DOVE ERAVAMO RIMASTI 

Per sventare l'invasione di National City da parte dei Daxamiti guidati dalla regina Rhea, Kara ha dovuto compiere una scelta difficilissima: irradiare l'atmosfera terrestre con lievi quantità di piombo letali per qualsiasi daxamita, Mon-El compreso, rendendo di fatto la Terra invivibile per il ragazzo e condannandolo così a un esilio permanente dal pianeta - rinunciando, di fatto, al proprio rapporto amoroso. L'eroina si è così guadagnata il rispetto della città e dei suoi cari, ma pagando un prezzo decisamente costoso che l'ha segnata più di quanto ella stessa voglia ammettere.

Kara è disturbata da strane visioni durante la notte.

SUPERGIRL: TRAMA E CAST

Dopo dodici anni in cui è vissuta sulla Terra tenendo celata la sua vera identità, Kara Zor-El decide di iniziare ad usare i suoi poteri per proteggere i cittadini della sua città, National City. Entra quindi a far parte della segreta organizzazione guidata da Hank Henshaw, per la quale già lavora la sorella, provando a coniugare la normale vita quotidiana con la sua nuova identità da eroina.

Melissa Benoist (Kara / Supergirl); Mehcad Brooks (Jimmy Olsen); Floriana Lima (Maggie Sawyer); David Harewood (Hank Hanshaw/J'onn J'onnz); Chyler Leigh (Alex Danvers); Jeremy Jordan (Winn Schott).
 

SUPERGIRL: LA RAGAZZA D'ACCIAIO

Non c'è pace per il crimine a National City negli ultimi mesi. Supergirl è diventata sempre più presente e attiva, e la criminalità in città è ormai ai minimi storici. Ma se Supergirl è un'eroina perfetta, lo stesso non si può dire di Kara: segnata dalla perdita di Mon-El, la ragazza si è ritirata nel suo lavoro in costume e ha iniziato a trascurare affetti, lavoro e vita privata. Quando James e Alex cercano di riportarla sulla retta via, Kara esce dall'apparente apatia e stoicismo e rivela di non aver ancora elaborato il lutto, ma soprattutto di aver trovato una nuova prospettiva di vita. Se, infatti, nemmeno Clark avrebbe potuto compiere la scelta che invece lei ha preso, questo significa che Kara Danvers è sempre stata una maschera futile della vera essenza di Kara: quella aliena, e per riflesso supereroica. Per evitare di soffrire, ha deciso di diventare in tutto e per tutto una "ragazza d'acciaio", rinunciando al suo essere umana, con grande dispiacere dei suoi cari.

Ma non è tutto: la situazione a National City viene complicata dall'arrivo di un nuovo giocatore, Morgan Edge, spietato uomo d'affari disposto a tutto pur di ottenere profitto. Tra gli artefici della ricostruzione di National City dopo l'attacco alieno, non solo minaccia di acquistare la CatCo. per ottenere i favori della carta stampata, ma ingaggia il mercenario Bloodsport per sabotare l'inaugurazione della statua a Supergirl nel porto - atto voluto dal sindaco per riqualificare la zona, ma che andava in contrasto con gli interessi di Edge. Il piano però viene scoperto e sventato da Supergirl e dalla DEO; in particolare la nostra supereroina - dopo aver avuto una visione di Mon-El - decide di riprendere in mano la sua vita e provare ad andare avanti. Dopotutto, il matrimonio di Alex e Maggie è alle porte... e un nuovo, inaspettato metaumano entra in scena. Quali saranno le sue intenzioni?

Supergirl e J'onn nella folla cercano di sventare l'attacco di Bloodsport

SUPERGIRL: L'ARMATURA SPEZZATA

L'episodio presenta una struttura piuttosto classica, riprendendo in mano la trama chiusa nel finale precedente, analizzandone le conseguenze e gettando le basi per l'immediato futuro della serie. Niente di particolarmente eccezionale, ma una nota di merito va spesa sulla componente familiare che sta prendendo lo show. Si vede la nuova gestione di The CW, e le meccaniche che vengono a crearsi sullo schermo sono riconoscibilissime anche negli altri prodotti che portano il marchio di questa rete. Harewood inoltre è sempre una spanna sopra gli altri nelle scene più intime, e già pregusto le emozioni che ci farà vivere in combo con la Leigh - per dirla alla Winn, "siete decisamente la mia coppia preferita!"

Menzione speciale per gli sceneggiatori, che se già nella scorsa stagione si sono divertiti a lanciare frecciatine verso l'attuale presidenza degli Stati Uniti, stavolta si sono lasciati andare a ben più che semplici battute, ma quasi a vere e proprie dichiarazioni d'intenti anti-Trump: vi invito a guardare l'episodio e a divertirvi nello scovarle!

Piccola digressione sul cattivo della settimana: oltre al buon vecchio Morgan Edge - portato su schermo da Adrian Pasdar, abitué delle storie supereroiche - il "freak of the week" è il mercenario Bloodsport, a.k.a. Robert DuBois, un vecchio nemico di Superman ideato da John Byrne in grado di teleportare armamenti potentissimi direttamente nelle sue mani - anche, ad esempio, proiettili di kryptonite. Non è mai stato davvero una minaccia per l'Uomo d'Acciaio, e nemmeno per Supergirl in questo episodio.

SUPERGIRL: IL GIUDIZIO

Supergirl apre la sua terza stagione con un primo episodio molto classico, che getta le basi per il futuro riprendendo le fila lasciate in sospeso a maggio. Il cambio di rete è ancora più chiaro rispetto all'anno precedente, e gli sceneggiatori si divertono a mettere in relazione l'attuale situazione negli Stati Uniti con la finzione scenica. Interessante il nuovo villain, piacevoli le meccaniche ormai consolidate tra i vari attori. Una serie che ormai si è inserita stabilmente nel mio personale palinsesto autunnale. 

Salutiamo gli amici della pagina Facebook Justice Of Shield Italia.
 

Supergirl 01

Titolo italiano:  N.D.
Titolo Originale: Girl of Steel

Data italiana: N.D.
Data in patria: 09/10/2017
Durata: 0 minuti

Totale voti:   2   0   0 


Kentel

Supergirl apre la sua terza stagione con un primo episodio molto classico, che getta le basi per il futuro riprendendo le fila lasciate in sospeso a maggio. Ormai stabile nel mio palinsesto autunnale.

 13/10/2017


Altri Voti


1