The X-Files torna nuovamente alle origini con un episodio di stampo classico che prova a modernizzarsi agganciandosi alla nostra attualità. Vi riuscirà? Sì, ma peccherà sul fronte umano. Scopriamo perché.
 

The X-Files 11x08 - Familiar (Recensione)

"Un episodio di stampo classico che prova a modernizzarsi agganciandosi alla nostra attualità. Vi riuscirà? Sì, ma peccherà sul fronte umano. Scopriamo perché."


Una tranquilla cittadina di provincia del Connecticut viene sconvolta dal brutale omicidio di un bambino, il piccolo Andrew. Quello che le forze dell'ordine locali identificano subito come l'attacco di un coyote selvaggio per Mulder e Scully è potenzialmente molto di più. I due federali sono obbligati ad intervenire quando la vittima è imparentata ad un agente di polizia, come nel caso di Andrew, figlio di un agente. Scully, infatti, ipotizza che potrebbe trattarsi di un attacco personale a carico di un criminale arrestato dall'uomo, ma anche un serial killer che potrebbe dare il via ad una strage infanticida. Al solito invece, la fantasia di Mulder galoppa: l'uomo pensa che la cittadina sia maledetta avendo avuto uno storico con la caccia alle streghe, visto che si dice addirittura che molti anni prima una donna abbia preso fuoco davanti a decine di testimoni. I due, nel tentativo di scoprire la verità, finiranno tuttavia per complicare le cose: se il capo della polizia aveva deciso di chiudere l'indagine catalogandolo incidente predatorio, la venuta dell'FBI con il sospetto di un omicidio colposo ha trasformato la frustrazione dell'uomo in una disperata ricerca di vendetta, addossando la colpa della cosa ad un uomo recentemente trasferitosi nella cittadina con alle spalle l'accusa di corruzione di minore, senza essersi tuttavia presentato alle autorità come richiesto dalla legge, cosa che lo spinge a recarsi alla sua abitazione per ucciderlo.

Parallelamente, anche la figlia del capo della polizia sparisce misteriosamente, per poi venire ritrovata uccisa nel medesimo modo. Mulder tuttavia scopre che sotto le foglie del bosco si cela un cerchio magico disegnato col sale e ricollega la morte ad un rito di stregoneria. Ma è troppo tardi per impedire che la folla lapidi il presunto pedofilo ed il padre del defunto Andrew gli spari un colpo alla testa. Il folle sistema giuridico americano tuttavia scarcera su cauzione l'uomo, ma ormai è troppo tardi: un insieme di bugie e tradimenti fa precipitare le famiglie orfane dei loro figli in una spirale di terrore, sangue e violenza capace di sfuggire ad ogni logica razionale.
 

Segui Mr. Chuckleteeth!

"X-Files continua ad attingere da altre serie, infatti se siete fan di Supernatural non vi sarete sentiti spaesati da cerchi magici di sale, riti di stregoneria, segugi infernali e porte dell'Inferno."


X-Files continua ad attingere da altre serie, infatti se siete fan di Supernatural non vi sarete sentiti spaesati da cerchi magici di sale, riti di stregoneria, segugi infernali e porte dell'Inferno, il tutto senza comunque svendere la propria natura più profonda ed autentica, con una sceneggiatura che richiama fortemente le origini, mescolando il classico binomio composto da razionalità e fantascienza alla forte componente di critica sociale da sempre marchio inossidabile dello show. L'impostazione classica funziona in modo determinante nella rappresentazione stessa della paura: i fittizi protagonisti dei programmi contenitori per ragazzi Mr. Chuckleteeth e i Bibbletickle (lapalissiana parodia dei Teletubbies) risulterebbero disturbanti e terrificanti per qualsiasi adulto, eppure i bambini nell'episodio ne sono spassionati fan. Questa rappresentazione sovrannaturale di terrore si sposa bene con i drammi ben più umani, realistici e carnali dei genitori dei bambini, ma purtroppo il minutaggio sacrifica la qualità della resa finale sul fronte umano. Come vi avevamo anticipato, la più grande lacuna dell'episodio è l'assenza di un'empatia nei confronti dei personaggi che verranno sacrificati nel corso dell'episodio: dalla moglie dello sceriffo che tradita gioca con la magia nera al mancato pedofilo che viene massacrato di botte dalla folla per partito preso, ci troviamo di fronte a personaggi appena scalfiti in superficie di cui di fatto non potrebbe importarci meno visto che non hanno avuto alcuno screentime da condividere con il pubblico.
 

FBI! Fermatevi!

IN CONCLUSIONE...

Familiar investe tutto sulla tradizione e pesca a piene mani dalle realtà rurali e di provincia dove superstizione, ignoranza e pregiudizio si mescolano dando vita ai peggiori scenari possibili, per poi provare ad attualizzarsi peccando sul fronte umano. Un episodio capace di intrattenere e che non delude le aspettative, per quanto assolutamente dimenticabile ai fini della grande trama stagionale.


The X-Files (2016) 08

Titolo italiano:  Caccia alle streghe
Titolo Originale: Familiar

Data italiana: 19/03/2018
Data in patria: 07/03/2018
Durata: 0 minuti

Totale voti:   1   1   0 


Kouga

Un episodio classico riuscito quasi nella sua totalità ma che pecca sul fronte umano e che poco ha da aggiungere al grande piano. Godibile fine a sé stesso, ma dimenticabile in senso assoluto.

 10/03/2018


Altri Voti