Dopo le accuse portate a Kevin Spacey e quelle portate a Dustin Hoffman, un altro grande nome del panorama televisivo e teatrale è stato bersaglio di accuse di molestie sessuali, si tratta dell'attore comico Louis C.K. Le cinque testimonianze benché non abbiano conoscenze in comune, hanno raccontato storie dai connotati molto simili: l'attore si sarebbe denudato e masturbato dinnanzi loro.

Nelle ultime ore un comunicato stampa da parte di C.K. ha fugato ogni dubbio e perplessità di sorta sulle veridicità delle accuse ammettendo la sua colpevolezza, ve lo riportiamo integralmente qui di seguito:

"Desidero parlare di quanto raccontato al New York Times da cinque donne chiamate Abby, Rebecca, Dana, Julia che hanno sentito di palesarsi, ed una quinta invece che ha preferito non farlo. Quelle storie sono vere. All'epoca, amavo ripetermi che ciò che avevo fatto andava bene, perché non avevo mai mostrato il mio pene ad una donna senza prima chiederle il permesso, cosa che confermo, è vera tutt'ora. Tuttavia, più avanti ho capito, comunque troppo tardi, che quando ti trovi in una posizione di potere chiedere loro di guardarti il pene non è una domanda, ma un'imposizione. Il potere che avevo su queste donne era dettato dalla loro ammirazione nei miei confronti. Ed io l'ho usato irresponsabilmente.

Sono profondamente pentito delle mie azioni. Così ho provato a trarvi un insegnamento. E a starvi alla larga, perché ora sono consapevole delle proporzioni delle conseguenze delle mie azioni. Ieri ho appreso quanto abbia fatto stare male con loro stesse queste donne che mi ammiravano, e quante volte invece mi sono raccomandato con loro affinché altri uomini non le mettessero nella posizione in cui a posteriori realizzo d'averle messe io. Non solo, ho anche sfruttato il fatto che ero molto ammirato tanto nella mia comunità quanto nella loro, cosa che le ha impedite di condividere queste storie e ha reso difficile anche solo pensare di farlo, tant'è che quando vi hanno provato, le persone che mi stimavano non volevano neppure ascoltarle. Ai tempi non avevo realizzato di comportarmi in quel modo, perché la posizione che ricoprivo semplicemente mi permetteva di non pensarci."
 
Louis C.K. accusato di molestie sessuali, risponde: "È tutto vero"

"Nulla di tutto ciò perdona le mie azioni. Devo riconciliarmi con chi sono. Il che non è nulla rispetto a ciò che hanno dovuto fare loro a causa mia. Avrei voluto rispondere a quell'ammirazione nei miei confronti rispettandole come uomo, diventando un buon esempio ed una guida come stand up comedian, dato che a mia volta ammiravo il loro lavoro.

Perché la cosa più difficile con cui convivere è la consapevolezza di aver ferito altre persone. E la portata di quel dolore, posso a malapena comprenderla. Sarei proprio menefreghista a non considerare il dolore che ho arrecato a tutti coloro che lavorano con me oggi e con i quali ho lavorato in passato, le cui esistenze professionali e private sono state e verranno influenzate dai miei comportamenti, compresi i progetti su cui sono tutt'ora impegnato: parlo dei cast e delle troupe di
Better Things, Baskets, The Cops, One Mississipi e I Love You, Daddy. Sono profondamente dispiaciuto che ciò abbia portato attenzioni negative sul mio manager Dave Becky, la cui unica colpa è stata provare a mediare in una situazione causata solo ed esclusivamente da me. Ho provocato angosce e problemi agli amici di FX, che in tutti questi anni mi hanno dato così tanto. The Orchard che ha creduto nel mio film tanto basta da decidere di darvi un'opportunità. E tutte le altre società e persone che hanno scommesso su di me fino ad oggi. Ho ferito la mia famiglia, i miei amici, le mie figlie e la loro madre.

Ho trascorso la mia lunga e fortunata carriera dicendo e parlando di qualsiasi cosa volessi. Ora farò un passo indietro e mi prenderò un bel po' di tempo per ascoltare. Grazie per aver letto."


HBO e Netflix hanno rescisso il contratto con l'attore abbandonando l'idea di realizzare progetti futuri ed eliminando dai rispettivi cataloghi (al momento solo negli Stati Uniti) tutte le produzioni in cui era presente, non sono ancora emerse invece dichiarazioni da parte di FX con cui l'attore ha creato Louie, acclamata e visionaria comedy scritta, diretta ed interpretata da C.K.

Vi terremo aggiornati.

 

Fonte:
The Hollywood Reporter