La domanda che si presta a titolo dell'articolo che state leggendo è esplicativa di per sé: la trasmissione regolare di DuckTales negli Stati Uniti si è interrotta a fine ottobre e salvo un episodio alle porte di dicembre (che come vi avevamo anticipato è stato posticipato rispetto alla programmazione originale solo per andare incontro alle festività), da allora la serie è in pausa.

Inoltre, le guide televisive americane che solitamente permettono con largo anticipo di scoprire titoli e trame dei futuri episodi, ci anticipano che la pausa non solo si protrarrà per tutto il mese di gennaio, ma anche per quello di febbraio. È plausibile supporre che le nuove puntate del reboot giungano a marzo, ma la certezza assoluta l'avremmo solo nel mese di febbraio quando potremmo consultare le guide inerenti al periodo televisivo. Se è bene specificare che le pause nelle produzioni animate statunitensi sono ormai una costante da diversi anni, è piuttosto inusuale che queste possano protrarsi per periodi così lunghi anche guardando i precedenti in casa Disney.
 
Che fine ha fatto DuckTales?

Quindi cos'è andato storto con DuckTales, apprezzato all'unanimità da pubblico e critica e affermatosi come successo globale? Fondamentalmente nulla, anzi, questo ritardo potrebbe essere imputato proprio al suo successo.

A farci supporre ciò sono le parole dello showrunner e produttore esecutivo del reboot Frank Angones, che interpellato da una fan è infatti intervenuto sulla lunga pausa dichiarando: "Rimarremo fuori onda ancora per un po', però il team non è assolutamente in pausa. Lavoriamo duramente simultaneamente alla prima ed alla seconda stagione. Ma, come ho detto su Twitter, ci sono alcune ragioni per cui non torneremo per un po' e sono tutte FANTASTICHE. So che l'attesa è snervante, ma a lungo termine sono certo che ne varrà la pena."

 
https://suspendersofdisbelief.tumblr.com/post/169398060306/any-idea-when-the-hiatus-ends-because-weve


Ma quali potrebbero essere queste "ragioni fantastiche"? Il fandom si è scatenato nelle ipotesi più disparate: dalla realizzazione di un film per il cinema a quella di un videogioco ufficiale. Ebbene, ci sentiamo di escludere ambe le ipotesi: prima di tutto perché la serie è davvero agli esordi, ed un film dovrebbe riuscire ad incastrarsi bene nell'orizzontalità della trama avendo qualcos'altro da aggiungere - e sappiamo che gli autori sono al lavoro sulla sceneggiatura della seconda stagione, già confermata, cosa che impedirebbe loro di seguire parallelamente un terzo progetto di queste proporzioni -; recentemente inoltre, proprio Angones si è detto stupito della presenza di medaglie tematiche DuckTales nel videogame mobile Kingdom Hearts χ, segno che denota come il team creativo non collabori a progetti collaterali al di fuori del fumetto ambientato nella stessa continuity.

Restando ancorati a scenari più verosimili, le ipotesi potrebbero essere le seguenti: il coinvolgimento nel cast americano dei doppiatori vere e proprie celebrità, i cui impegni professionali s'incastrano con difficoltà con quelli che li legherebbero alla sala d'incisione (del resto, il cast vocale di DuckTales è pieno di star affermate); così come il voler animare più puntate possibili in questo lasso di tempo per evitare ulteriori pause da qui alla fine della stagione, oppure una maggior cura nelle animazioni dei prossimi episodi, appurato l'enorme successo ottenuto, scenario assai probabile visto che vi avevamo già riportato che DuckTales è la serie animata originale Disney più costosa della storia.

Angones si congeda dichiarando che nel frattempo il team sta già pensando ad alcuni contenuti, "alcuni più semplici, altri più elaborati", per ingannare l'attesa.

Vi terremo aggiornati!
 

Salutiamo i paperi della pagina Facebook DuckTales Italia.

Fonti:
Twitter
Tumblr