Hello Oncers!

Questa settimana C'era una volta decide di raddoppiare il carico, proponendoci un doppio episodio per la gioia degli appassionati e un po' meno per la mia e per la mia mancata capacità di sintesi.

Hook, il cuore sotto l'unicino


Trama
Eloise Gardener

Presente. Hyperon Heights. Rogers, dopo aver scoperto il cadavere dell'uomo interrogato sul caso di Eloise Gardener, diventa ancora più ossessionato da quella scomparsa, sentendo un legame profondo con la ragazza che sta cercando. La situazione comincia a far preoccupare Weaver e la stessa Victoria, che cercano di trovare un modo affinché il detective si lasci questo caso alle spalle. Trovano una soluzione con Tilly: il detective ed Henry si recano da lei per chiederle di cercare informazioni riguardo la ragazza scomparsa, ma lei torna con una pagina strappata dal quaderno in possesso di Rogers e la notizia della sua morte, avvenuta anni prima a causa di un incidente stradale. Nonostante tutto, il detective riesce a capire che quella che gli è stata data è un pagina falsa, e dopo un aspro confronto con Weaver, riesce a rintracciare la Belfrey e la donna che stava cercando, la stessa che Victoria fino a poco tempo prima teneva rinchiusa all'ultimo piano della suo stabile - e che aveva deciso di spostare dopo aver scoperto che Genoveffa è sveglia e che sta confabulando alle sue spalle. Victoria viene arrestata, non prima di aver messo in guardia sua figlia su chi abbia rimessa in libertà. L'arresto di Victoria porta conseguenze sconvolgenti anche per Jacinda: avendo la donna la custodia della piccola Lucy, la bambina viene immessa nel sistema fino a che il suo caso non verrà riesaminato e venga stabilito che possa stare con la madre - che ha cominciato a lavorare da Roni, la quale cerca in qualche modo di tenerla separata da Henry affinché non si verifichino le disastrose conseguenze minacciate da Genoveffa. 
 
Genoveffa

Passato. Reame del desiderio. Regina viene privata della propria magia da Biancaneve e Charming, e si rivolge a Hook per fuggire, svelandogli in cambio l'ubicazione di una magia che sarà in grado di procurargli la vendetta che cerca nei confronti di Tremotino. Dopo aver scalato la torre indicatagli da Regina, Hook si imbatte in Raperonzolo: la fanciulla gli spiega che è intrappolata nella torre e che l'unico modo per uscirne è un fiore coltivato dalla strega che l'ha rinchiusa lì, la stessa magia di cui il pirata è in cerca. Trovato il fiore, Hook decide di non abbandonare la donna, si reca nuovamente nella torre, e dopo una notte di passione scopre una sconcertante verità: Raperonzolo è in realtù fuggita rinchiudendo la strega Gothel nella torre, strega che si rivela e che spiega ad Hook che l'unico modo che ha per lasciare la torre è quella di lasciarci dentro un suo discendente, ovvero la piccola neonata che, grazie alla magia, Gothel ha fatto nascere in tempo zero dopo la notte trascorsa con il pirata. Hook dedice quindi di lasciare la Jolly Roger a Spugna perché ha un compito più importante della vendetta da portare a termine, ossia prendersi cura della bambina a cui dà il nome di sua madre, Alice.
 
Raperonzolo


Pretty in Blue

Presente. Hyperon Heights. Per recuperare Lucy e portarla a casa con sé, Jacinda decide di contattare Nick, padre della piccola e avvocato. La presenza dell'uomo comincia ad infastidire Henry, che tuttavia cerca di continuare il suo lavoro al camioncino del cibo per far buona impressione sulla donna di cui è evidentemente innamorato. Ma, quando la vede tornare con Nick da una cena galante, decide di affogare i suoi dispiaceri in una decina di birre e di accettare la proposta di Roni di partire alla volta di San Francisco per andare a cercare una persona che li possa aiutare. Infatti, Regina arriva a questa conclusione dopo aver fallito nel convincere Tremotino a rivelarsi, convinta che anche lui sia sveglio, e vedendo che le cose per il quartiere si stan mettendo sempre più male, con Hnery e Jacinda forzatamente separati grazie al ricatto di Genoveffa e con Gothel in piena libertà. Intanto, proprio Gothel e Genoveffa sono alla ricerca del corpo di Anastasia, di modo da prelevare quel po' di magia che ancora risiede nel suo cadavere e che la ragazza reclama come sua: tuttavia, le ricerche del corpo portano allo scoprire solo l'ubicazione della bara, che si rivela essere vuota al suo interno. Nel frattempo, Hook, sotto consiglio di Roni, trova il modo di riappacificarsi con Tilly, mentre Lucy è finalmente libera di tornare a casa con sua madre e conoscere suo padre, Nick.
 
Gothel e Genoveffa a caccia di cadaveri


Passato. Un altro reame. Tra Henry ed Ella viene a crearsi una certa chimica, ma la donna sembra restia a lasciarsi andare. Intanto, Alice fa la sua comparsa, fiduciosa di potersi finalmente riunire con suo padre, convinta di aver trovato un antidoto per il cuore avvelanato di Hook che li costringe a restare separati. Tuttavia, presto si scopre come la ragazza sia stata ingannata e, dopo aver ferito accidentalmente Hook, scappa nuovamente nel Paese delle Meraviglie seguita da Henry e da Ella - intenzionata a scoprire perché anni addietro la madre decise di lasciare lei e suo padre senza mai più fare ritorno. Nel Paese delle Meraviglie, Ella riesce a incontrare Alice che le racconta la verità su sua madre, ossia di come si sia allontanata per via della stessa maledizione che affligge il cuore di Hook e di come sia morta eroicamente durante un attacco fatto alla loro festa del té. Inoltre, le due donne riescono a salvare Henry dalle grinfie di Genoveffa, intenzionata ad avvelenare il suo di cuore affinché lui ed Ella non si scambino mai il bacio del Vero Amore, e rea di ave ingannato Alice con un falso antidoto. Fortunatamente, le donne salvano lo sventurato Autore, ed  Henry ed Ella fanno ritorno al loro reame dopo essersi scambiati un bacio appassionato: qui portano ad Hook la statua del cavallo bianco degli scacchi datagli da Alice e incontrano una vecchia conoscenza di Henry che ha deciso di unirsi al gruppo dei ribelli, Jack.

Jack, cumpagn mij!

Tra passato, presente e funghi allucinogeni

Questa settimana C'era una volta ha voluto darci un'ampia panoramica sul passato di Hook e sbrogliare quell'intricata matassa che era il caso della scomparsa di Eloise Gardener. Per quanto riguarda il settimo episodio dall'omonimo titolo non possiamo che ritenerci soddisfatti dal risultato. Non solo scopriamo come e perché l'Hook del regno del desiderio abbia effettivamente una figlia, ma riusciamo finalmente a dare un nome alla misteriosa donna che ci accompagnava dalle prime battute di questa stagione, ossia Gothel. Con lei, sembra quasi che dal primo episodio ad ora ci sia stata una specie di staffetta, il cui passaggio del testimone ci fa cambiare idea su chi sia il villain della stagione: siamo partiti in sordina con Lady Tremain/Victoria Belfrey, per poi tirare un sospiro di sollievo con Genoveffa, fino ad arrivare a complicarci la vita e le idee con Gothel. Perché questa donna tutto sembra fuorché in balia degli eventi, anzi a quanto pare è lei a tenere i fili intricati di una trama oscura che deve ancora essere svelata del tutto. Il personaggio di Gothel ad ora ci sembra ben strutturato, in grado di sfruttare al massimo le debolezze e i desideri altrui per il proprio tornaconto, cosa che ci dà da pensare riguardo il suo comportamento nei confronti del detective Rogers in Pretty in Blue: che provi ancora effettivamente un sentimento o almeno un interesse sincero nei confronti dell'uomo, oppure questo suo avvicinamento è solo un modo per ottenere qualcosa che possa farle comodo in futuro? Di sicuro, ci aspettiamo un bel focus anche su di lei e sulla sua storia. 

Gothel

Una storia che comprende un personaggio che ha deciso di farci piangere tutte le nostre lacrime, dimostrandoci di essere ben più di ciò che appare in qualunque sua versione. Sono più che certa che quando gli autori hanno introdotto l'anziano e panciuto Hook del regno del desiderio non immaginavano minimamente di fargli prendere una piega del genere - perché in caso contrario non credo che l'avrebbe reso così "macchietta" -, e di certo non lo immaginavamo neanche noi. E sta proprio qui il bello, nell'insapettata piega che ha preso un personaggio introdotto per caso, a cui tutti abbiamo dato una valutazione superficiale e che ci ha strappato una risata nel suo essere trash, ma che in realtà si sta rivelando essere molto di più di ciò che abbiamo visto nella sesta stagione e agli albori di quella attuale. Forse non c'è una grande continuità in lui - quando lo incontriamo per la prima volta nel regno creato dal desiderio di Emma  tutto ci sembra fuorché un padre in cerca di un modo per poter spezzare la maledizione che lo tiene separato da sua figlia, insomma è palese sia stato messo lì con l'intento di strappare un sorriso e basta -, e ciò è lampante se uno ci riflette per due secondi, ma il suo "riciclaggio" non è un elemento negativo, anzi, sta ridando lustro a qualcuno introdotto in maniera assolutamente funzionale allo scopo per cui era stato pensato e che non doveva avere una vita oltre quell'apparizione divertente e un po' trash. Diciamo che, a conti fatti, se lo sviluppo e il focus che si vogliono dare al personaggio sono questi, possiamo chiudere un occhio su qualche pecca a livello di storyline e caratterizzazione. 

Pirata del mio corazon <3

Se parliamo di Hook, non possiamo esimerci dal parlare di Alice. Nonostante la scena del loro incontro non mi abbia entusiasmata - mi è sembrata un po' forzata in realtà -, Alice resta uno dei nuovi persoanggi più interessanti di questa nuova stagione. Per ora le interazioni con Hook nel presente superano di gran lunga quelle poche avute nel passato, ma la ragazza ha del potenziale che speriamo possa sbocciare proprio in virtù di tali dinamiche e di quelle che - forse e spero - avrà con Gothel. Del suo possibile ruolo nella vita del bel pirata avevamo avuto un piccolo indizio nelle battute finali del quarto episodio, Beauty, quando i due giocano a schiacchi nella sala d'attesa dell'ospedale mentre attendono che Weaver si riprenda, ma ovviamente non avevamo nessuna certezza. Inoltre, è interessante pensare a quale possa essere l'effettivo rapporto tra Alice e Tremotino nel passato - che possa avere qualcosa a che fare con il Guardiano menzionato anche da Regina per far uscire allo scoperto Gold (che però fa il prezioso, nonostante gli indizi per pensare sia sveglio ci siano tutti)?

Alice, core de papà

Una cosa che non ho potuto far a meno di notare è come Pretty in Blue mi sia piaciuto meno rispetto ad Eloise Gardener, nonostante riprendesse le fila della stessa storia. Pensadoci bene, ho il sentore che siano in realtà i personaggi di Henry ed Ella quando sono al centro della scena a non entusiasmarmi più di tanto, testimone il fatto che gli episodi che ho apprezzato di più al momento siano quelli che non li vedevano protagonisti. Al momento, la loro storia d'amore sembra una brutta copia di quella dei nostri amati e melensi Charmings, ma visti i risultati avrei preferito gli autori si concentrassero nel proporci qualcosa di diverso piuttosto che una accozzaglia di scene e situazioni che, se da un lato vogliono essere citazioni alla coppia cardine della serie, dall'altro risultano esserne copie sbiadite sia per la ripetitvità degli eventi, sia per la scarsa capacità degli attori nel renderle diverse e nel dargli qualcosa di unico che ce le possa far effettivamente rapportare a loro come coppia. Insomma, qualla che dovrebbe essere la coppia cardine di questa stagione non solo traballa a più risprese, ma non ci sembra né ben oleata né ben caratterizzata o strutturata. Che l'introduzione di Nick/Jack e della dinimica trita e ritrita del triangolo amoroso - anch'essa ispirata alle vicende che videro May Margaret e David protagonisti nella prima stagione della serie, come Lucy ha giustamente ricordato -, possa essergli di aiuto? Lo scopriremo solo guardando - qualcosa di effettivamente nuovo e accattivante, si spera. 

A quando un po' di chimica seria?

Considerazioni finali

Eloise Gardener ci racconta la storia di Hook, di sua figlia Alice e dà nuova luce e lustro ad un personaggio partito evidentemente come "macchietta" destinata a morire, ma che si prospetta essere in realtà molto diverso e decisamente più profondo delle sue prime apparizioni. 
 
Pretty in Blue pone l'accento sulla scarsa capacità della coppia cardine di questa settima stagione di fare breccia nel cuore degli spettatori, visto e considerando che il modus operandi utilizzato vuole essere quello del copia/incolla di uno dei pilastri fondanti della serie, che difficilmente questi due personaggi riusciranno ad eguagliare con la loro caratterizzazione attuale.


Vi ricordiamo che C'era una volta si prende una piccola pausa per ritornare l'8 Dicembre su ABC.
 


 
 


C'era una volta 07

Titolo italiano:  Eloise Gardener
Titolo Originale: Eloise Gardener

Data italiana: 29/11/2017
Data in patria: 17/11/2017
Durata: 0 minuti

Totale voti:   2   0   0 


RinK-Chan

L'episodio dà nuova luce e lustro ad un personaggio partito evidentemente come "macchietta" destinata a morire, ma che si prospetta essere in realtà molto diverso dalle sue prime apparizioni

 20/11/2017


Altri Voti




C'era una volta 08

Titolo italiano:  Bella in blu
Titolo Originale: Pretty in Blue

Data italiana: 29/11/2017
Data in patria: 17/11/2017
Durata: 0 minuti

Totale voti:   0   2   0 


RinK-Chan

La puntata pone l'accento sulla scarsa capacità della coppia cardine di questa settima stagione di fare breccia nel cuore degli spettatori.

 20/11/2017


Altri Voti