Warner Bros TV ha sospeso il produttore esecutivo dell'Arrowverse Andrew Kreisberg essendo sotto indagine per diverse accuse di molestie sessuali e contatti fisici inappropriati.

"Recentemente, siamo stati messi al corrente di accuse di cattiva condotta contro Andrew Kreisberg," ha dichiarato Warner Bros TV. "Abbiamo sospeso il signor Kreisberg e stiamo conducendo un'indagine interna. Prendiamo estremamente sul serio tutte le accuse di cattiva condotta, e ci impegniamo per creare un ambiente di lavoro sicuro per i nostri dipendenti e per chiunque sia coinvolto nelle nostre produzioni."

La sospensione di Kreisberg segue più di un mese di notizie del genere: un vaso di pandora aperto con il caso Weinstein, che ha poi scatenato una vera e propria bufera, coinvolgendo nomi di tutto il mondo, anche molto noti - come quelli di Kevin Spacey, Jeremy Piven, Ed Westwick e Louis C.K.
 
Andrew Kreisberg sospeso da Warner Bros in seguito ad accuse di molestie

Secondo quanto riporta Variety, Kreisberg - che al momento è co-showrunner di  Supergirl e The Flash, ma è anche produttore esecutivo di Arrow e DC's Legends of Tomorrow - avrebbe messo in atto contatti fisici inappropriati e sporadiche molestie sessuali nel corso degli anni, toccando o addirittura baciando persone senza il loro permesso, o facendo regolarmente commenti sessualizzanti nei riguardi di colleghe o dipendenti donne. 

Kreisberg ha respinto le accuse riportate da Variety, dicendo invece: "Ho fatto dei commenti riguardo l'aspetto e i vestiti delle donne per quanto concerne le mie capacità di produttore esecutivo, ma non erano sessualizzati," ed ha aggiunto, "Ho fatto orgogliosamente da mentore a colleghi e colleghe per molti anni. Ma mai nel senso che credevo non voluto e certamente mai in via sessuale."

La Warner Bros sta conducendo delle indagini interne
 
Ai piani alti, una produttrice ha riportato le sue preoccupazioni riguardo Kreisberg a un produttore esecutivo più  anziano alla Berlanti Productions, ma "non c'è stata nessuna risposta," ha dichiarato la donna. "Non è successo nulla. Non è cambiato nulla."

In una dichiarazione fatta a Variety, Greg Berlanti e Sarah Schechter della Berlanti Productions hanno detto: "Siamo stati recentemente avvisati di alcune pesanti accuse riguardo uno dei nostri showrunner. Incoraggiamo e cooperiamo pienamente con le indagini da parte di Warner Bros. riguardo a ciò. Per noi, non c'è niente di più importante della sicurezza e del benessere del nostro cast, della nostra squadra, dei nostri autori, dei nostri produttori e di tutti i componenti dello staff."

"Non tolleriamo le molestie," continua la dichiarazione, "e ci impegniamo a fare tutto il possibile per creare un ambiente sicuro in cui lavorare e che permetta di parlarne se così non fosse."

Variety ha riportato le accuse dettagliate, fatte tuttavia da fonti che hanno chiesto di rimanere anonime per paura di ripercussioni professionali.
 

Fonte:
TVLine