Bryan Cranston ha risposto all'ondata di "più che disgustose" dichiarazioni su cattive condotte sessuali che stanno colpendo Hollywood, dicendo che crede che la carriera di Kevin Spacey sia finita.

I commenti dell'attore di Breaking Bad seguono una serie di accuse decisive fatte contro Spacey, che ora è indagato dalla polizia metropolitana per aggressione sessuale.

Parlando a Newsbeat su BBC, Cranston ha detto che, nonostante non abbia mai assistito ad un abuso nell'industria in prima persona, "si sapeva accadessero".

Riferendosi in particolare a Spacey, ha detto: "È un attore eccezionale, ma non è una gran brava persona. Credo che ora la sua carriera sia finita."

Bryan Cranston di Breaking Bad dice che la carriera di Kevin Spacey è finita

Riflettendo sull'abuso "quasi bestiale" del potere e della posizione nell'industria, Cranston ha aggiunto che crede che Hollywood stia subendo un necessario cambiamento di mentalità.

"Quel tipo di esperienza passa incontrollata finché non succede una cosa come questa," ha detto. "I pilastri di quello che era stanno crollando. Ogni cosa è esposta."

All'inizio di questa settimana, era stata presa la decisione senza precedenti di tagliare le comparse di Spacey dal film in arrivo Tutti i soldi del mondo e di sostituirlo con Christopher Plummer.

L'attore ha ricevuto nuove accuse la settimana scorsa, dopo che la giornalista Heather Unruh ha accusato Spacey di aver molestato suo figlio diciottenne l'anno scorso.

Kevin Spacey

Spacey inizialmente aveva ricevuto accuse da Anthony Rapp di Star Trek: Discovery, che aveva dichiarato che l'attore di House of Cards gli avesse fatto delle proposte quando quest'ultimo aveva solo quattordici anni.

Otto dipendenti ed ex-dipendenti di House of Cards si sono fatti avanti con le loro dichiarazioni su molestie e aggressioni sessuali, e Spacey è stato sospeso da Netflix.

Un portavoce dell'attore ha detto che attualmente lui stia cercando "una valutazione ed una terapia".
 
Fonte:
Digital Spy