Hello Oncers!

C'era una volta sembra non voler fermare il modus operandi inaugurato negli episodi precedenti, mostrandoci non solo un bel focus su Sabine/Tiana, ma continuando anche ad offrirci rivelazioni sempre più succulente riguardo la contorta famiglia Belfrey. 
 
Conquistare il mondo a suon i frittelle

Trama
Greenbacks


Presente. Hyperon Heights. Victoria continua i suoi incontri con la misteriosa donna rinchiusa nell'ultimo piano della Torre Belfrey, mentre tenta di sradicare come l'erba il fortissimo credo di Lucy - operazione necessaria per riavere la sua compianta Anastasia. Per cominciare prende di mira Sabine, annunciando l'aumento del suo affitto in modo che la donna non possa più permetterselo. Lungi da la farsi abbattere da questo ostacolo, la donna usa i risparmi per comprare una grande quantità di ingredienti e cominciare a vendere le sue squisite frittelle assieme a Jacinda. Ma Victoria non se ne sta con le mani in mano, facendo appiccare un incendio nel locale e portando Jacinda e Sabine ad avere un violento litigio - che tuttavia si risolverà quando, con i guadagni ricavati dalla vendita delle frittelle, Jacinda acquisterà un camioncino per iniziare la loro attività di vendita di cibo.
 

Nel frattempo, Roni cerca di fare chiarezza sul rapporto tra Henry e Ivy, presentandosi al posto dell'uomo ad un appuntamento con la donna per scoprire qualcosa di più su Victoria: le donne, una volta giunte al misterioso ultimo piano della Torre Belfrey, non vi trovano nessuno, ma Roni scova una foto che in seguito mostra ad Henry, foto che la ritrae in abiti che lei crede di non aver mai indossato, con un bambino che non riconosce, ma che Henry le svela essere lui. 

Ivy, invece, torna a far visita alla misteriosa donna rinchiusa all'ultimo piano dello stabile, rivelando di essere in combutta con la stessa e di ricordare il suo vero nome, ossia Genoveffa. 

Intanto, l'agente Rogers continua le sue indagini sulla ragazza scomparsa dieci anni prima, imbattendosi in un uomo che reca al polso un tatuaggio con un disegno ricorrente nel quaderno degli appunti della ragazza, uomo che, tra l'altro, fa una misteriosa chiamata a qualcuno denunciando un problema, e cioè che qualcuno sta effettivamente cercando la ragazza.

Roni scova una foto molto interessante

Passato. Un altro reame. Tiana e sua madre si vedono costrette ad indire un'asta dei propri averi per non andare totalmente in bancarotta, e la ragazza decide di andare alla ricerca di un principe che le salvi da quella disastrosa situazione. Imbattutasi nel Dr. Facilier, che le preannuncia un incontro fortuito, la principessa si imbatte effettivamente in un principe che sembra interessato a lei, ma che si scopre essere stato costretto da Facilier ad abbordare la ragazza per rubare un cimelio di famiglia - una medaglia consegnata al suo defunto padre dopo la guerra in cui si era distinto per il suo valore -, dato che il mago ha in ostaggio il suo vero amore. Tiana capisce allora che non ha bisogno di trovare un eroe, perché può salvare lei stessa e il suo regno da sola, affronta quindi Facilier, salvando la ranocchia che si ricongiunge felicemente al suo ranocchio.

La storia di Tiana


Non cercare un eroe, ma esserlo

Devo essere sincera, la storia di Tiana non mi ha entusiasmata né nel presente, né nel passato. Tralasciando le battute iniziali in cui i soli discorsi sul "trovare un principe che le salvi" ha fatto rivoltare un po' le interiora, ma che poi migliora decretando un'evoluzione subitanea e drastica del personaggio di Tiana, in generale, a parte appunto tale cambiamento, non ravvisiamo poi nulla di così interessante nella storyline dedicata al passato della principessa - e stendiamo un velo pietoso sul suo "pericoloso" confronto con Facilier. Insomma, apprezziamo la fibra che il personaggio ha dimostrato, ma cerchiamo di chiudere gli occhi sul resto. Per non parlare del presente: per quando nobili le intenzioni della ragazza siano, combattere Victoria Belfrey a suon di frittelle potrebbe anche rappresentare un buon inizio a livello pratico, ma a livello concettuale attira poco lo spettatore. 
 
Una storia poco entusiasmante

Penso invece che il vero punto focale dell'episodio sia Genoveffa. Con l'ultima scena della puntata, infatti, non si decreta solo un bel plot twist - che, diciamoci la verità, è forse l'unico motivo per cui questo episodio riesce a rimanere in qualche modo a galla -, ma ci ritroviamo a mettere in discussione tutto ciò che avevamo appreso riguardo questo personaggio fino ad ora. In trenta secondi, la sottomessa, acida e fastidiosa Ivy che pensa solo a compiacere sua madre o a cercare un modo per sottrarre alla propria sorellastra qualsiasi grammo di potenziale felicità, si rivela essere la vera burattinaia che muove i fili di un una vicenda più grande di Victoria stessa. Inoltre, non ci sembra essenzialmente cattiva, ma solo estremamente desiderosa di ottenere ciò che le madre le ha probabilmente sempre negato, indirizzando il tutto verso una vendetta verso Lady Tremaine piuttosto che in una maledizione generalizzante nei confronti di tutti gli abitanti della Foresta Incantata. L'impressione è che a lei poco interessi il percorso e il destino altrui, il suo unico obiettivo sembra essere mettere i bastoni tra le ruote a sua madre, e chissà, magari questa ritrovata Genoveffa potrà stupirci ancora nel prosieguo degli episodi. Inoltre, è decisamente più credibile lei nei panni di deus ex machina che Victoria, la quale continua ad essere una villain insipida che poco trasmette allo spettatore.  
 
Genoveffa is back bitchies

Considerazioni finali

L'episodio in sé procede lento e, nonostante in fondo il personaggio di Tiana sia protagonista di una bella evoluzione, la storyline a lei dedicata è poco appetibile - di certo meno delle sue frittelle. La puntata si salva grazie al plot twist finale che, non solo rimescola le carte in tavola, ma ci prospetta il potenziale di un personaggio che all'inizio è passato decisamente in sordina. 
 
 

C'era una volta 05

Titolo italiano:  Dollari e bignè
Titolo Originale: Greenbacks

Data italiana: 15/11/2017
Data in patria: 03/11/2017
Durata: 0 minuti

Totale voti:   1   2   0 


» Call her Black Mariah!

Se non fosse per Adelaide Kane nei panni di Ivy questa serie sarebbe alla deriva!

 18/11/2017

RinK-Chan

L'episodio in sé procede lento, si salva grazie al plot twist finale che, non sono rimescola le carte in tavola, ma ci prospetta il potenziale di un personaggio che all'inizio è passato inosservato.

 11/11/2017


Altri Voti