logo SerialClick.it

7.0/10
-

Heads è un manga composto da quattro volumetti, pubblicato in Giappone tra il 2002 ed il 2003 sulle pagine del magazine Weekly Young Sunday. La storia nasce da un'idea di Keigo Higashino, un famoso scrittore giapponese autore di numerosi romanzi polizieschi; i disegni, invece, sono stati affidati a Motoro Mase, l'autore del famoso Ikigami.

Heads narra le sfortunate vicende di Junichi Naruse, un timido e arrendevole impiegato di una compagnia di elettronica la cui principale aspirazione è quella di vivere una vita tranquilla senza farsi troppo notare dal prossimo. La sua vita solitaria, però, era destinata a ricevere un deciso scossone dall'incontro con Megumi, la commessa di un negozio di articoli per la pittura; i due, infatti, si innamoreranno e cominceranno a pianificare una vita insieme. La fortuna di Junichi, però, doveva essere di breve durata: il ragazzo, infatti, viene coinvolto in una sparatoria all'interno dell'ufficio dell'agenzia immobiliare a cui si era rivolto per trovare una casa più grande in cui vivere insieme a Megumi. Colpito alla testa, la sua esistenza sembra essere arrivata al capolinea; invece si risveglierà su un letto di ospedale dove gli verrà comunicato di essere il primo fortunato essere umano a cui è stato praticato con successo un trapianto di cervello. Ma il cervello non è un organo come gli altri e ben presto Junichi comincerà a sentirsi "cambiato".

I temi che vengono affrontati in questo manga sono diversi. In primo luogo viene ripreso un argomento molto discusso, sia in ambito letterario che in campo medico: i possibili effetti sull'individuo di un trapianto di cervello. Il manga, però, non propone una sua sostituzione integrale in quanto al protagonista verrà impiantata solo quella parte che è risultata danneggiata dallo sparo. Nonostante questo, l'effetto su Junichi sarà devastante: la sua coscienza, infatti, verrà gradualmente invasa da quella del donatore fino a renderlo irriconoscibile agli occhi delle persone che lo conoscono. In secondo luogo viene proposto un classico dilemma etico: fino a dove possono spingersi la scienza e la medicina senza ledere in maniera significativa la dignità della persona? E' giusto salvare una vita umana se questa poi risulterà completamente trasformata dalla sua unica possibilità di salvezza?

A quest'ultima domanda Heads risponde in maniera negativa: la ricerca della sua vera identità spingerà Junichi alla follia e ad atti di violenza prima inconcepibili per il timido e sottomesso protagonista. Se questo non bastasse viene rappresentato un mondo scientifico marcio fino al midollo, governato da poteri forti che si aspettano rapidi successi dall'attività di ricerca. Lo staff medico, quindi, non si farà grandi scrupoli nell'ingannare a più riprese il protagonista, che viene trattato, dietro una finta umanità, alla stregua di un animale da laboratorio. Mi è piaciuta, poi, anche la parte sentimentale, e in particolare il coraggio di Megumi, che prima autorizza il trapianto e poi non rinnegherà mai il suo amore nonostante i terribili cambiamenti provocati dalla presenza dell'alter ego di Junichi. Buona anche la parte drammatica, che svolge bene il suo compito pur senza strafare.

Ho trovato i disegni molto realistici: in particolare la fisionomia dei personaggi non è neutra come accade di solito, ma presenta occhi piccoli e una forma del viso decisamente più giapponese.
Va segnalata la presenza di tre storie brevi alla fine del quarto volumetto: devo dire che le ho trovate tutte molto gradevoli, forse a eccezione dell'ultima che m'è piaciuta un po' meno.
In conclusione, se siete interessati agli argomenti esposti sopra, l'acquisto di questo Heads può essere sicuramente consigliato: non rappresenterà certamente il top in materia ma sarà comunque una lettura ricca di spunti e con molti motivi di riflessione. Quello che manca è, forse, un briciolo di originalità in più; ma a un manga composto da soli quattro volumetti credo non si possa chiedere molto di più.