logo SerialClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
jeffhardy80

Episodi visti: 12/18 --- Voto 8,5
HAP AND LEONARD: RECENSIONE DELLA SECONDA STAGIONE
Tornano Hap and Leonard, molto più velocemente rispetto alla prima stagione.

Nella recensione della prima stagione di Hap and Leonard ci auguravamo che la seconda stagione della serie TV arrivasse in Italia con meno ritardo rispetto alla precedente, attesa per due lunghi anni. Amazon ci accontenta dandoci la possibilità di vedere il secondo capitolo dello show solamente tre mesi dopo il suo esordio italiano.

Questa volta, ad essere adattato è il romanzo "Mucho Mojo", scritto nel 1994 da Joe R. Lansdale, che lo considera anche il suo preferito tra quelli con protagonisti i due personaggi. In USA, su Sundance TV, sta andando invece in onda già la terza stagione, tratta dall'opera "Il Mambo degli Orsi".

Hap and Leonard, al suo esordio, ci aveva convinto e conquistato, vediamo se anche Mucho Mojo riuscirà a ripetere la magia.

HAP AND LEONARD: TRAMA E CAST
Lo zio Chester ha lasciato a Leonard in eredità la sua fatiscente casa di LaBorde, in Texas. I due amici si trasferiscono temporaneamente presso la casa ereditata, ritrovando un piccolo scheletro umano chiuso in un baule sotto le assi del pavimento. Hap e Leonard informano la polizia del macabro ritrovamento e cominciano a indagare in autonomia, sia per difendere la memoria dello zio che per scagionare Leonard dal sospetto che sia un assassino e pedofilo.

James Purefoy (Hap Collins)
Michael K. Williams (Leonard Pine)
Tiffany Mack (Florida Grange)
Cranston Johnson (Detective Marvin Hanson)
Douglas M. Griffin (Charlie Blank)
Evan Gamble (Sneed)
Gail Matthius (Peg)
Brian Dennehy (Valentine Otis)
Irma P. Hall (Meemaw)
Deja Dee (Miriam)
Olaniyan Thurmon (Ivan)
Enrique Murciano (Raoul)
John McConnell (Beau Otis)
Dohn Norwood (Reverend Fitzgerald)

HAP AND LEONARD: UNA STAGIONE MATURA
Hap and Leonard ha la fortuna di basarsi sui romanzi di Lansdale, che, oltre ad avere una narrazione che ben si presta ad un adattamento televisivo, propone sempre qualcosa di diverso, trasformando la serie TV in una simil-antologia. Questa volta è il turno di "Mucho Mojo" - una delle opere più apprezzate dello scrittore - e di una storia che dall'avventura vira al noir, mostrando i problemi razziali che infestano il Texas degli anni ottanta, ma che sono presenti anche al giorno d'oggi. Leonard, come personaggio, racchiude tutto ciò che viene discriminato e guardato con "odio" da una certa parte della popolazione, essendo afroamericano e gay, tanto che lui stesso ammette che "è più facile essere nero in Vietnam che a casa mia."

La trama prende spunto da un fatto di cronaca successo ad Atlanta nei primi anni ottanta, offrendoci molti momenti toccanti o spunti riflessivi, mescolati alla sferzante ironia dei due protagonisti. Ma la maturità di questa seconda stagione di Hap and Leonard non deriva solo dai temi trattati, bensì anche dall'aver lavorato sui propri difetti, equilibrando la narrazione, adattando meglio l'opera originale e sfruttando i sei episodi a disposizione per proporre una visione godibile e agile, senza soffocare la sceneggiatura per rispettare i tempi.

L'approccio scelto dagli autori fa sì che anche chi è a digiuno dei libri si immerga senza problemi nel mondo di Lansdale, soddisfando anche chi ha familiarità con la fonte originale. A livello di pura investigazione, la stagione convince, svelando pian piano i propri indizi e riuscendo alla fine a costruire un intreccio interessante e un finale non banale, anche se non impossibile da indovinare.

HAP AND LEONARD: UNA COPPIA CHE FUNZIONA
Si fatica davvero a capire come Hap and Leonard rimanga uno show per lo più sconosciuto o snobbato in un panorama di serie TV - molte volte mediocri - simili l'una all'altra: questa è davvero originale, realizzata con cura e in modo pregevole, considerando che Sundance TV non ha una grande esperienza a livello di prodotti originali televisivi.

James Purefoy è sempre più credibile come Hap Collins, facendo il personaggio più suo ad ogni episodio e aumentando l'alchimia con l'altrettanto capace Michael K. Williams. Leonard Pine ha molto più spazio in questa seconda stagione, facendoci conoscere lati di lui precedentemente solo accennati. Quando sono entrambi a schermo, il serial ha una marcia in più, convincendoci ulteriormente di essere in presenza di una delle migliori coppie televisive attuali. Del resto del cast non si può non citare Irma P. Hall, che con il suo personaggio ci regala alcuni dei momenti migliori e più riflessivi della stagione.

La regia è attenta e precisa, peccando solo un po' nelle scene action, non abbastanza incisive. Il reparto sonoro invece accompagna benissimo la visione, adattandosi a questo strano mix di commedia, crime, pulp e western.

HAP AND LEONARD: GIUDIZIO
Hap and Leonard si conferma un'ottima serie, che in questa seconda stagione ha lavorato sui suoi difetti ed è cresciuta di tono. È un prodotto estremamente valido, imperdibile per i fan del crime e del pulp. Questa serie TV merita maggiore notorietà e un passaparola che la faccia conoscere all'utente medio, assuefatto da show fotocopia. Mucho Mojo adatta bene un libro convincente e che fornisce un finale non banale. L'arretratezza e il razzismo del Texas anni '80 colpiscono lo spettatore europeo che sottovaluta come fosse vivere in America da discriminato a quei tempi. Visione assolutamente consigliata.


 0
jeffhardy80

Episodi visti: 6/18 --- Voto 8,5
HAP AND LEONARD: RECENSIONE DELLA PRIMA STAGIONE
Un interessante serie TV,arrivata in Italia con estremo ritardo.

Hap and Leonard non è solamente il titolo della serie TV che stiamo per recensire, ma anche il nome dei due personaggi creati dallo scrittore Joe R. Lansdale, protagonisti di una serie di romanzi molto apprezzata in tutto il mondo. La prima stagione dello show - tratta dal romanzo "Una stagione selvaggia" - è andata in onda su Sundance TV nel 2016, riscuotendo un buon successo e venendo rinnovata per una seconda stagione - tratta da "Mucho Mojo" - nel 2017 e per una terza stagione che andrà in onda nel 2018. In Italia la serie è stata ingiustamente snobbata fino a poco giorni fa, quando Amazon l'ha inserita nel suo catalogo streaming italiano.

HAP AND LEONARD: TRAMA E CAST
Verso la fine degli anni ottanta, in una piccola cittadina del Texas, i migliori amici Hap e Leonard svolgono assieme il lavoro di coltivatori. Hap Collins è un bianco che ha passato vari anni in prigione, con un debole per le donne del Sud, mentre il suo migliore amico Leonard Pine è un afroamericano gay veterano del Vietnam e dal carattere forte. Un giorno arriva in città Trudy, l'ex moglie di Hap, a chiedere il loro aiuto nella non semplice impresa di ritrovare mezzo milione di dollari andato perso anni fa in una rapina.

James Purefoy (Hap Collins)
Michael K. Williams (Leonard Pine)
Bill Sage (Howard)
Christina Hendricks (Trudy Fawst)
Pollyanna McIntosh (Angel)
Neil Sandilands (Paco)
Jeff Pope (Chub)
Jimmi Simpson (Soldier)

HAP AND LEONARD: LA FORZA DI UN'AMICIZIA
Hap and Leonard ha il suo punto di forza maggiore, appunto, in Hap e Leonard. Questa strana coppia è travolgente nei romanzi di Lansdale ed è stata ben trasposta in questa serie TV. Un plauso va fatto a James Purefoy e soprattutto a Michael K. Williams, perfetti nella parte assegnatagli. Ma il cast in generale è davvero notevole in questa produzione. Bravissimo Jimmi Simpson, nella parte di un folle assassino con una parlantina che ricorda i personaggi di Quentin Tarantino – a tal proposito è chiaro l'omaggio a Le Iene nella scena in cui Soldier balla prima di passare alla tortura. Davvero formidabile l'attore che, anche solo tramite le sue movenze, è riuscito a caratterizzare il suo personaggio in modo straordinario. Non da meno è la sua compagna Angel, che risulta quasi cartoonesca nella sua fisicità e istinto omicida. Impossibile poi non citare Christina Hendricks, famosa per il suo ruolo in Mad Men: qui, oltre a essere la miccia che fa partire la narrazione, si eleva a un ruolo più centrale rispetto alla controparte cartacea. Tutto questo, unito al fatto che "Una stagione selvaggia" venga trasposto in soli sei episodi, fa sì che, rispetto ai libri, Hap e Leonard abbiano meno scene d'azione e che cose come i monologhi interiori di Hap - caratteristica principe del personaggio - vengano eliminati. L'atmosfera, la colonna sonora, il rapporto tra i due protagonisti e i vari particolari trasposti ad uso e consumo dei lettori trasudano comunque l'anima dell'opera originale da ogni poro.

HAP AND LEONARD: UN COCKTAIL DI GENERI
Hap and Leonard è una serie davvero meritevole, ingiustamente snobbata in Italia. Lo show è un cocktail di generi che vira decisamente sul pulp nel finale, ma avventura, commedia e thriller si alterneranno durante la visione mescolandosi alla perfezione, condendo il tutto con un po' di surrealismo. Tutto questo dona un'originalità particolare al prodotto, che rifiuta le etichette di genere cercando di proporre una propria anima nella narrazione. Il bilanciamento delle varie parti viene fatto con intelligenza, la trama - che rispecchia bene le svolte narrative dell'opera originale - si sviluppa in modo fluido. L'unica pecca può essere imputata al ritmo, visto che c'è molto da raccontare e poco tempo a disposizione, costringendo così a sacrificare le parti action. La sceneggiatura rimane un po' soffocata in questo senso, ma tutto viene compensato dai due protagonisti che, con la loro sferzante ironia, coinvolgono comunque lo spettatore. Anche le scene più comiche non risultano mai forzate ed esagerate grazie alla bravura dei due protagonisti. La realizzazione tecnica di Hap and Leonard è pregevole nonostante lo show vada in onda su Sundance TV, che non è paragonabile a network più blasonati quali HBO e FX. Qualche difetto lo si può notare, ma per essere un prodotto su licenza - fatto che a volte porta a sfruttare male il nome che si ha in dote -, il lavoro svolto è davvero buono. Il crescendo a cui assistiamo con il passare degli episodi invoglia a continuare la visione, lasciandoci alla fine con la voglia di vedere altro Hap and Leonard. Da questo punto di vista si spera che la seconda stagione arrivi in Italia in modo più tempestivo.

HAP AND LEONARD: GIUDIZIO
Hap and Leonard è una serie estremamente valida, originale e con una coppia di protagonisti che conquista. Nello scorrere dei sei episodi che formano la prima stagione ci sono più dialoghi che parti action, ma nonostante questo non ci si annoia mai grazie ad un cast davvero valido. Serie TV di un'ironia sferzante, ha nell'ambientazione e nella colonna sonora altri due punti di forza. Difficilmente questo titolo, in onda su Sundance TV, salirà alla ribalta dei titoli più gettonati, ma, se gli concederete un'occasione, rimarrete molto soddisfatti.