Star Wars: The Clone Wars è una serie animata in computer grafica nata dalla mente di Dave Filoni e posta cronologicamente tra i film prequel L'attacco dei cloni e La vendetta dei Sith.

Lo show è andato in onda dal 2008 su Cartoon Network per un totale di 121 episodi suddivisi in sei stagioni. A dire la verità, Star Wars: The Clone Wars è stata preceduta da un film pilota - proiettato anche nelle sale, ma con scarso successo - e cancellata dopo cinque stagioni, quando la Lucasfilm è stata acquisita dalla Disney. Solo l'affetto e le richieste dei fan hanno permesso il rilascio "postumo" delle tredici puntate che avrebbero formato la prima metà della sesta stagione. Al San Diego Comic-Con del 2018 sono stati poi annunciati ulteriori dodici episodi, che termineranno le trame lasciate in sospeso.

Star Wars: The Clone Wars è rimasto in ombra al grande pubblico - mentre è amatissimo dai fan -, ma ricordiamo che la serie è canonica nell'universo narrativo di Star Wars e che sono stati citati o presi in considerazione eventi dello show anche nel recente film cinematografico live action Solo: A Star Wars Story.
 
Obi-Wan ed Anakin

STAR WARS THE CLONE WARS: TRAMA E CAST

La serie si colloca cronologicamente tra i film prequel L'attacco dei cloni e La vendetta dei Sith, mostrandoci i vari conflitti intercorsi tra la Repubblica Galattica e la Confederazione dei Sistemi Indipendenti durante le guerre dei cloni. I protagonisti sono i Jedi della Repubblica, in particolare Anakin Skywalker, Obi-Wan Kenobi e la giovane Padawan di Anakin, Ashoka Tano.

"CAST"
  • Anakin Skywalker  
  • Obi-Wan Kenobi 
  • Ahsoka Tano
  • Capitano Rex
  • Yoda
  • Mace Windu
  • Padmé Amidala
  • Palpatine
  • Conte Dooku
  • Asajj Ventress
  • Generale Grievous
  • Darth Maul
  • Savage Opress
Anakin ed Ahsoka

STAR WARS THE CLONE WARS: IN UNA GALASSIA LONTANA LONTANA...

Può essere scontato, ma uno dei punti di forza di Star Wars: The Clone Wars è l'ambientazione. Un universo vivo come poche altre volte, che grazie al numero di episodi viene esplorato in luoghi o aspetti solamente accennati al cinema. A volte si rimane a bocca aperta semplicemente guardando il paesaggio, senza bisogno d'altro in aggiunta. A fine visione ci si sentirà ancora di più a casa, pensando a nomi, luoghi o battaglie di Star Wars, facendo un po' più propria la mitologia di questa saga, partorita dalla mente di George Lucas.

A livello narrativo, inizialmente, siamo di fronte ad episodi autoconclusivi, che ben si collocano nel periodo temporale preso in considerazione. Le trame sono ricche di azione e molto divertenti, rendendolo molto adatto anche ad un pubblico giovane d'età. Ma con il passare del tempo - attorno alla terza stagione, più o meno - gli archi narrativi si allungano, diventano più complicati, introducendo intrighi politici e tinte dark. Anche parti più drammatiche si paleseranno, alzando il target del prodotto a un pubblico più maturo e rendendo Star Wars: The Clone Wars una vera e propria serie TV animata. Nonostante si sappia dove la storia andrà a parare, le vicende saranno sempre avvincenti - anzi, sveleranno degli interessanti retroscena -, ma illudendo comunque che qualcosa possa cambiare. Questo è sicuramente uno dei pregi migliori dello show, che così si stacca, in modo deciso, l'etichetta di prodotto riempitivo tra due film di Star Wars.
 
I cloni

STAR WARS THE CLONE WARS: LA FORZA DEI PERSONAGGI

Se abbiamo citato la bellezza dell'ambientazione di Star Wars: The Clone Wars, non possiamo esimerci dal parlare dei suoi personaggi. Sia tra i Jedi che i separatisti, troveremo molte facce note, ma mai come in questa occasione vengono approfonditi, diventando "più tridimensionali". Con personaggi come Mace Windu o Fisto, questa cosa viene naturale, visto il loro poco tempo a schermo al cinema, mentre con personaggi più importanti poteva non essere facile. Si scoprono invece lati nuovi di protagonisti storici come Obi-Wan o Anakin, mai caratterizzati così bene. Il rapporto tra i due è forte ed emotivo, mostrandoci tanto del "bello" che ha contraddistinto la loro amicizia prima che tutto precipitasse. Il passaggio al lato oscuro di Skywalker viene qui accennato in modo sottile ma intelligente, motivando bene ciò che ha portato il giovane ad essere in contrasto con il consiglio Jedi e il suo rapporto con Palpatine.

Non bisogna però dimenticare nemmeno i personaggi nuovi di zecca, che si inseriscono in questo universo narrativo alla perfezione. Impossibile non nominare Ashoka Tano, padawan di Anakin - con il quale sviluppa una confidenza e un rapporto che pochi altri hanno mai avuto -, che cresce durante le stagioni imponendosi come una delle figure femminili migliori di tutta la saga. Oltre a lei abbiamo anche Asajj Ventress e Savage Opress, discepoli del lato oscuro ma dal fascino indiscutibile. Infine, potremmo assistere anche alla "prima apparizione" di protagonisti storici della trilogia classica, come un inesperto capitano Ackbar, un Wookie di nome Chewbacca e uno sconosciuto ammiraglio Tarkin.

Per ultimi voglio lasciare, volutamente, i cloni. Non sono delle figure tutte uguali di riempimento, ma impareremo a conoscerli, ognuno con le proprie sfumature, sogni, ambizioni e problemi. Ci si affezionerà a loro e alla loro lealtà ai Jedi, alimentando il magone per quello che saranno costretti a fare a causa dell'ordine 66.
 
Nella serie viene molto approfondito il rapporto tra i due

STAR WARS THE CLONE WARS: PERCHÉ RECUPERARLA

Star Wars: The Clone Wars dovrebbe essere una visione obbligatoria per chi ama questo franchise, una perla assoluta, da non etichettare come riempimento. Assisteremo a delle battaglie magnifiche, vivendo momenti altissimi che rivaleggiano con quelli iconici della saga cinematografica. I personaggi e l'universo di Star Wars non sono mai stati così vivi come in questo show. A fronte di un inizio non entusiasmante, si sarà poi travolti e intrigati dalla visione quando le cose si faranno più serie e complicate.