The Walking Dead giunge al suo finale di stagione. The First Day of the Rest of Your Life, come da tradizione, sarà un episodio scoppiettante e con una morte illustre.
 
​​​​​​The Walking Dead 7x16 recensione

THE WALKING DEAD: TRAMA E CAST

La posta in gioco continua a salire. Diversi percorsi si incrociano mentre il gruppo mette in atto un piano intricato.

Andrew Lincoln (Rick Grimes), Chandler Riggs (Carl Grimes), Norman Reedus (Daryl Dixon), Melissa McBride  (Carol Peletier), Lennie James  (Morgan Jones) Lauren Cohan  (Maggie Greene), Danai Gurira  (Michonne),  Jeffrey Dean Morgan (Negan), Sonequa Martin-Green  (Sasha Williams).

Alanna Masterson (Tara Chambler), Josh McDermitt (Dr. Eugene Porter), Christian Serratos  (Rosita Espinosa), Seth Gilliam (Fr. Gabriel Stokes), Ross Marquand (Aaron), Austin Amelio (Dwight), Xander Berkeley (Gregory), Khary Payton (Ezekiel).
 
I piani non vanno mai come previsto parte 1

THE WALKING DEAD: JUST FREEDOM

Negan in piedi. Rick e Carl in ginocchio. Lucille che rotea. Avete un senso di déjà vu? Un anno è passato, ma il finale di stagione di The Walking Dead è ancora affidato a Negan e Rick. Due personaggi che, quando sono assieme sullo schermo, catalizzano l'attenzione e fanno scintille. Il gigioneggiare del primo prende consistenza, scontrandosi con lo sguardo battagliero del secondo. Se The First Day of the Rest of Your Life doveva emozionare e riscattare una stagione sottotono, non ci si poteva affidare che a loro e iniziare la guerra di cui tanto si è parlato in precedenza. Questa volta il macabro teatrino di Lucille assetata non spezza lo sceriffo Grimes, anzi fortifica la sua voglia di combattere, cambiando di conseguenza l'esito della vicenda rispetto alla volta scorsa. La puntata è stata costellata da piani, tattiche e scelte individuali che hanno segnato il destino di questo capitolo conclusivo della settima stagione. Alexandria è stata tradita dai suoi alleati, accoltellata alle spalle e riconsegnata alla mercé dei Salvatori. Ma anche Negan ha dovuto fare il conto con due imprevisti di non poco conto. Sasha non si è fatta piegare - a differenza di Eugene, oramai completamente asservito -, sacrificando se stessa pur di assalire colui che ha ucciso il suo amore, sotto forma di Vagante. Just Freedom dei MIDIMarc è stata la colonna sonora di chi non si è arresa, facendo di tutto per liberarsi dall'oppressore che era pronto ad uccidere uno dei suoi amici. Un atto di coraggio che è anche un atto d'amore, sia verso il suo gruppo che verso Abraham, dato che ora si potranno ritrovare nell'aldilà. L'altra variabile impazzita è stata rappresentata da Hilltop e dal Regno, che sono scese in campo combattendo fianco a fianco al grido di "Alexandria non cadrà!". La prima battaglia è vinta, sottolineando la tenacia e la voglia di vivere dei nostri eroi. Ma siamo solo all'inizio: i Salvatori hanno dalla loro il numero, mentre chi combatte per la libertà solamente la sua determinazione, una tigre e Dwight, che fa sapere a Daryl di essere ancora dalla loro parte. Commovente il ricordo finale di Maggie che omaggia Glenn, colui che assieme a Rick ha dato il via a tutto, a quella piccola fiammella di speranza in un mondo devastato da un'apocalisse.

I piani non vanno mai come previsto parte 2

THE WALKING DEAD: TIRIAMO LE SOMME

Sedici episodi sono passati, quindi è ora di tirare le somme sulla settima stagione di The Walking Dead. Si era creata davvero molta attesa dopo l'avvento di Negan. La prima metà di stagione, come già detto in occasione del winter finale, se l'era cavata bene, mostrandoci la storia da vari punti di vista, elaborando i vari lutti e seminando i primi germogli di una rivalsa. Tutto questo invece è andato a perdersi nella seconda parte di stagione. Si sono diluiti troppo gli eventi, mostrando cose ridondanti e allungando il brodo per arrivare con una determinata situazione a The First Day of the Rest of Your Life. Non fraintendiamoci: l'introspezione, i momenti lenti e le sequenze atte a preparare un evento successivo nella linea narrativa sono caratteristiche del serial fin dall'inizio, ma in questa occasione non sono state molto ispirate o accompagnate da abbastanza sostanza in seguito. Non è facile portare avanti una serie TV come questa dopo sette anni, con il pubblico che continua a crescere nonostante le critiche, questo lo capiamo, ma non possiamo soprassedere quando, oltre a una narrazione poco brillante, si nota una realizzazione non accurata, considerando anche il budget stanziato da AMC. Effetti scenici, computer grafica ed errori vari hanno minato gli ultimi otto episodi, presentando un prodotto inferiore a ciò a cui eravamo abituati. Detto questo, per fortuna ci sono Negan e Rick, che potranno regalarci altri bei momenti nell'ottava stagione.

Ezekiel si butta nella mischia

THE WALKING DEAD: IL GIUDIZIO

Su The First Day of the Rest of Your Life c'è poco da dire. Season finale solido, che ha tenuto alta l'attenzione per tutta la sua durata. La guerra che aspettavamo è finalmente iniziata, mantenendo le promesse fatte. Negan e Rick hanno dato vita a dei bei momenti, facendoci rammaricare per il fatto che non si incontrino più spesso nell'arco di una stagione. Il giudizio globale, invece, è meno positivo: colpa di alcuni passi falsi che hanno minato la qualità del prodotto, che quando si chiama The Waking Dead deve rispettare certi parametri per non deludere il proprio pubblico.
 

Salutiamo gli amici della pagina Facebook The Walking Dead Italia.

The Walking Dead 16

Titolo italiano:  Il primo giorno del resto della tua vita
Titolo Originale: The First Day of the Rest of Your Life

Data italiana: 03/04/2017
Data in patria: 02/04/2017
Durata: 0 minuti

Totale voti:   9   0   0 


AleSiryus

Nel complesso l'episodio è promosso, peccato per alcune scene (scontro) e le tempistiche. Quei voltafaccia dei rivosta rifiuti proprio non me lo sarei aspettato. Molto toccante il discorso di Maggie

 09/11/2017

sintetico82

Finale valida ma questa stagione ha avuto molti alti e bassi.

 20/04/2017

sailortenshi

Il discorso di Maggie mi ha strappato più di una lacrima, Glenn è una ferita ancora aperta e non avevo del tutto realizzato come tutto, alla fine, fosse dipeso da lui. Sasha badass fino in fondo.

 15/04/2017

oberon

Il serial cerca sempre più una propria identità rispetto al fumetto, nel complesso riuscendoci. Vero, qualche inciampo ogni tanto, ma anche ottime soluzioni narrative e registiche.

 08/04/2017

sggk

finale arruffato...con gente che appare da tutte le parti, all'improvviso, senza farsi sentire ne notare, sempre e solo al momento giusto. Tutti sparano a salve ai protagonisti. speriamo nella 8x01!

 04/04/2017

GIGIO

Beh il finale non è male, anche se la sparatoria è stata grossolana. Il problema è stata la stagione intera.

 04/04/2017

sylar 46

Non il miglior epilogo di stagione della serie (svolgimento e dinamiche prevedibili dopo pochi minuti) ma non ha comunque sfigurato più di tanto.

 04/04/2017

jeffhardy80

Season finale solido, che ha tenuta alta l'attenzione per tutta la sua durata

 03/04/2017


Altri Voti