La protagonista femminile di Chicago P.D. Sophia Bush lascia la serie drammatica poliziesca di NBC dopo quattro stagioni, abbiamo appreso. È il secondo personaggio chiave di Chicago P.D. che va via, assieme al co-creatore/showrunner Matt Olmstead, che ha lasciato a Marzo.

La Bush ha lasciato di sua spontanea volontà. Una possibile uscita dell'attrice era stata suggerita nel recente finale della quarta stagione di Chicago P.D., che ha visto il suo personaggio, la Detective Erin Lindsay, sul punto di accettare un lavoro con l'FBI di New York. L'episodio si è concluso con un cliffhanger, con Lindsay su un ponte che ignora la chiamata di Jay (Jesse Lee Soffer).

Abbiamo sentito che c'è una possibilità per la Bush di tornare per un periodo come ospite per completare la storia del suo personaggio. Inoltre, lo show sta considerando di prendere con sé un personaggio di spicco nel panorama della televisione, anche se potrebbe restare con il suo rimanente cast. NBC e i rappresentanti della Bush si sono rifiutati di commentare.

Sophia Bush lascia 'Chicago P.D.' dopo quattro stagioni

L'abbandono della Bush è una perdita per l'intero franchise di Chicago/SVU, che fa spostare i personaggi tra gli show. Lei è apparsa in un totale di 22 episodi delle altre tre serie di Chicago e Law & Order - Unità Vittime Speciali.

Come Chicago Fire, Chicago P.D. è una serie basata sul testosterone, con un cast ed una troupe per lo più maschili. Il set di Chicago P.D. è stato descritto come un ambiente ostile per un'attrice. Sono stati apportati allo show dei cambiamenti dietro le quinte, compreso sostituire il produttore esecutivo/direttore Mark Tinker con Eriq La Salle proprio questo mese.

Oltre a recitare, l'ex attrice di One Tree Hill Bush ha dedicato molto del suo tempo al volontariato, con cause ambientali, sociali e di uguaglianza di genere come suoi principali obiettivi.
 
Fonte:
Deadline