La serie animata più attesa della prossima stagione televisiva negli Stati Uniti è sicuramente DuckTales, lo show che proprio per allora celebrerà i 30 anni dalla messa in onda del primo episodio, si prepara ad una massiccia campagna promozionale crossmediale tra app e giochi dedicati e collaborazioni con due apprezzate produzioni videoludiche, Angry Bird e Minecraft.

"I bambini di oggi non nutrono nostalgia nei confronti del brand DuckTales", dichiara Marc Buhaj, presidente della programmazione del network Disney XD, su cui la serie animata andrà in onda, e che ha come target di riferimento principale bambini dai 6 agli 11 anni. "Per catalizzare l'interesse di un pubblico così giovane devi portare il tuo prodotto a bordo di piattaforme che quel pubblico conosce, rispetta o usa frequentemente. Il traguardo principale per noi di Disney XD è assicurarci che i nostri contenuti finiscano sulle piattaforme più rilevanti per il nostro pubblico. D'altro canto, siamo anche consapevoli che c'è un desiderio organico ed una richiesta dell'audience di riferimento su quelle piattaforme di prendere ed impiegare il tuo contenuto. E questo non succede spesso, devi farti prima conoscere ed apprezzare... DuckTales in questo senso non ne ha bisogno."

Ma poche piattaforme si prestano bene a DuckTales come Angry Bird: "Penso che l'angry bird originale per eccellenza sia Paperino" commenta scherzosamente Buhaj.
 
Paperino in Angry Bird

Dal 3 al 12 agosto, i personaggi verranno incorporati nel videogame targato Rovio - che secondo Disney XD ha un target di riferimento principale composto da bambini e ragazzi- come evento speciale a tempo: i giocatori dovranno aiutare Paperino a recuperare le monete d'oro di Paperone rubate dai maialini. Nel gioco, Paperino lancerà monete contro i maiali per far cadere le altre sullo schermo, successivamente il gameplay regolare riprenderà.

"In questo caso l'integrazione esemplifica al massimo il contesto del brand, perché i nostri paperi sembrano davvero ben collocarsi all'interno dell'universo di Angry Birds, tutto acquisisce senso, come se fosse un'estensione naturale", sostiene Buhaj.

Un approccio simile avrà luogo anche in Minecraft. Nel mese di settembre, gli utenti potranno giocare in un server integrato chiamato Quackburg ed esplorare la città di Paperopoli, dove DuckTales si ambienta. "Abbiamo inserito tutte le più significative leocation geografiche di Paperopoli in Quackburg. I giocatori ritroveranno tutti i posti che conoscono, ed anche alcuni nuovi ambienti."
 
Paperopoli in Minecraft

"Il Deposito di Paperon de' Paperoni è uno di quei posti che molti di noi vorrebbero visitare per tuffarsi e nuotare tra le monete. A Paperopoli hai un universo che i fan conoscono ed amerebbero esplorare, siamo consapevoli che è una cosa che non puoi fare con molte altre proprietà, con alcune non puoi nemmeno provarci", afferma fiero Buhaj.

Effettivamente non è prassi comune utilizzare giochi con milioni di accessi quotidiani da parte dei giovanissimi come Angry Birds e Minecraft per pubblicizzare i propri franchise, "Avere IP che vogliono lavorare con il tuo brand perché funziona con i loro marchi è una cosa molto rara, con DuckTales siamo stati estremamente fortunati."

Ma oltre le collaborazioni con marchi di terze parti sono in programma app e videogiochi proprietari che verranno rilasciati sull'app ufficiale di Disney XD ed in stand alone tra agosto ed ottobre che oltre a rivolgersi all'audience del network intende coinvolgere anche gli appassionati di vecchia data. Ecco spiegati i progetti nel dettaglio:

DuckTales: All Ducked Out (DISPONIBILE) - l'app permette di creare un proprio avatar personalizzato ricalcando il character design della serie animata, gli utenti possono paperizzarsi a piacimento e condividere la propria creazione sui social. Nelle ultime settimane l'app è stata utilizzata più di 6 milioni di volte;

DuckTales: Bill Me! (DISPONIBILE) - un filtro Snapchat che permette di scattare selfie personalizzati a fianco dei propri personaggi preferiti aggiungendo una svariata linea di effetti, gadget e sfondi;

DuckTales: Duckburg Quest (DAL 12 AGOSTO) - un'open adventure game in cui i giocatori potranno vestire i panni dei protagonisti della serie e girare per Paperopoli imbattendosi anche nella pericolosa Banda Bassotti;

DuckTales: Crash'n Dash (PROSSIMAMENTE) - i giocatori nei panni di Jet McQuack si ritroveranno all'interno di un gioco di guida, a bordo dei più svariati veicoli nelle più disparate location della serie.

"Desideriamo che il pubblico divulghi sui social network e le piattaforme di streaming video il loro amore nei confronti dei nostri contenuti, che si senta felice di condividere con coloro che amano le nostre IP. Ecco perché nonostante il nostro target di riferimento sia composto da bambini, intendiamo rilasciare toolkit ed applicazioni rivolte a tutte le età" conclude infine Buhaj: "Con DuckTales stiamo investendo molto, televisivamente parlando è la nostra proprietà più grande ed importante, la risonanza e l'amore che ci sono nei confronti di questo show sono globali... auspico che l'eredità raccolta da questa serie possa alzare il tiro per qualcosa di ancora più grande."

Al momento non è ancora chiaro se il lancio dei nuovi progetti sarà in contemporanea mondiale o se bisognerà invece aspettare una release italiana specifica.

La prima stagione del reboot di DuckTales conterà 21 episodi da 30 minuti cad. e 2 film TV della durata di un'ora. Il primo film DuckTales The Movie: Woo-oo! è previsto negli Stati Uniti sabato 12 agosto, la serie comincerà invece in concomitanza all'anniversario dei suoi 30 anni sabato 23 settembre, entrambi gli appuntamenti sono previsti su Disney XD.

La serie è già stata rinnovata per una seconda stagione.

 

Salutiamo i paperi della pagina Facebook DuckTales Italia

 
Fonte:
AdWeek