DOVE ERAVAMO RIMASTI 

Dopo la sconfitta di Savitar, la Prigione della Forza della Velocità era rimasta senza un prigioniero, e questo avrebbe significato la distruzione della realtà come la conosciamo. Barry si è sacrificato per mantenere l'equilibrio multidimensionale, ma la sua assenza ha significato un drastico cambiamento per tutto il team. Ora, però, grazie a Cisco e al resto del gruppo, Flash è tornato a correre per le strade di Central City più in forma che mai!

Il Team Flash è di nuovo operativo, baby!

THE FLASH: SEGNALI MISTI

Flash è tornato! Central City ha di nuovo il suo eroe, ma soprattutto Barry ha di nuovo la sua vita e intende godersela al massimo e recuperare tutto quello che si è perso, a partire dal suo rapporto con Iris passando per una valanga di serie TV arretrate. Giusto in tempo per affrontare un nuovo metaumano che sembra possedere poteri tecnopatici e ha preso di mira alcuni guru della tecnologia, suoi ex-colleghi, diventati ricchi dopo aver brevettato un malware chiamato Kilgore. Il suo scopo è vendicarsi di loro, che si sono appropriati del suo codice escludendolo dal brevetto. Kilgore - che oltre ad essere il malware è anche il nome del sinistro personaggio - "infetta" gli strumenti tecnologici con cui entra in contatto con una sorta di virus bio-informatico e usa questo potere per controllarli, trasformandoli all'occorrenza in strumenti letali.

Durante la caccia a questo nuovo pericoloso criminale, Iris e Barry scoprono però quanto sia più difficile del previsto collaborare a lavoro ed essere al tempo stesso una coppia: soprattutto dopo essere stati lontani per mesi a causa di una decisione persa unilateralmente da Barry, che sembra aver messo in crisi le certezze di Iris molto più di quanto lei dia a vedere. Sarà proprio il loro tentativo di ravvicinarsi e ritrovare il proprio feeling ad essere decisivo per sconfiggere il nemico: quando Kilgore riesce a prendere il controllo del nuovo, ipertecnologico costume di Barry, mettendolo alle strette, è Iris e non Cisco ad avere l'intuizione geniale per mandare il sistema in corto. Barry, fidandosi di lei, riesce a sbloccare la situazione e rendere inoffensivo il criminale con un siero tecnorganico messo a punto da Cisco e Caitlin. 

Kilgore viene messo sotto chiave ad Iron Heigts e la coppia ritrova il suo feeling naturale: ma il Pensatore cospira nell'ombra, e il suo piano misterioso sembra procedere esattamente come previsto. Rimane un ulteriore dubbio - come ha fatto Kilgore ad acquisire i suoi poteri, se non è stato esposto all'esplosione del generatore di particelle? E ci sono altri come lui?

Comodo avere un cerca-supereroe personale, vero Joe?

THE FLASH: RITROVARE IL PROPRIO POSTO

Entriamo nel vivo dell'azione dopo la necessaria premiere di raccordo e introduttiva: finalmente il nuovo team si mette all'opera, con Iris al comando, ma i nuovi equilibri sviluppati negli ultimi mesi forse stanno un po' stretti a Barry - abituato com'è ad andare sempre a un passo molto diverso rispetto al resto del mondo. Proprio questa differenza di velocità è alla base dei piccoli problemi d'incomprensione tra i due, che ovviamente, pur essendo una delle coppie più durature dei fumetti DC Comics, non è mai stata esente a momenti di crisi sparsi. Nessuna novità insomma, niente che un po' di terapia di coppia non possa risolvere - anche se Barry non ne è propriamente entusiasta...

A proposito di belle coppie, è piacevole scoprire che Cisco e Gipsy abbiano finalmente deciso di frequentarsi regolarmente e sembra anche con successo: non possiamo che essere felici per loro, specie per il nostro caro vecchio secchione - che si merita decisamente un po' di gioia anche sotto l'aspetto sentimentale. Adorabile anche il ruolo di consigliera per Caitlin (anche se basta dire che è adorabile lei e basta).

Andando sul lato villain, Kilgore è un personaggio decisamente diverso da quello presentato questa settimana: se nell'episodio abbiamo di fronte un meta molto, molto vendicativo, il Kilg%re originale - oltre ad avere uno spelling diverso - è un'entità tecnorganica con poteri tecnopatici, vecchio nemico di Flash e della Justice League, che ha causato non pochi problemi in combutta con Maxwell Lord.

Menzione speciale per la scena d'inizio puntata: citare Risky Businness è una roba di livello superiore, perfino per una serie che ha fatto degli easter eggs un marchio di fabbrica.

THE FLASH: IL GIUDIZIO 

Buon episodio che riporta il team al lavoro con i suoi alti e bassi, dovuti all'assenza di Barry e al nuovo status quo venutosi a creare. Pezzo dopo pezzo viene introdotto il piano del Pensatore, già un nemico ben più inquietante del previsto.
 
Salutiamo gli amici della pagina Facebook Justice Of Shield Italia.

The Flash 02

Titolo italiano:  N.D.
Titolo Originale: Mixed Signals

Data italiana: N.D.
Data in patria: 17/10/2017
Durata: 0 minuti

Totale voti:   2   0   0 


Kentel

Buon episodio che riporta il team al lavoro con i suoi alti e bassi, dovuti all'assenza di Barry e al nuovo status quo venutosi a creare.

 19/10/2017


Altri Voti