AMC si dice soddisfatta di The Walking Dead nonostante gli ascolti bassi registrati dall'ottava stagione, ha dichiarato il direttore finanziario di AMCSean Sullivan, durante una conferenza degli investitori in webcast (secondo The Hollywood Reporter).

L'amministrazione di AMC è "soddisfatta del franchise", ha detto Sullivan, sottolineando che la lunga saga sugli zombie ha mantenuto "la sua posizione dominante". Sullivan ha poi evidenziato il forte rendimento finanziario della società, dicendo che AMC ha "assorbito il calo degli ascolti dello show".

Sulla strategia di programmazione originale di AMC in generale, Sullivan ha ammesso: "È difficile emergere", ma ha detto che l'amministrazione è contenta che "creativamente, la squadra abbia fatto un buon lavoro".

AMC difende gli ascolti in caduta di The Walking Dead

Il franchise di AMC, ispirato alla serie a fumetti di Robert Kirkman, attualmente è composto dal drama sugli zombie The Walking Dead e dallo spin-off Fear The Walking Dead.

Le due serie hanno incrociato i percorsi per la prima volta ad aprile quando l'attore di vecchia data di The Walking Dead Lennie James, interprete di Morgan Jones, è passato a Fear all'inizio della quarta stagione, unendosi al suo cast meno affollato.

The Walking Dead ha chiuso l'ottava stagione l'8 aprile con quasi otto milioni di spettatori con il finale di stagione 'Wrath', che ne ha portati 7,92 milioni. L'episodio ha dato una conclusione al lungo conflitto tra la banda dei sopravvissuti di Rick Grimes e i Salvatori di Negan, che avevano avviato la lotta a metà della sesta stagione nel 2015.

A marzo, The Walking Dead ha registrato i suoi peggiori ascolti dalla prima stagione nel 2010, ottenendo un rating di soltanto 2.9 tra gli adulti tra i 18 e i 49 anni e 6,8 milioni di spettatori nei numeri di Nielsen Live + Same Day con l'episodio 8x10, 'The Lost and the Plunderers'.

Rick Grimes

Quell'episodio seguiva immediatamente l'apertura di metà stagione, 'Honor', che aveva discutibilmente ucciso il sopravvissuto di vecchia data Carl Grimes (Chandler Riggs) dopo un finale in sospeso di due mesi in cui si scopre che il ragazzo è caduto vittima del morso incurabile di un vagante.

Gli ascolti rischiano di calare ancora dopo l'imminente uscita del protagonista Andrew Lincoln, che si ritirerà dalla serie dopo otto anni in qualche momento della prossima nona stagione.

Lincoln ha solo altri sei episodi prima della sua dipartita e a quanto si dice sarà "eliminato gradualmente" dalla serie, com'è stato per il collega di vecchia data Lauren Cohan, che si era unito al cast della serie nella seconda stagione nel 2011.

Alcuni hanno ipotizzato che l'uscita di Lincoln possa essere legata alla perdita del "motore" che muoveva il suo personaggio che è avvenuto quando l'ottava stagione ha deciso di uccidere Carl, che nei libri è pronto a sostituire un giorno Rick Grimes come leader.

Daryl Dixon

"Cercare sua moglie e suo figlio erano i due motori che hanno tenuto in vita quest'uomo per otto anni all'inizio dello show," aveva detto Lincoln a ComicBook.com ad aprile. "Perdere il secondo motore che lo aveva alimentato, a questo punto, è sembrato proprio – a me personalmente – non solo la fine di un capitolo ma di un libro, davvero."

Da allora, una parte del pubblico ha minacciato di smettere di guardare la serie dopo che Lincoln avrà concluso il suo periodo. Si dice che AMC stia negoziando con l'attore di Daryl Dixon Norman Reedus per affidargli il ruolo di protagonista in The Walking Dead al ritmo di una paga giornaliera di 20 milioni di dollari.

La serie tornerà con la nona stagione questo autunno su AMC.
 
Fonte:
ComicBook