Al reboot di DuckTales abbiamo imputato soltanto due difetti, seppur eccellenti: dare maggior risalto alla commedia a dispetto dell'avventura e non avere più Paperone come punto focale delle vicende. Se l'avventura è arrivata a gran voce con Robopap, con l'episodio di questa settimana Paperone diventa mattatore assoluto come mai lo è stato nemmeno nella serie storica.
 
Paperone e Doretta si ritrovano dopo tanti anni

"È il primo episodio di questo reboot dove al centro delle vicende figurano solo ed esclusivamente personaggi adulti."

Zio Paperone, Qui, Quo e Qua si recano al gran gala d'apertura dell' "Ala Famedoro" del Museo di Storia Naturale di Paperopoli, tenuto da Cuordipietra Famedoro. Mentre i nipotini realizzano che il loro Zione li abbia trascinati all'evento del suo più acerrimo nemico solo per fare scorta di cibo al bouffet, Paperone scorge un volto famigliare tra gli ospiti, è quello di Doretta Doremì, la sua ex-nemica/partner ed amante. La papera non si muove mai senza uno scopo, ed infatti poco dopo, Doretta scompare con uno dei nuovi reperti in esibizione alla mostra, il teschio del mammuth dello Yukon. Immediatamente a bordo della limousine verso casa, Paperone spiega ai ragazzi di aver aiutato Doretta durante la Grande Caccia all'Oro nella ricerca della Laguna Dorata del Fosso dell'Agonia Bianca, ma la papera provò a rubargli la mappa strappandola in due parti, quando attaccati dalla furia di un mammuth, i paperi finirono in acqua dove rimasero ibernati per cinque anni. Quando il mammuth è stato scoperto da Famedoro, Doretta è tornata a Paperopoli per rubare parte della mappa infagocitata dallo scheletro del bestione. A Villa De' Paperoni tuttavia, Doretta è al setaccio dell'altra metà della mappa, e dopo aver sistemato Tata e Gaia, ingaggia uno scontro con Paperone raggiungendo con lui un accordo: i due concluderanno la missione rimasta in sospeso molti anni prima, andando alla ricerca della Laguna Dorata insieme.

Nello Yukon, Doretta prova a più riprese ad imbrogliare Paperone per appropriarsi della sua parte di mappa, ma lo Zione puntualmente riesce a prevenire e divincolarsi da ognuna delle trappole della papera, tranne che l'imbroglio definitivo: la sua alleanza con Cuordipietra Famedoro. Il gala, il furto del teschio, il viaggio nel Klondike... tutto era orchestrato dai due ai danni di Paperone per spingerlo ad impiegare la propria parte della mappa e trovare l'agognato tesoro. Giunti ad una montagna di oro liquido, Paperone e Doretta si combattono l'un l'altra, fin quando i sentimenti della Scintillante Goldie non hanno la meglio, portandola a tradire Famedoro, sacrificarsi per salvare la vita di Paperone e precipitare nell'oro bollente. Approdittando dello shock di Zio Paperone, Famedoro lo attacca alle spalle e si cinge ad ucciderlo, ma in realtà Doretta ha solo finto la sua morte, per poi rubare il cargo di Famedoro contenente la Laguna Dorata precedentemente aspirata.

Tornato a Villa De' Paperoni, lo Zione trova sotto il suo cilindro un pacchetto contenente una foto di Doretta con una nota pronta a strappargli un nostalgico e rincuorante sorriso: "La prossima volta che avrai bisogno di un po' d'oro nella tua vita, vieni a cercarmi."

 
La versione di Famedoro estremamente attinente alla realtà dei fatti

"Zio Paperone qui compare come l'archetipo di un anziano supereroe, mentre Doretta altri non è che la sua kryptonite."

Lo abbiamo già detto in apertura a questa recensione: abbiamo spesso lamentato a questo reboot la poca importanza data a Zio Paperone, che nella serie storica era invece il traino per la quasi totalità delle storie. Eppure in questo episodio -che ci auguriamo sia tutto fuorché un caso isolato-, Paperone è protagonista assoluto come mai lo è stato prima d'ora, anche nello show del 1987 da cui tutto ebbe inizio. Infatti se Qui, Quo e Qua, Jet McQuack, Robopap e (ogni tanto) Paperino erano i compagni d'avventura dello Zione se non addirittura i sidekick di turno, per la prima volta vediamo Paperone all'avventura solo ed esclusivamente con Doretta. È il primo episodio di questo reboot dove al centro delle vicende vi sono esclusivamente personaggi adulti, contesto narrativo in cui Paperone riesce a brillare come mai prima: il suo acume nell'evitare trappole e trabocchetti e le sue incredibili risorse (come il saper parlare con gli orsi), finalmente mostrano ai più piccoli che s'avvicinano a questa licenza per la primissima volta, perché la fama che Paperone nutre in quel di Paperopoli è così meritata. Al contempo, sempre in questa puntata, vediamo come quest'archetipo di anziano supereroe che dalla sua ha il potere della persevaranza, abbia anche una kryptonite: Doretta.

Ecco, questa Doretta è molto differente da quella che eravamo soliti conoscere tanto dalla serie animata storica quanto dalle storie a fumetti di Carl Barks e Don Rosa. Quando gli autori definivano il rapporto tra Paperone e Doretta simile a quello che hanno Batman e Catowman non scherzavano: Goldie è suadente, insidiosa, pericolosa, scaltra e doppiogiochista. Non sai mai quando poterti fidare davvero di lei, cosa che porta Paperone ad avvicinarsi a lei con sospetto. Questa Doretta trova il corrispettivo vocale perfetto nella graffiante Allison Janney capace di donarle quell'aria cinica, sarcastica e felina capace di far perdere la testa al nostro Zione, che qui vediamo versare le prime lacrime d'amore postume al tradimento di Doretta, la stessa che gli scuote l'anima in un tango (la cui tensione sessuale è palese nonostante si tratti di due anziani paperi antropomorfi parlanti in un cartoon per bambini), che gli fa ribollire il sangue nelle piume quando combattono a suon di picconi e che a fine puntata riuscirà a strappargli un sorriso sognante da ragazzino alla prima cotta.

Ultimo ma non meno importante, la straordinaria nemesi della puntata: un  Cuordipietra Famedoro in grande spolvero. Sciocco, infantile, capriccioso e presuntuoso (la sua visione della situazione in cui viene riportato aitante e muscoloso come nello screen qui sopra è esilarante) ma assolutamente malvagio e pericoloso, al punto da non perdere mai occasione per tentare di uccidere Paperone -e se non fosse stato per una serie di circostanze, sarebbe anche potuto riuscirvi stavolta.

 
Rivali, partner... e amanti
 

GIUDIZIO FINALE

DuckTales offre una puntata atipica tanto rispetto a quanto è stato il reboot fino a qui, quanto alla serie storica, mostrando un Paperone avventuroso, sagace, brillante, pieno di risorse, combattivo ed allo stesso tempo profondamente dolce ed emotivo. Il lavoro che gli autori stanno facendo con questi personaggi è stratificato, profondo e variegato mostrando ogni episodio dello show come un prodotto differente dal precedente e mai banale.
 

Salutiamo i paperi della pagina Facebook DuckTales Italia.

DuckTales (2017) 15

Titolo italiano:  N.D.
Titolo Originale: The Golden Lagoon of White Agony Plains!

Data italiana: N.D.
Data in patria: 23/06/2018
Durata: 22 minuti

Totale voti:   10   0   0 


PokeNew

Questo è un lato di Paperone che mai mi sarei aspettato avrebbero affrontato. La sua alchimia con Doretta è unica poi, spero proprio di vedere altri episodi sulla scia di questo.

 04/09/2018

OppaiDragon

Ottimo reboot per il personaggio di Doretta, anche se i riferimenti alla produzione Donrosiana su di lei non mancano affatto!

 25/07/2018

Spellmaster

Gran bell'episodio!!! Il feeling tra Doretta e Peperone è palpabile, le scene in cui danzano trasudano attrazione e passione, fantastico scoprire questo lato di paperone.

 01/07/2018

Tsuki!

Bellissima puntata con Doretta e Paperone!

 26/06/2018

Naco

Oddio, che puntata carina! *_* C'è praticamente TUTTO. *_*

 24/06/2018

Kouga

Zio Paperone mattatore assoluto in un episodio pieno d'avventura, dramma, azione, risate e tanto sentimento. La sua alchimia con Goldie è incredibile e dona nuovi lati al personaggio. Ottima puntata.

 24/06/2018


Altri Voti