Grazie alla collaborazione con InfinityLucy Lawless, acclamata attrice per le sue interpretazioni in serie TV come Xena e Spartacus, è stata ospite del Napoli COMICON 2018 e ha incontrato il pubblico di CartooNa dopo la proiezione in anteprima del finale della terza - e ultima, data la cancellazione - stagione di Ash vs Evil Dead, di cui è co-protagonista. L'evento si è tenuto il 30 aprile alle ore 16:00 in Auditorium (Teatro Mediterraneo). 

Ash vs Evil Dead è una serie televisiva statunitense, tra horror e commedia, creata da Sam Raimi, Ivan Raimi e Tom Spezialy, prodotta dalla rete Starz. La storia è ambientata trent'anni dopo che Ash Williams (Bruce Campbell) ha dovuto combattere contro le forze del male liberate dal Necronomicon Ex-Mortis.

La terza stagione di Ash vs Evil Dead è disponibile in esclusiva assoluta su Infinity. Il finale di stagione è online dal 30 aprile.
 

Lucy Lawless incontra i fan del Napoli COMICON


L'ultimo episodio di Ash vs Evil Dead è intitolato The Mettle of Man, e questa è la trama:

TITOLO: The Mettle of Man

CAST e .
 
TRAMA: Elk Grove è teatro di un enorme scontro. Ash combatte la più grande battaglia della sua vita - un demone Kandarian alto sessanta metri - abbracciando il suo destino di salvatore e di padre. Anche Pablo farà di tutto per ritrovare Kelly. 

 
Il resoconto dell'incontro con il pubblico
 
Lucille Frances Ryan, nota come Lucy Lawless, è un'attrice neozelandese che ha ottenuto un grande successo, soprattutto per aver interpretato il personaggio protagonista della serie televisiva Xena - Principessa guerriera.

Lucy Lawless ha debuttato nel ruolo di Xena il 4 settembre del 1995 e il gradimento ottenuto la fece nominare, qualche anno dopo, dalla rivista People tra le 50 donne più belle al mondo.

Altri suoi ruoli celebri sono quelli interpretati nelle serie TV Battlestar GalacticaSpartacus. Dal 2015 interpreta il ruolo di Ruby Knowby nello show Ash vs Evil Dead.

Prima della proiezione, è stata annunciata una sorpresa per il pubblico presente in sala: alla fine dell'incontro sono stati infatti estratti 20 numeri fortunati per 20 persone che hanno passato 20 minuti con l'attrice

SerialClick ha partecipato al suo incontro con il pubblico, e questo è il resoconto.
 

Dopo la proiezione in anteprima del finale della terza stagione, l'attrice ha risposto alle domande dei fan.


Dopo essere stata accolta con calore dal pubblico in sala, si è dato inizio all'incontro, moderato da un addetto. 

I ragazzi hanno visto il finale di Ash vs Evil Dead. Com'è stato lavorare su questa serie?

Ho adorato lavorare in questa serie perché Bruce è una delle mie persone preferite, è un gentleman, è molto divertente e quando ho iniziato è stato una sorta di mentore per me. E adesso che è un uomo brontolone i produttori vogliono che ci sia anche io con lui, così posso punirlo. 

A parte punire Bruce Campbell, cos'è che ti ha convinto a far parte di questo progetto? Cosa ti ha appassionato dell'idea di questa serie? 

La sola ragione per partecipare a questa serie era punire Bruce. Perché voglio divertirmi. Ho dei figli e loro mi hanno detto che se volevo essere loro madre dovevo restare in Nuova Zelanda. Gli ho risposto: "Suppongo di voler essere la vostra mamma, ricopro questo ruolo." No, veramente è per punire Bruce. 

Com'è cambiato il tuo personaggio e come sei cambiata tu nel corso delle puntate di Ash vs Evil Dead?

Sono stata scelta per questo ruolo prima che venisse scritta la sceneggiatura, quindi Bruce diceva sempre "Chi è Ruby?", era il nostro scherzo sul set. Anche i giornalisti chiedevano "Chi è Ruby?" e noi eravamo tipo "Non lo sappiamo". Alla fine gli autori ne sono venuti a capo e hanno deciso che Ruby era lì per punire Ash. Quindi Ruby punisce Ash e Lucy punisce Bruce. 

Com'è stata l'esperienza sul set assieme a Bruce, gli altri attori e il resto della crew?

La squadra è fantastica. Molti di loro li conoscevo da molto tempo, abbiamo lavorato con alcuni su Xena, con altri su Spartucus. Ma il mio più grande piacere è stato conoscere Ray Santiago e Dana DeLorenzo perché sono veramente divertenti e per me ogni giorno andare sul set era un piacere anche solo per stare con loro. 
 

Si è parlato molto di Ash vs Evil Dead


Credi che le serie TV ora come ora siano il futuro dell'intrattenimento, visto che se ne producono tante, che sono molto seguite e che c'è sempre più attenzione nei loro confronti?

Penso che i videogiochi siano molto più influenti in questo momento. Moltissimi attori del cinema si sono spostati in televisione perché c'è un rapporto di lavoro più lungo, si lavora di più sul personaggio; anche perché adesso nel cinema sono veramente pochi i film che riescono a fare successo, è un po' più difficile che i film un po' più piccoli riescano a sfondare sui grandi schermi. Io sono ossessionata dai gialli, quando resterò disoccupata per qualsiasi ragione andrò in tribunale a guardare i processi per omicidio. Lo so che è una cosa cattiva, ma è molto interessante. È il giorno peggiore nella vita di una persona, quindi è molto intenso, molto interessante, e ho imparato che non riesco a capire se qualcuno stia mentendo. Pensavo di riuscirci, ma se le persone sono cresciute in un contesto in cui dire la verità è pericoloso diventano talmente brave che non riesci a capire se stanno mentendo. Sapete di che cosa sto parlando. Ma è così interessante. E perché ve lo sto dicendo? C'è una ragione. Se riuscissi a realizzare una serie crime, gialla, sarebbe molto diretta e senza filtri.  

Qual è la differenza tra l'industria del cinema e quella della televisione?

Mi piace lavorare sui set cinematografici perché c'è un clima molto più rilassato, tutti sono molto tranquilli, perché quella è "arte", mentre in televisione il tempo è denaro e non puoi sprecarlo.

Tornando ad Ash vs Evil Dead, tu che sei stata protagonista di tante serie cult, perché credi che questa serie sia stata accolta così bene, sia piaciuta così tanto alle persone e sia diventata un cult così velocemente? 

Perché penso che il team composto da Bruce, Rob (Tarpet) e Sam (Raimi) sia la ricetta per il successo. Tutte le loro opere, tutto quello che loro hanno fatto insieme è riuscito benissimo, quindi la ragione principale del successo è questo trio perfetto. Se guardate Bruce anche in altri suoi lavori vi accorgerete che è un mago. 

Si è parlato a lungo di una nuova serie di Xena, cosa ne pensi a riguardo?

Mi piacerebbe molto, ma preferirei fare un film comico con Renée (O'Connor), Bruce e Ted Raimi, anche questa è una ricetta classica. Anche per vivere un'esperienza squisita e piacevole.
 

Domande del pubblico in sala


Il testimone è poi passato al pubblico, che ha posto le proprie domande. 

Come fai a mantenerti così bella e giovane? 

Grazie a Rita, la mia make-up artist, e a Francesco, il mio hair stylist, perché sono fantastici. 

Dal pubblico qualcuno ha intimato un: "Lucy, sei perfetta", al che l'attrice ha risposto con "Lo so, ma devo anche ringraziare altre persone per questo. Penso che tutti voi lo sappiate: mangiare bene, amare le persone di cui ci si circonda, avere meno stress, non c'è bisogno che lo dica agli italiani, lo sapete.

(Alla traduzione dell'interprete, che ha reso con "mangiare bene, bere tanto", l'attrice ha inteso il "bere alcolici", ma dopo aver chiarito scherzosamente il malinteso, ha elogiato alcune scoperte fatte a Napoli.)

Ho scoperto il caffè con la Sambuca. Il caffè napoletano dovrebbe essere patrimonio dell'UNESCO, perché è qualcosa di speciale, complimenti. 

Com'è stato lavorare sul set di Parks and Recreation, dato che non se ne parla molto ed è una serie diversa da quello che fai di solito?

È molto bello lavorare per Parks and Recreation, soprattutto perché sono tutti molto carini. Non ne parlo tanto perché faccio un episodio qui, un episodio lì, non è una serie in cui sono un personaggio ricorrente. Penso che la forza della serie sia Amy Poehler, la protagonista e produttrice della serie: lei è molto carina e si comporta in maniera molto professionale, tutti cercano di seguire il suo esempio e ciò contribuisce a creare un ambiente di lavoro molto piacevole.
 

Domande del pubblico in sala  

Hai mai pensato di fare una serie tutta tua?

Sì, ho pensato di fare una serie in cui ricopro anche il ruolo di produttrice, che non ho mai fatto e su cui non mi vorrei sbilanciare troppo, ma spero anche che ci sarà un annuncio tra un mese o due.

Com'è stato interpretare il ruolo di una donna così forte nel mondo delle serie TV, anticipando un trend che adesso va molto di moda, cinematograficamente parlando?

Sono felice che sia trendy avere delle donne forti sullo schermo, perché no? Le donne sono sempre state forti. Sono molto contenta di aver ottenuto questo lavoro e sono stata molto fortunata, perché mi hanno pagata per interpretare questo personaggio quando io lo avrei fatto anche gratis. Devo ringraziare mia madre e la mia famiglia perché mi hanno reso abbastanza dura per poterlo fare. 

L'incontro si è concluso come tutti speravamo si concludesse: con l'urlo di Xena. È ancora bravissima a farlo, abbiamo le prove audio per dimostrarlo anche a chi purtroppo non era presente all'incontro. Ve le lasciamo assieme alle nostre lacrime di nostalgia, sapendo che faranno compagnia alla vostra commozione nel leggere le parole di un mito che ha fatto parte dell'infanzia e dell'adolescenza di molti di noi.