logo SerialClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
Tacchan

Episodi visti: 13/13 --- Voto 7
The Whispers parte come un progetto piuttosto pompato e ambizioso, un cast di primo livello, un produttore esecutivo che si chiama Steven Spielberg, una locandina e un trailer d'effetto. Il racconto, tratto da "Ora Zero" di Ray Bradbury, si colloca nel genere fantascientifico, sebbene inizialmente pensassi potesse essere qualcosa legato al soprannaturale/horror. In realtà quella raccontata è una storia di fantascienza al 100%, coinvolge nella sua narrazione dei bambini e un'insolita e incorporea entità aliena.
L'antefatto mostra una bambina che parla con un suo amico immaginario che gli suggerisce di fare uno scherzo alla madre, che da quel momento sarà costretta a letto in coma. Non è un caso isolato, sempre più bambini dicono di avere un amico immaginario di nome Drill e le loro azioni iniziano ad insospettire la polizia e l'FBI, che temono possa esserci qualche malintenzionato dietro a questo amico immaginario. La realtà è ben più incredibile: Drill esisterebbe sì, ma sarebbe una entità probabilmente aliena e incorporea, che usa i bambini per portare finalità che potrebbero mettere in pericolo l'intera razza umana.

Trovo che The Whispers sia stata una buona serie fantascientifica, non certo perfetta, ma abbastanza originale e con dei punti di forza. Per prima cosa l'usare come mezzo i bambini è una cosa di suo che mette inquietudine e la cosa è stata sfruttata alla grande, con dei dialoghi, fatti da dei bambini, che mettono in qualche modo a disagio: propongono riflessioni inaspettatamente adulte o argute, che mettono in risalto come spesso siano più attenti e perspicaci degli adulti, ahimè sono anche vulnerabili e facili da ingannare. Non male nemmeno la parte in cui si cercano di svelare i misteri, capire chi è Drill, come fermarlo e in che bambini si nasconde. La narrazione procede con un buon ritmo, con una recitazione convincente. Non annoia mai, sebbene non riesca nemmeno ad esaltare. I personaggi non sono male, hanno una storia non lineare e diversi scheletri nell'armadio, in particolare le coppie principali, il problema è che non c'è nessuno che riesca ad essere sufficientemente carismatico o risolutivo. Un altro problema è che la trama, soprattutto nella prima parte, risulta un po' spezzettata e non facile da seguire, lasciando anche la spiacevole sensazione che ci sia qualche passaggio poco fluido, per non dire buco. In particolare nella prima metà della serie qualcosa non sembra filare del tutto, con uno dei protagonisti che rimane senza memoria e che svolge un ruolo che non risulta sufficientemente chiaro, così come non chiara e non così connessa con il resto è la fine della prima parte, per intenderci e per non fare spoiler quella della centrale nucleare. La seconda parte di The Whispers la trovo decisamente più interessante e coinvolgente, Drill si dimostra una minaccia ben più concreta e la corsa per fermarlo si dimostra frenetica, impervia e ostica, visto che coinvolge in modo più diretto i bambini.

Sfortunatamente, se è pur vero che valuterei quanto visto tra il 7 e l'8, il finale mi toglie ogni dubbio, visto che la serie si interrompe con un cliffhanger di quelli belli tosti. Se è vero che ad alcune domande abbiamo avuto risposta, la fine è così aperta che è impossibile non chiedersi che succederà. Peccato solo che la serie è stata interrotta, ABC ha deciso di non rinnovarla, pertanto questo è quello che vedremo e che sapremo, a meno di procurarsi il libro, che tuttavia temo segua una strada diversa. Nel Complesso non posso dire di avere gettato il mio tempo, la serie è riuscita ad intrattenermi e ha degli ottimi momenti, sfortunatamente la totale assenza di una fine, nemmeno una un minimo improvvisata, non può che abbassare il mio giudizio complessivo. Provo veramente rammarico per come si è chiusa, mi aveva coinvolto e conquistato e sicuramente avrei gradito una seconda stagione.