Hannigan durante le riprese di alcune scene della terza stagione. È lei stessa a ricordarlo: "Stavamo passeggiando nel parcheggio, e lui mi ha semplicemente detto, 'Willow avrà un'amica, e sarà un'amica speciale'. Io ero tipo, 'Okay, va bene!'. Non sapevo cosa intendesse in realtà."

La loro storia è stata una delle più importanti relazioni omosessuali mostrata in televisione ed ha rivestito un'importante ruolo nel cuore dei fan di Buffy e in particolar modo per il pubblico appartenente alla comunità LGBT. "Devi guardare il percorso, ed è stato, secondo me, davvero innovativo, e... non ho mai avuto niente se non una reazione estremamente positiva a riguardo," ha detto la Hannigan. "È stato qualcosa di molto profondo per le persone che si trovavano nella stessa situazione o che erano terrorizzate all'idea di quello a cui sarebbero andate incontro e guardare qualcuno che avevano imparato a conoscere nel corso degli anni affrontare la stessa cosa le ha fatte sentire meno sole, è stato come un regalo poter far parte di questo."

La Benson ha aggiunto: "Abbiamo ricevuto un sacco di lettere. Penso ci fossero molti ragazzi che si sentivano soli e vedere due personaggi venir accettati da un gruppo di loro compagni in uno show televisivo ha cambiato le regole del gioco. Loro amavano già Willow, ma poi vederla diventare qualcuno in cui si potessero identificare li ha fatti sentire adeguati così come erano."
 


Vi lasciamo con la galleria con tutte le foto scattate per l'occasione e un mare di feels che, sono più che sicura, vi ha assalito come un treno in corsa per tutta la durata della lettura del reportage. 
 

Fonti:
Entertainment Weekly - Tutti insieme appassionatamente
Entertainment Weekly - Revival
Entertainment Weekly - Anthony Stewart
Entertainment Weekly - Angel o Spike?
Entertainment Weekly - Willow e Tara
Entertainment Weekly - Foto