NEGLI EPISODI PRECEDENTI DI ARROW

Figlio illegittimo di una delle vittime dell'Incapucciato, Prometheus ha trascorso gli ultimi cinque anni a studiare il suo avversario per distruggerlo sotto ogni punto di vista. Smascherato pubblicamente come il Procuratore Distrettuale Adrian Chase, il criminale è costretto alla fuga da Star City. Il suo prossimo obiettivo? William, il figlio di Oliver.
 

Fratello e sorella

TRAMA DELLA PUNTATA
Onora i Tuoi Padri

Venuto a conoscenza che il Procuratore Distrettuale Adrian Chase sia in realtà il letale Prometheus, il Giudice Balderrama scarcera i 36 criminali che ha contribuito ad arrestare con il suo lavoro, scatenando il panico in città. Intanto, nell'ufficio del Sindaco Queen è stata consegnata un'enorme cassa da parte di Simon Morrison, il vero nome dietro Chase, contenente un cadavere cementificato.

Dal calco dei denti, Dinah scopre che il corpo appartiene ad Henry Goodwin, scomparso quindici anni prima. Mentre il Team Arrow inizia a studiare per quale motivo Prometheus possa aver inviato quel corpo ad Oliver, le Reclute cercano di rintracciare Derek Sampson, il più pericoloso dei criminali rimessi in libertà. Sentite in TV le ultime notizie Thea torna in città, giusto in tempo per scoprire che Dinah e Quentin hanno trovato un collegamento con il corpo di Henry: ad ucciderlo potrebbe essere stato molto probabilmente Robert Queen, il defunto padre di Oliver. Il ragazzo vuole ovviamente fare di tutto per tenere all'oscuro questa verità, visto che dopo le accuse di impeachment teme che un nuovo scandalo possa costargli la poltrona di sindaco. L'avvocato del defunto padre di Chase, consegna sotto sua esplicita richiesta una pennetta USB ai fratelli Queen che stando alle sue parole "rivelerebbe la terrificante realtà su loro padre"; se Oliver decide di non visionarne il contenuto mettendosi sulle tracce di Sampson, Thea è invece intenzionata a scoprire la verità, e dopo averlo fatto intende mostrarla anche a suo fratello.

Il filmato risale al 2002, e proviene da un video della telecamera di sicurezza della Oliver Enterpraises, un'impresa di costruzioni nominata in onore del primogenito dei Queen ora dismessa, in cui Oliver e John stavano rischiando le loro vite in seguito ad una trappola in cui sono caduti nel tentativo di rintracciare Prometehus. Il video mostra Robert e Goodwin avere un'accesa discussione, nella quale in seguito ad una collutazione, quest'ultimo finisce col precipitare in una betoniera. Parallelamente alla scoperta di Oliver, il Team Arrow scopre anche qualcos'altro: sfruttando le abilità e la rete di contatti di Sampson, Prometehus è intenzionato a ripercorrere le orme del suo defunto padre avvelenando la città con un gas tossico. Oliver realizza che Star City ha ancora bisogno di lui e non può tradirla, così indossa il cappuccio di Green Arrow e con la squadra dà inizio al confronto finale con Prometheus e i suoi sgherri. Intenzionato ad onorare le volontà distruttive del padre, Oliver gli rivela che proprio l'avvocato di suo padre gli ha confidato di voler diseredarlo a causa dei suoi disturbi mentali, cosa che lo destabilizza al punto da farlo arrendere e chiedergli di ucciderlo, ma se c'è una cosa che più di ogni altre l'Arciere di Smeraldo deve dimostrare alla sua nemesi, è che non è un assassino: così dopo averlo tramortito lo consegna all'A.R.G.U.S. Ma un sorriso beffardo si palesa sul suo volto una volta chiuso in cella: anche questo faceva parte del suo piano?

Intanto Rene ha dubbi sulla sua udienza per riottenere la custodia di sua figlia Zoe perché non vuole farle rivivere il momento della morte di sua madre durante la testimonianza, ma nonostante le parole d'incoraggiamento di Quentin, il ragazzo decide di non presentarsi. Nel flashback, Anatoly accompagna Oliver sull'Isola di Lian Yu, dove da lì a due giorni con una pira accenderà un fuoco volto a segnalare la sua presenza su una nave mercantile e tornare così a Starling City, ma viene narcotizzato da Kovar, redivivo e sull'isola in cerca di vendetta.
 
Black Canary e Wild Dog
 

ANALISI DELL'EPISODIO
Di padre in figlio

Un episodio estremamente ben scritto, potente ed ottimamente costruito quello di questa settimana. Il percorso di Oliver è cominciato dal sacrificio di suo padre e la richiesta di fare ammenda ai suoi errori, il percorso di Simon/Adrian/Prometheus è cominciato dall'assassinio di suo padre e il desiderio di onorarne le intenzioni, quello che ci troviamo davanti sono due figli segnati dalla perdita dei propri padri, e la cosa che più di ogni altra risalta è come i due personaggi, eroe e villain, siano l'uno lo specchio dell'altro. L'inferno che Oliver ha subito nel corso del suo naufragio sull'Isola di Lian Yu, Prometheus l'ha cercato per essere all'altezza della sua missione; in sostanza il nostro protagonista si trova di fronte ad una versione più oscura e tormentata di sé stesso che ha generato con le sue azioni. Tutto ciò che è accaduto è una conseguenza del suo percorso di formazione, trasformazione ed evoluzione, un peso dal carico enorme che abbiamo scoperto condividere con Thea -poche presenze quest'anno, ma quasi tutte indispensabili a fini narrativi-. Cinica e disillusa nei confronti del suo destino perché pensa di non poter essere niente di diverso da quello che i suoi genitori (Robert, Moira e Malcolm) sono sempre stati, pensa non vi sia salvezza per il futuro, speranza che Oliver invece le infonde dopo averlo appreso a sua volta da Felicity: quella salvezza esiste, ma bisogna lasciar andare il passato, riuscire a soprassedere ai propri errori e persino al proprio dolore. Ed è proprio una delle frasi di Anatoly nel flashback ad essere rivelatorie e determinante sugli sbocchi narrativi dei prossimi episodi: se le colpe di Robert ricadono su Oliver, quelle di Oliver su chi ricadranno? E se ai tempi il giovane rampollo dei Queen non aveva risposta, la sequenza finale della scorsa puntata ed il sorriso di Chase in quest'ultima ce la forniscono: William. Adrian si è fatto volutamente catturare perché perfettamente consapevole che Oliver non l'avrebbe mai ucciso, quale sarà la sua prossima mossa? Farlo evadere dall'A.R.G.U.S. per avere in salvo la sua vita? Come intende distruggere Oliver una volta per tutte?

A tutto ciò, continua parallelamente la struggente storia di Rene, duro dal cuore d'oro che si scopre completamente inerme davanti sua figlia Zoe e la possibilità di deluderla di nuovo, al punto di scegliere persino di rinunciare a lei nonostante il conforto ed il sostegno costante di Quentin.
 

Prometehus furioso


Ed ora passiamo a viziarci con easter egg, rimandi e citazioni che mandano noi appassionati di comics e cultura pop in brodo di giuggiole:

  • il titolo richiama il secondo episodio della prima stagione, "Onora il Padre";
  • Felicity cita Witness - Il Testimone, film con protagonista Harrison Ford.
 
 

CONCLUSIONE

Arrow offre uno degli episodi più importanti dell'intera mitologia dell'Arciere di Smeraldo. Carisma, tensione e dramma dominano la puntata ed offrono alcuni dei dialoghi più potenti ed evocativi della serie. Ci si sente sempre più vicini a quello che sembra un finale di serie, e le aspettative volano alle stelle.
 
Salutiamo gli amici della pagina Facebook Justice Of Shield Italia.

Arrow 21

Titolo italiano:  Onora i tuoi padri
Titolo Originale: Honor Thy Fathers

Data italiana: 03/06/2017
Data in patria: 10/05/2017
Durata: 0 minuti

Totale voti:   4   0   0 


Arikitarukika

Non sempre i figli sono lo specchio dei propri genitori. Amore e vergogna possono essere scambiati. Entrambi i retaggi duri da portare avanti. Che sia finita?

 17/06/2018

Scarlett7

Si torna a parlare di Robert Queen e del suo passato non proprio immacolato. Episodio tutto sommato non male che si conclude con la resa di Chase! Vedremo cosa ci riserverà il finale di stagione!

 11/06/2017

Kouga

Uno degli episodi più importanti e meglio riusciti dell'intera serie. La scrittura raggiunge vertici altissimi quando realizziamo quanti parallelismi esistano tra l'eroe e il villain. Chapeau.

 11/05/2017


Altri Voti


1