Alla luce di quanto creato nell'arco di undici stagioni, questo è probabilmente l'episodio più complesso di The X-Files con cui ci siamo misurati sino ad oggi. Ma badate, non per quanto concerne la sua sceneggiatura, che anzi, si dipana dinnanzi ai nostri occhi in modo piuttosto semplice, fluido e cristallino, ma per l'eredità che viene raccolta dopo centinaia di episodi di semina e con cui gli sceneggiatori arrivati a questo punto devono tassativamente confrontarsi.

È tempo di conoscere William, il figlio di Mulder e Scully.
 

Mulder e Scully

"Ghouli è un episodio ambizioso che senza scrupoli mira a raggiungere uno scopo non premurandosi di cosa lascia indietro mentre lo fa."


Norfolk, Virginia. Nel cuore della notte a bordo di un vecchio traghetto abbandonato, due ragazze si accoltellano a morte vedendo l'una nell'altra una pericolosa e mostruosa creatura chiama Ghouli. Quando Mulder e Scully interrogano le ragazze scoprono che queste non solo non si conoscevano, ma che erano sopraggiunte sull'imbarcazione in seguito ad un sogno comune che le vedeva alzarsi da un letto in una casa sconosciuta e ricordare un'unica cosa: un palla di vetro con la neve raffigurante il traghetto “Chimera”, dove le due si sono affrontate. Scully rivela a Mulder di avere avuto lo stesso identico sogno la sera prima e l'uomo le suggerisce che la donna sia stata chiamata lì per un motivo. Ma il sogno non è la sola cosa che le ragazze hanno in comune, all'insaputa di entrambe infatti condividevano anche un fidanzato, Jackson, che si scopre essere l'inventore di Ghouli, un mostro divenuto famoso in internet in seguito a falsi avvistamenti, fanfiction e fotomontaggi. Una volta scoperto che la leggenda del mostro è stata creata da Jackson, Fox e Dana si recano a casa sua per fargli delle domande, ma giunti sul luogo sentono degli spari e facendo irruzione nell'abitazione rinvengono il ragazzo ed i suoi genitori morti.

Una volta notata la disposizione dei corpi e consci del fatto che il ragazzo fosse in cura da una psicologa e fosse consapevole di essere stato adottato, i poliziotti del luogo pensano Jackson abbia ucciso sua madre e suo padre per avergli tenuto nascosta la verità. Scully, che riconosce nella casa l'abitazione del sogno, e vede le palle di vetro con neve del ragazzo nella stanza, mettendo insieme i pezzi è convinta che il giovane possa in realtà essere William, il loro unico figlio dato in adozione molti anni prima. Giunta in obitorio, decide quindi di fare un test del DNA con il cadavere, che si risveglia non appena la donna lascia il laboratorio, fuggendo. Mentre tutti pensano che il corpo di Jackson sia stato trafugato, Fox scopre dal riscontro del test che Jackson e William sono effettivamente la stessa persona. Il Direttore Skinner, intervenuto sul posto, spiega che dopo lo schianto di un ufo nella città di Roswell negli anni '50, il Governo degli Stati Uniti rimase ossessionato dalla tecnologia aliena, al punto che il professor Masao Matsumoto sviluppò il Progetto Crossroads che consisteva in esperimenti di eugenetica con DNA alieno volto a creare ibridi tra esseri umani ed extraterrestri e che Jackson potrebbe essere il risultato di uno di quegli esperimenti. Braccato dal Diparimento di Difesa, scopriamo che William possiede il potere di alterare la percezione visiva nelle persone: per questo le ragazze vedevano l'una nell'altra il Ghouli, per questo è riuscito a passare per morto quando gli agenti corrotti hanno fatto irruzione nella sua abitazione per prelevarlo uccidendo i suoi genitori adottivi, e sempre per questo riesce a sfuggire al loro inseguimento scappando chissà dove... eppure sono tante le cose che non tornano e le domande senza risposta, che lasciano i fan con consapevole amaro in bocca, scopriamole.
 

Skinner parla a Mulder del Progetto Crossroads

"Per come William è stato scritto e presentato, allo spettatore non viene minimamente spontaneo e naturale empatizzare con lui e stabilire un contatto emotivo."


La più grande innovazione di questa stagione è l'amalgam di episodi con il freak-of-the-week alla grande trama orizzontale che si dipana sempre di più (mai come quest'anno, come abbiamo sondato nel corso della controversa premiere di stagione) puntata dopo puntata. Abbiamo capito che è una precisa intenzione, ed arrivati a questo punto anche una responsabilità, da parte degli autori di fornire una risposta a tutti gli interrogativi posti dal lancio della serie, al punto che per farlo si è arrivati a sacrificare la credibilità della stesura degli eventi in modo piuttosto grossolano. Dopo tutto questo tempo è perfettamente logico che il pubblico voglia conoscere William (interpretato dalla special guest-star Miles Robbins), il figlio di Mulder e Scully (o di Scully e L'Uomo che Fuma se preferite... e se lo preferite è bene sappiate che avete un problema e non possiamo più essere amici), fino ad oggi visto sottoforma di neonato e in visioni genitoriali dei due, ma mai davvero conosciuto ed esplorato. Ora sappiamo chi è, eppure, nonostante si tratti di un personaggio fondamentale a questo punto della storia, nel corso della sua prima apparizione per com'è stato scritto e presentato, allo spettatore non viene minimamente spontaneo e naturale empatizzare con lui e stabilire un contatto emotivo.

I pochi scorci sulla sua persona li apprendiamo dall'indagine che Fox e Dana svolgono nella sua camera, sappiamo che è un ragazzo con problemi mentali (ma potrebbe benissimo essere un misunderstanding nei confronti dell'accettazione dei propri poteri ignorando le proprie origini), e che è un casanova... non comprendiamo però la maggior parte delle sue azioni: perché abbia creato il Ghouli, se questa creatura esista e sia frutto delle sue visioni o l'abbia semplicemente inventata, perché abbia condizionato i sogni delle sue partner con scherzi così crudeli (una deriva oscura ereditata dal suo padre naturale?), e non ci viene nemmeno spiegata la connessione indissolubile con la sua madre biologica seppur non conoscendola. Il punto più alto della puntata è sicuramente lo scambio di ruoli tra i due: Scully da sempre razionale e scientifica, quando si parla di William diventa completamente irrazionale lasciandosi guidare dalle emozioni e dal suo istinto materno forte e inossidabile, e Mulder, da sempre sostenitore dell'incredibile, fortemente cauto e razionale forse per tutelare la propria amata in caso di delusioni e sofferenza, ma comunque sempre disposto a concedere uno spiraglio d'incredulità dinnanzi ad una sua richiesta d'aiuto.
 

"William..."

IN CONCLUSIONE...

Ghouli è un episodio ambizioso che per giungere ad uno scopo non si premura di curare la strada compiuta per arrivarci compiendo non pochi strafalcioni, ultimo ma non meno importante, la reazione perfettamente normale alla scoperta di un DNA alieno come se fosse all'ordine del giorno. L'undicesima stagione offre grandi episodi verticali, ma sembra non centrare l'obiettivo quando si rimette sui binari dell'orizzontalità stagionale. Giunti a metà di questo percorso ci troviamo di fronte ad un altro capitolo controverso dopo la premiere singhiozzante, che ci mette in allarme sulla risoluzione finale della stagione.



The X-Files (2016) 05

Titolo italiano:  Ghouli
Titolo Originale: Ghouli

Data italiana: 26/02/2018
Data in patria: 31/01/2018
Durata: 0 minuti

Totale voti:   1   2   0 


Antonio.

Un episodio tutto suspense con interessanti spunti di riflessione e che punta tuttavia dritto all'obiettivo.

 19/05/2018

Kouga

Un episodio ambizioso che per giungere ad uno scopo non si premura di curare la strada compiuta per arrivarci compiendo non pochi strafalcioni, Un X-Files che inciampa sull'orizzontalità della trama.

 02/02/2018


Altri Voti