Se speravate che i personaggi di Outlander potessero avere vita facile  una volta che si fossero stabiliti nella terra dei sogni (aka North Carolina), beh, non avete prestato attenzione alla serie nelle ultime tre stagioni e vi potreste sbagliare notevolmente.

Allo SCAD Savannah Film Festival, Sam Heughan e Caitriona Balfe hanno accennato alle sfide in arrivo per i loro personaggi, Jamie e Claire. Nonostante abbiano raggiunto l'America relativamente in sicurezza alla fine della scorsa stagione (dopo un periodo particolarmente difficile sui mari), la coppia (divisa dai secoli) non si sta esattamente ambientando nella vita della Guerra pre-rivoluzionaria con facilità. "È Outlander," spiega Balfe, aggiungendo che stare in qualsiasi posto dove si possiedono degli schiavi non è qualcosa che Claire può sopportare. "Semplicemente non può tollerarlo."
 
Nuove sfide per Jamie e Claire

C'è anche un po' di lotta con la sua coscienza per Jamie. "Lui fa un patto con gli inglesi che ovviamente è un po' contro tutto ciò in cui ha sempre creduto," spiega Heughan. "Ma è una nuova opportunità per loro ed entrambi si innamorano di quella terra e ne vedono l'opportunità - un'occasione per creare un cambiamento in America e in un'America che è nella sua fase iniziale."

Sicuramente le cose stanno andando un po' meglio a Brianna (Sophie Skelton) e Roger (Richard Rankin), vero? "La loro storia è un'unione semplicemente perfetta che non vede errore, in nessuna forma, non viene messa alla prova fino ai limiti più assoluti e non fa impazzire Roger," dice Rankin con sarcasmo. "Sì, invece sì. Lo fa." Anche qui i problemi saranno assicurati...

Outlander ritorna su Starz il 4 Novembre
 
Fonte:
Entertainment Weekly