Bloodline è giunto al suo atto finale. I Rayburns, la tormentata famiglia al centro della serie originale Netflix, ritorneranno per l'ultima stagione il 26 maggio.

La terza ed ultima stagione, composta da 10 episodi, seguirà John e i suoi parenti "raggiungere la fine del viaggio nella loro ambigua moralità."


 
La storia di una famiglia, i Rayburn, che gestisce una piccola pensione delle Florida Keys. Nella comunità cittadina i Rayburn sono da tutti ben considerati, chiunque ha una grande stima di loro e gli affari viaggiano discretamente. Il capofamiglia è il rigido Robert che assieme alla compagna di una vita, la moglie Sally, ha cinque figli: lo sceriffo John, Meg, Kevin, Danny e la defunta e preferita dal padre Sarah. Quest'ultima è morta giovanissima annegando in mare, in uno sfortunato incidente del quale il padre Sam incolpa sin da subito il giovane figlio Danny e sul quale sfoga il suo lutto e la sua rabbia percuotendolo fisicamente. A Danny capita spesso di essere maltrattato dal padre, ma l'omertà dei suoi fratelli non permette alle autorità di intervenire. Divenuto adulto, Danny si ritrova pertanto costretto a lasciare la casa natale, a differenza dei fratelli, e comincia a condurre una vita molto sregolata abusando di droga ed alcol per i traumi psicologici ricevuti da ragazzo. Passati molti anni deciderà di tornare alle Florida Keys assetato di vendetta e desideroso di una base per i suoi illeciti traffici di droga. La famiglia, a questo punto, si sfalderà in due fazioni, tra chi lo vorrebbe accogliere consapevole del fatto di essere stati artefici delle sue condizioni e convinti che ci sia posto per lui all'interno dell'azienda, e chi invece vorrebbe vederlo ripartire presto per non distruggere la nomea di "famiglia perfetta" da parte della pecora nera, certi che in fondo sia una persona irrecuperabile.
 
Fonte:
TVLine