Hello Oncers!

C'era una volta propone un altro focus su Tiana, introducendo nuovi personaggi e nuovi intrecci che pare non rimarranno fini a loro stessi questa volta.
 
A Taste of Heights

Trama
A Taste of the Heights

Presente. Hyperion Heights. Sabine decide di partecipare ad un festival di street food per far partire la sua attività; durante la manifestazione incontra Drew, un suo ex compagno della scuola di cucina che, però, ha deciso di proporre il suo stesso tipo di cucina, ma con risultati abbastanza scarsi. Intanto, Jacinda, sotto consiglio di Lucy, decide di invitare Henry a casa sua per una serata di giochi da tavola per festeggiare la guarigione della bambina: la piccola è intenzionata a creare il momento adatto per far sì che i due si scambino finalmente il bacio del Vero Amore e spezzino la maledizione. Mentre il piano di Lucy sembra procedere per il meglio, Sabine si vede costretta a ritirarsi dal festival di street food in quanto mancante di una licenza non ancora arrivata: la donna capisce ben presto che la segnlazione è partita proprio da Drew e, dopo un aspro contrasto con lui, il suo ex compagno di corso le confessa che probabilmente è opera del suo investitore, Mr. Samdi, svelandole che non ha lasciato la scuola di cucina, ma che era stato cacciato perché in realtà non così bravo come credeva di essere e, per farsi perdonare, le dona la sua licenza, permettendole di mettere in azione il suo furgoncino e aiutandola. Tuttavia, lo fa solo per conquistarsi solo la sua fiducia, anche se controvoglia, sotto ordine di Mr. Samdi. Il losco figuro, inoltre, inizia ad aggirarsi nel quartiere e fa una visita da Roni perché interessato ad investire sull'attività: Regina capisce abbastanza in fretta che si tratta del Dr. Facilier e che è sveglio dalla maledizione, ma nonostante questo, tiene nascosto il suo status a Zelena per poi fargli una visita in privato. Nel frattempo, mentre Lucy soddisfatta legge il suo libro, attendendo che tra Henry e Jacinda scatti il fatidico bacio, la bambina trova per caso una pagina del libro grazie alla quale scopre che, se la maledizione dovesse spezzarsi, Henry morirà: decide quindi di interrompere il piano e sorprende i due adulti poco prima che le loro labbra possano incontrarsi, frapponendosi tra loro con una scusa e facendo sfumare il momento.
Intanto, Weaver e Rogers continuano ad indagare sull'omicidio di Victoria e della dottoressa, salvando per un soffio la pasticcera - che è in realtà la strega di Hansel e Gretel: Tremotino capisce che non è la Congrega a perpetrare gli omicidi, ma sono le stesse streghe ad essere prese di mira, decidendo quindi di avvertire Regina e Zelena, svelando finalmente alle due di essere sveglio dalla maledizione.

Weaver e Rigers indagano sugli omicidi

Passato. Un altro reame. È tutto pronto per l'incoronazione di Tiana, ma il Dr. Facilier decide di fare la sua apparizione e avvertire la quasi-regina di un pericolo che incombe sul suo regno. Nonostante la donna sia ben consapevole dei modi di fare ingannevoli del mago, non può girare la testa dall'altro lato e decide di partire alla ricerca della bestia assieme a Jacinda e Hook. Il gruppo si imbatte nel principe Naveen, anch'egli alla ricerca della bestia e dotato di una lancia incantata in grado di ucciderla. Quando il gruppo si imbatte in un popolano ferito dall'alligatore, Tiana chiede a Jacinda e Hook di portarlo da un guaritore, mentre lei e Naveen continuano la loro caccia. Mentre sono su una barca, i due hanno un aspro conflitto, Naveen cade in acqua, Tiana riesce a colpire l'alligatore con la lancia, ma l'uomo ne viene fuori gravemente ferito. Il Dr. Facilier recupera una collana dall'alligatore, Tiana lo convince a salvare il principe, che tuttavia diventa suo schiavo dovendogli ora la vita. Tornati a palazzo, mentre tutti si accingono a partecipare all'incoronazione, una volta rimasta sola nella stanza, Regina fa uscire allo scoperto Facilier e, dopo non troppe parole che fanno intendere molto più che una semplice conoscenza, i due si scambiano un bacio appassionato.

Dr. Facilier

Di principi ranocchi e frac galeotti

Parliamoci chiaro: fare peggio di quello che è stato fatto nello scorso episodio sarebbe stato davvero difficile e, per nostra fortuna, gli autori hanno deciso di risalire dal fondo toccato con l'undicesimo episodio. Nonostante ci siano state delle dinamiche poco convincenti - su cui mi dilungherò per la vostra gioia tra qualche riga -, questi 40 minuti sono trascorsi in maniera decisamente più lisca. 

La mia opinione su Sabine/Tiana non cambia rispetto al primo focus fatto sul suo personaggio nel quinto episodio: la sua storyline resta abbastanza "standard" e, nonostante si possa intravedere il carattere forte e deciso di un personaggio combattivo, in realtà le dinamiche a lei rapportate sono abbastanza scontate e affatto innovative. Sabine è un buon personaggio, ma resta abbastanza indifferente, e lo stesso si può dire di Naveen. L'unico di questa allegra combriccola che riesce a scavare la superficie della storyline e a distaccarsi da quello sfondo, per poi risaltare in primo piano, in realtà è proprio Facilier, nei confronti del quale ho cambiato decisamente opinione: se nell'episodio in cui ci è stato presentato per la prima volta questo personaggio non mi ha detto di nulla di diverso da quello che solitamente i villain stereotipati riescono a tramsettere, in questo frangente abbiamo potuto dare uno sguardo più approfondito al suo personaggio, uno sguardo che non ci è dispiaciuto. Inutile negarlo, il suo rapporto con Regina gli fa guadagnare un sacco di punti per osmosi, ma bisogna ammettere che a livello di caratterizzazione Facilier si stia pian piano definendo in maniera più netta, cosa che lo aiuta e ci aiuta molto ad indentificarlo con precisione - che, se ricordate, è proprio la caretteristica principale che mancava a Victoria. Spinti dal desiderio di scoprire i suoi trascorsi con Regina e dal ragionevole dubbio di cosa possa aver trovato lei in lui - e soprattutto cosa continui a trovarci, dato che non le è affatto indifferente - alza in maniera esponenziale la nostra attenzione nei suoi confronti, senza contare che al momento il suo personaggio pare potersi giocare a tavolino il ruolo di villain con Gothel - che, diciamoci la verità, non ci è mancata per niente in questa puntata. 

Samdi

È interessante notare come qualsiasi - ahimé poca - nota positiva riesca a trovare in C'era una volta da un po' di tempo a questa parte sia inevitabilmente collegata a Regina: sembra che lei riesca a donare decenza a situazioni e personaggi che le gravitano attorno e vicini, a riprova del fatto che il lavoro svolto in sei stagioni - con tutti i suoi alti e bassi - ha dato e continua a dare i suoi frutti. Inoltre, non molto tempo fa, gli autori hanno dichiarato che il cuore di Regina è pronto ad amare di nuovo: sinceramente, non pensavo si riferissero a una vecchia fiamma, tuttavia per ora le ipotesi portano tutte verso Facilier, non ci resta quindi che scoprire cosa questi due personaggi hanno in serbo per noi nel presente come nel passato.

Forse l'unico che non riesce a trarre beneficio dall'influenza positiva - scenograficamente parlando - del personaggio di Regina è proprio Henry: forse perché gravita troppo lontano da lei e troppo vicino a Jacinda. Che siano Henry ed Ella o Henry e Jacinda, io sto cercando da dodici episodi a questa parte una sottospecie di chimica che possa giustificare il loro ruolo di "coppia cardine", vessillo del Vero Amore, che Lucy ha deciso di dargli - a proposito, non ci era mancata poi tanto anche lei... -. Peccato che questa famigerata chimica io non l'abbia ancora trovata e penso che, arrivati a metà della stagione, difficilmente riuscirò a trovarla in seguito. Hanno sprizzato molta più intesa Regina e Facilier in cinque minuti di minutaggio a loro dedicato che Henry e Jacinda finora, le conclusioni le lascio a voi dato che mi sembrano abbastanza scontate. 

Regina

A livello di trama, ci risvegliamo un attimo dal torpore delle assurdità, e ci troviamo di fronte ad un plot twist abbastanza interessante: a discapito di quello che siamo stati portati a pensare, sono proprio le streghe ad essere prese di mira. Che sia proprio Facilier ad aver dato il via a questa serie di omicidi? Che sia in combutta con Gothel? Oppure Gothel sta cercando di ricostruire la Congrega proprio perché teme di essere un bersaglio? Il fatto stesso che questa sterzata nella trama mi porti a porre queste domande lo ritengo abbastanza positivo, considerando l'indifferenza e la sufficienza con la quale ho guardato alla storyline finora. 

Concludo con una piccola notazione: tutti molto tristi per la morte di Victoria. Inconsolabili, davvero. 

Victoria non credo ci mancherai più di tanto

Considerazioni finali

A Taste of Heights risolleva momentaneamente le sorti della stagione, grazie all'approfondimento di alcuni personaggi passati in sordina e l'introduzione di plot twist e relazioni che potrebbero portare ad una potenziale svolta interessante della trama e dei personaggi stessi. Allo stesso tempo, tuttavia, conferma la mediocre chimica che intercorre nella "coppia cardine" della stagione, lasciando il fianco scoperto a confronti dai quali non può che venir fuori assolutamente sconfitta, e rimarca lo scarso spessore di personaggi secondari che finiscono col confondersi con lo sfondo delle piatte storyline a loro dedicate. 
 
 

C'era una volta 12

Titolo italiano:  Gusti di quartiere
Titolo Originale: A Taste of the Heights

Data italiana: 21/03/2018
Data in patria: 09/03/2018
Durata: 0 minuti

Totale voti:   0   1   0 


RinK-Chan

L'episodio risolleva momentaneamente le sorti della stagione, barcamenandosi tra personaggi ben riusciti e storie dal potenzialmente interessante e altri personaggi piatti e storyline banalotte.

 02/04/2018