Intervenuto  al Dubai Film Festival and Empire, David Harbour, l'interprete del Capo Hopper in  Stranger Things ha dato una notizia che non farà particolarmente felici i fan dell'acclamata serie cult targata Netflix, potrebbe infatti passare molto tempo prima di godere di nuovi episodi.

"Voglio dire, una delle cose che annoia di più i fan è quanto tempo ci mettiamo a realizzare nuovi episodi", dichiara l'attore. "Probabilmente non avrete la terza stagione prima di qualche tempo nel 2019. Ma fa parte del gioco, è una cosa buona, a loro serve tempo. E quei ragazzi [si riferisce ai fratelli Matt e Ross Duffer, ndr] lavorano così duro. Insomma, restano seduti nel loro appartamento e scrivono per qualcosa come 12, 14 ore al giorno."
 
David Harbour: "La terza stagione di Stranger Things potrebbe arrivare nel 2019"

Netflix sembra quindi intenzionata a non sacrificare la qualità della sceneggiatura per accorciare i tempi d'uscita della serie, cosa a cui HBO ci ha già abituati con Il Trono di Spade e Westworld. In tempi recenti, proprio i Duffer avevano anticipato l'intenzione di ambientare la terza stagione più in là nel tempo con i ragazzi ormai divenuti studenti liceali, trovata che oltre a garantire nuova linfa vitale all'esplorazione dei suoi giovanissimi protagonisti, permetterebbe anche di aggirare la veloce crescita degli stessi.

Vi terremo aggiornati!
 
 
 
Fonte:
Variety