Resident Evil è una delle saghe videoludiche più famose al mondo, fin dal 1996, data d'esordio del primo capitolo del franchise horror.

Resident Evil è stato protagonista anche di sei pellicole cinematografiche - con Milla Jovovich come star - che hanno incassato oltre 1,2 miliardi di dollari, diventando la trasposizione cinematografica di videogiochi più redditizia di sempre. I fan, però, non hanno sempre apprezzato le differenze presenti tra i due prodotti, tanto che è stato annunciato un reboot che avrebbe dovuto accontentarli maggiormente.

La novità dell'ultima ora è che questo reboot forse non sarà cinematografico, ma televisivo. La società di produzione Constantin, tramite il suo CEO Martin Moszkowicz, si è espressa in questo modo a proposito: "Per noi, la cosa principale è farlo in modo creativo, in modo che la gente non pensi che sia più o meno la stessa cosa. Ecco di cosa si tratta in questi giorni: di trovare un approccio nuovo e diverso."
 
il reebot del famoso franchise potrebbe approdare in televisione.

Il franchise di Resident Evil è stato adattato in quasi tutti i media tranne che in televisione, quindi questa sarebbe una direzione intrigante per Constantin. Ci sono oltre 20 anni di storie che la serie TV potrebbe esplorare, perciò non ci sarebbe carenza di materiale con cui lavorare.

Non è la prima volta che si pensa ad uno show di Resident Evil: anni fa fu presentato un prodotto televisivo soprannominato Arkley, che avrebbe funzionato da prequel, su un detective che indagava sui macabri omicidi compiuti a Raccoon City, legati alla Umbrella Corporation. Fu girato un filmato di prova, ma alla fine il progetto fu abbandonato.
 
Fonte:
Screen Rant