Lungo una serie televisiva, ci sono episodi che per una ragione o per l'altra, anche se non esaltati, segnano un momento storico: Witness è uno di questi. Il villain per eccellenza della televisione, Gustavo Fring, piomba in Better Call Saul dopo i suoi trascorsi in Breaking Bad e per i fan l'acquolina in bocca comincia a farsi sentire. Sapevamo già della presenza di Giancarlo Esposito all'interno del prodotto AMC, si parlò molto della sua partecipazione sul set di Better Call Saul e gli stessi trailer della terza stagione lo avevano annunciato con enfasi, ma nonostante ciò vederlo apparire ha provocato una forte emozione. Sono bastati pochissimi istanti per riconoscere la sua sagoma, il suo vestiario, i suoi movimenti, anche se il suo personaggio è apparso inizialmente sfuocato dietro il primo piano di Jimmy. Dopo qualche minuto è lui stesso che arriva in soccorso del protagonista e da quel momento comprendiamo tutti che Better Call Saul sarà ancora più interessante. 

LA TRAMA DI BETTER CALL SAUL - WITNESS

Jimmy insiste affinché Kim assuma una nuova segretaria. I due navigano su rotte differenti ma la loro convivenza sembra reggere alle diversità professionali. Tra tutti i clienti che si presentano da Jimmy vi è anche Mike, il quale, pedinando gli uomini di Salamanca, arriva ad un fast food: il Los Pollos Hermanos. Mike chiede a Jimmy di fingersi un cliente ed analizzare gli spostamenti all'interno del locale dei clienti, in particolar modo di uno di essi. Jimmy attende l'arrivo di mister X ma non trova nulla di anomalo nel suo comportamento se non uno zaino apparentemente pesante che l'uomo ha sempre portato con sé. Rovistando tra i cestini del locale incontra anche il proprietario del fast food Gustavo Fring, che lo aiuta a recuperare il suo orologio finito appositamente nell'immondizia.  
Ernie, l'impiegato della HHM che aveva scoperto della registrazione fatta da Chuck ai danni di Jimmy, non riesce a mantenere il segreto e spiffera tutto a Kim. A sua volta l'avvocatessa avvisa preoccupata Jimmy che, in preda all'ira, corre a casa di Chuck per distruggere il nastro. Ad attenderlo però ci sono anche Howard e un agente della sicurezza che sentono Jimmy imprecare contro il fratello, lo vedono distruggere la cassetta e ammettere di essere colpevole.   

Jimmy e Mike in Better Call Saul 3x02 Witness

ANALISI DELL'EPISODIO

Abbiamo assistito ad un episodio dove i vecchi volponi la fanno da padrone. Sia Chuck che Gustavo Fring tendono una brutta trappola ai protagonisti mettendo Mike e Jimmy con le spalle al muro. Credevamo infatti che a reggere il gioco fosse Mike e che Jimmy stesse facendo un ottimo lavoro d'osservazione per conto del sicario. Di certo la diffidenza di Gustavo Fring non l'abbiamo vista per la prima volta in Witness, ma in questa puntata scopriamo il motivo per cui l'uomo è riuscito a farsi strada nel mondo della criminalità senza mai destare sospetto. Sono bastati infatti pochi movimenti di Jimmy, uno sguardo di troppo, a far saltare l'affare all'interno del locale, qualcosa di impercettibile al telespettatore ma di assoluto rilievo per un uomo come Fring. Le conseguenze sono devastanti: non solo Mike perde la possibilità di localizzare gli uomini di Salamanca, ma abbiamo un nemico all'erta e un protagonista che dovrebbe temere per la propria incolumità.

Sulla stessa barca traballante troviamo anche Jimmy. In Witness abbiamo scoperto il motivo per cui Chuck non ha sin da subito consegnato la confessione del fratello alle autorità: non voleva ferirlo ma distruggerlo. Chuck - appositamente - ha dapprima fatto cambiare le batterie del registratore ad Ernie, consapevole che il ragazzo non avrebbe mantenuto il segreto a lungo e poi, come cita il celebre detto cinese, si è seduto lungo la riva del fiume aspettando il cadavere del nemico passare. Le peculiarità che contraddistinguono i due fratelli non si sono mai state così ben definite come in questa puntata: Jimmy crede di conoscere suo fratello ma in realtà rimane sempre profondamente deluso dal suo comportamento, Chuck invece conosce fin troppo bene Jimmy e per lui è divenuto un essere fin troppo prevedibile e banale. 

La trama di Better Call Saul giunge dunque ad una svolta molto interessante agli occhi del telespettatore che da troppi episodi vedeva un Mike pedinare il cartello - ma con poco spazio all'azione - e un Jimmy rinchiuso tra le mura del suo ufficio legale mentre cerca di non uscire dal selciato agli occhi di Kim. Proprio quest'ultima, già dalla seconda stagione, fatica a trovare spazio nella sceneggiatura della serie televisiva. Sappiamo bene che non farà parte della vita di Jimmy ancora a lungo - ce lo ha detto Breaking Bad e ce lo dice anche Better Call Saul in alcuni episodi in cui viene mostrato Jimmy nel futuro vivere nella solitudine - ed è chiaro come il sole che la sua storyline venga lasciata in stand by in vista degli sviluppi futuri. La sensazione è quella che gli sceneggiatori sappiano dove il suo personaggio debba arrivare, che siano arrivati a completare il suo percorso, ma che preferiscano temporeggiare in attesa di mostrare ulteriori dettagli sulla vita di Jimmy. Forse proprio l'ultimo colpo di testa, l'aggressione verbale a suo fratello, farà crollare la coppia sia dal punto di vista professionale che sentimentale.   

Mike sulle tracce di Gustavo Fring in Better Call Saul 3x02

EASTER EGG

Vediamo assieme quali sono stati gli easter egg di questo episodio:

- Kim chiede a Jimmy di darle 5 dollari in modo tale che lei diventi il suo avvocato. Jimmy risponde di avere solo una banconota da 20. Saul Goodman fece lo stesso con Jesse Pinkman e Walter White nell'episodio 2x08 (Conviene chiamare Saul - Better Call Saul) quando i due lo rapiscono e si fingono scagnozzi di Heisenberg. Quando Saul li smaschera chiede a Jesse una banconota da un dollaro ma il ragazzo gliene consegna 5;



- La nuova segretaria di Jimmy e Kim, la neo assunta Francesca Liddy (Tina Parker) è la stessa segretaria che appare in Breaking Bad per 9 episodi nello studio di Saul Goodman;    



- Quando Jimmy è a Los Pollos Hermanos guarda fuori dalla finestra e nota l'arrivo di un uomo con lo zaino. Sullo sfondo vediamo una Volvo V70 del 1998 color blu, l'auto di Gustavo Fring in Breaking Bad.


CONCLUSIONI 

Dopo un avvio che ci aveva fatto storcere il naso per ritmi e profondità di trama, Better Call Saul rinasce attraverso uno dei personaggi chiave di tutto il franchise: Gustavo Fring. Il suo ingresso nel cast anima la fiamma della serie televisiva, grazie al suo carisma ci convince del fatto che qualcosa presto accadrà dando allo show azione e vicende più entusiasmanti rispetto a quelle che attualmente coinvolgono Jimmy. Nonostante vi siano Kim, Chuck e il genere legal drama, restiamo convinti che i momenti di maggior pathos scaturiscano dalla coralità della trama relativa a Mike e Jimmy, come avvenuto nella parte centrale di Witness. Se fino ad ora si faticava a trovare un punto di unione tra i due personaggi ora quella distanza sembra essersi notevolmente assottigliata.
 

Better Call Saul 02

Titolo italiano:  Testimone
Titolo Originale: Witness

Data italiana: 18/04/2017
Data in patria: 17/04/2017
Durata: 0 minuti

Totale voti:   4   0   0 


Mei_Chan

Contentissima che sia arrivato il momento di Gus! Incredibili sviluppi anche per Jimmy.

 20/04/2017

sylar 46

Per essere soddisfatti dell'episodio basterebbe solo l'entrata in scena - seppur annunciata - di Gus Fring... ma anche tutto il resto, finale in primis, fa la sua dannatissima parte!

 19/04/2017

GIGIO

Il solo rivedere Gus Fring vale il prezzo del biglietto

 18/04/2017


Altri Voti