logo SerialClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
GIGIO

Episodi visti: 24/24 --- Voto 6
Lee Rosen è un Dottore il cui scopo nella vita è quello di proteggere gli esseri umani con poteri sovrannaturali chiamati Alpha. Grazie all'aiuto di Lee queste persone formano una squadra nella quale possono rapportarsi gli uni verso gli altri senza sentirsi diversi come avviene nella loro vita reale in quanto accerchiati da persone comuni. La squadra degli Alphas una volta conosciutasi comincia una campagna di investigazione per conto del Governo, grazie ai loro poteri infatti potranno riuscire ad arrivare dove la Polizia è fisicamente limitata.
Alphas è senza dubbio un prodotto poco originale, a cominciare dalle serie fumettistiche sino ad arrivare ai prodotti cinematografici è raso il vaso di produzioni che vedono protagonisti esseri umani con poteri speciali che formano squadre e utilizzano questi poteri per il bene comune. La particolarità però di questa serie televisiva sta nel fatto che vi è tutto un percorso introspettivo interessante dietro ad ogni personaggio. Infatti si cerca di proporre i protagonisti non solo in chiave prettamente 'supereroistica' ma soprattutto in chiave privata e sentimentale, mostrando cioè il loro lato umano... Questi loro processi di crescita mentale durante l'arco delle due stagioni sono stati senza dubbio il punto a favore più forte della serie televisiva.
Dal punto di vista tecnico non ci sono state grandi sbavature anche se per questa tipologia di serie televisiva un upgrade in un discorso di spettacolarità degli eventi sarebbe stato più consono. Spesso infatti le scene clou non richiamano l'attenzione come dovrebbero richiamarla.
Interpretazioni complessivamente sufficienti, con diversi alti e molti bassi. Più che altro si nota già alla base con il casting una cernita non propriamente corretta. I personaggi non sono ben inquadrati ed in sintonia con l'attore che li interpreta. Ryan Cartwright risulta più antipatico che tenero, David Strathairn estremamente drammatico e senza il grande polso che un 'capo' dovrebbe avere in una trama simile ed infine Azita Ghanizada non riesce ad esprimere completamente il malessere di Rachel senza cadere in un'interpretazione largamente insufficiente. Da salvare il restante trio dei 6 protagonisti, un po' per fisionomia, un po' per essere in grado di essere accattivanti come supereroi un po' per capacità personale riescono a portare a casa un buon risultato.
Andando per tirare le somme Alphas è un prodotto sufficiente, che per altro, non ha avuto un finale in quanto distrutto dai risultati in termini di audience. E' un finale ad interpretazione che lascia più ombre che luci. Pur sorvolando su questo si notano più i tanti piccoli difetti che quei pochi e veri pregi, si rimane un po' sperduti al termine dalla visione, facendo fatica a tenere in mente qualcosa da ricordare per sempre. In pratica un prodotto normale, con una scrittura normale, con interpreti normali. L'unica cosa non normale sono i supereroi, ma come si è detto sopra paragonandolo a show dello stesso genere, il confronto non regge. Voto 6.