Grazie alla collaborazione con Sky Italia, a poche ore dalla messa in onda americana, è stato proiettato in anteprima al COMICON il secondo episodio della seconda stagione di Westworld. L'evento si è tenuto in Auditorium (Teatro Mediterraneo) alle ore 11:30 di oggi. 

Westworld è una serie TV creata da Lisa Joy e Jonathan Nolan per HBO, co-prodotta da J.J. Abrams e ispirata al film Il Mondo dei Robot del 1973. La storia è ambientata in un prossimo futuro, dove gli esseri umani hanno costruito un parco divertimenti in cui vivono robot del tutto simili a noi. Nella seconda stagione, questi robot sviluppano una loro coscienza e si ribellano ai loro creatori. 

Westworld va in onda in esclusiva su Sky Atlantic HD ogni lunedì alle 3 del mattino in contemporanea con gli USA in versione originale e alle 21:15 in versione doppiata.



TITOLOReunion

CASTEvan Rachel Wood, Thandie Newton, Jeffrey Wright, Giancarlo Esposito ed Ed Harris.

TRAMA: In apertura vediamo il mondo del passato, prima degli eventi presenti nella prima stagione. Logan viene invitato ad una "anteprima" di Westworld, in un locale molto raffinato dove è presente anche Dolores, seppur non chiamata in causa in quanto "non ancora pronta". Logan viene ammaliato dalle potenzialità dei robot al punto che viene spinto a convincere suo padre, James Delos, ad investire nel parco. Qui incontriamo anche William, che mostra come conoscesse già Dolores ancor prima del suo arrivo a Westworld con il treno nel primissimo episodio della serie televisiva. William e James discutono sulle potenzialità del parco: per il primo, Westworld è solo un luogo di intrattenimento per turisti, per William invece deve diventare un posto dove chiunque può fare ciò che vuole senza essere giudicato e dove la natura umana mostrerà la sua vera natura. A questo punto, sorge spontanea una domanda: che William/Uomo in nero stia vagando per il parco proprio a causa di questa sua decisione, ossia di aver messo il bastone tra le ruote nelle scelte di Delos e di Ford, che si sono a loro volta vendicati creando ostacoli sul suo cammino "da turista"?

Nel presente, Dolores continua a mietere vittime in collaborazione con Teddy. Riesce a scoprire dove la Delos piazzerà i suoi uomini per contrastarla, ma viene a conoscenza anche del fatto che l'esercito sarà composto da 600/800 persone. Il gruppo di Dolores è formato solo da 50 unità e parte dunque una ricerca di uomini validi per la guerra. La donna incontra sulla sua strada Maeve, che però si rifiuta di collaborare in quanto impegnata nella sua guerra personale: la ricerca della figlia perduta. Dolores, strada facendo, con le cattive maniere riesce a reperire soldati ed è pronta ad affrontare la Delos arrivando alla "Glory", il nuovo mondo che "lei ha già visto" (facendo riferimento ai grattacieli visti in apertura di Reunion).

L'Uomo in nero è anch'esso alla ricerca di uomini per la ricerca di "Glory", il suo nuovo labirinto. Dalla rivoluzione dei robot ha deciso di giocare sporco e senza regole e si imbatte nel nuovo Lawrence "El Lazo", che non è più interpretato da Clifton Collins Jr. - ora alle dipendenze proprio dell'Uomo in nero - ma da Giancarlo Esposito. Dopo una discussione, gli uomini di El Lazo si suicidano tutti contemporaneamente, negando l'aiuto all'Uomo in nero - se ne deduce che i robot siano stati riprogrammati per non assecondare i desideri di William.